Qualche settimana fa, TechCrunch ha incontrato Terry Myerson e altri membri del team Truveta per discutere di un importante aggiornamento sui prodotti dell’azienda. Questa testata si è occupata di Truveta per qualche tempo, incuriosita dai suoi obiettivi in quanto azienda con una forte componente di salute pubblica, e perché Myerson era un membro di lunga data di Microsoft che conoscevamo bene per aver seguito Windows per anni e anni.

Il nostro interesse si è acceso alla fine dello scorso anno, quando Truveta ha raccolto 100 milioni di dollari, poco più che raddoppiando il suo capitale. Con circa 200 milioni di dollari di sostegnoTruveta aveva un gruppo di persone che conoscevamo bene e abbastanza denaro per realizzare qualsiasi progetto.

Il concetto di Truveta è semplice: Collaborare con diversi gruppi sanitari per raccogliere dati anonimizzati sui pazienti, mettere in comune le informazioni e renderle disponibili a terzi in modo che possano vedere cosa succede effettivamente in termini di risultati dei pazienti in un senso più olistico. Le potenziali applicazioni commerciali e di salute pubblica sono ragionevolmente evidenti, ma ciò che ha colpito il vostro scriba quando ha parlato con Myerson e il team è che questo tipo di database aggregato di informazioni spersonalizzate non esisteva già.

Sebbene un sistema sanitario pubblico-privato presenti alcuni vantaggi, la centralizzazione dei dati non sembra essere uno di questi.

Torniamo al recente: Truveta ha ampliato l’elenco dei sistemi sanitari che contribuiscono al suo set di dati da una manciata verso la fine del 2021 a 25 oggi. Più dati sono positivi quando si tratta di questo tipo di lavoro di “analisi sanitaria”, quindi gli 11 fornitori aggiuntivi sono importanti.

Ma soprattutto, il prodotto software di Truveta è stato lanciato all’inizio del mese. Nel 2021, l’azienda ha fatto un po’ di scalpore quando ha lanciato un prodotto incentrato su COVID. Ora è uscito Truveta Studio e ho avuto modo di visitarlo.

Un aspetto che Truveta deve gestire è l’armonizzazione delle informazioni provenienti da sistemi diversi. Questo è l’aspetto che sta affrontando, consentendo agli utenti di impostare le definizioni in un formato calcolabile, quindi di raccogliere i risultati e di tracciarne i grafici. La parete di grafici e diagrammi che ne risulta è entusiasmante da guardare se, come me, siete dei grandi fanatici della visualizzazione dei dati.

Il servizio non è utilizzabile da chiunque abbia un interesse passeggero per i risultati dell’assistenza sanitaria. La nostra guida ci ha spiegato che, nel suo precedente ambiente di ricerca, avrebbe impiegato settimane per eseguire ciò che può fare in pochi minuti con Truveta. Si tratta di un risparmio di tempo di oltre un ordine di grandezza. A condizione che il servizio sia sufficientemente facile da usare per i professionisti, l’azienda potrebbe avere una marcia in più.

Il problema ora è capire quanto le persone – i clienti – vogliano usarlo. Gli obiettivi iniziali di Truveta – la messa a punto dell’ingestione dei dati, la raccolta di fondi, la creazione di un team e la realizzazione di un prodotto da utilizzare regolarmente – sono stati raggiunti. Ora siamo arrivati agli aspetti commerciali dell’impegno. E ci sono nove cifre di capitale che scommettono sul successo.

Dato che l’assistenza sanitaria negli Stati Uniti è esorbitantemente costosa, opaca e piena di risultati iniqui, per me va bene chi lavora per renderla un po’ meno impossibile da analizzare.



Source link