Nell’ambito degli annunci fatti oggi alla WWDC 2022, Apple ha accennato brevemente a una nuova aggiunta ai suoi strumenti di sicurezza che si applicherà alle piattaforme iPhone, iPad e Mac, chiamata Rapid Security Response. Non sono stati forniti molti dettagli su cosa sia Rapid Security Response, ma Apple promette che gli aggiornamenti di sicurezza importanti arriveranno ai dispositivi ancora più velocemente. Attualmente, iOS e macOS gli utenti ricevono gli aggiornamenti di sicurezza con patch di sistema complete, di solito con numeri di versione .1 o .0.1, che possono richiedere parecchio tempo per essere scaricate e installate.

Ora Apple afferma che gli aggiornamenti Rapid Security Response includono importanti miglioramenti della sicurezza che “possono essere applicati automaticamente tra gli aggiornamenti software standard”. MacRumors riporta che per gli utenti che hanno installato il iOS 16 developer beta, nella sezione Aggiornamenti automatici delle impostazioni c’è una nuova levetta per “Installa file di sistema e di dati” per applicare nuovi file di configurazione della sicurezza e di dati di sistema. Si legge che “alcuni aggiornamenti potrebbero avere effetto solo dopo il riavvio dell’iPhone”, il che suggerisce che alcuni non richiederanno il riavvio.

Questo è il caso di macOS Ventura, dove la ripartizione di Apple delle nuove funzionalità della versione 13.0 include il Rapid Security Response, tuttavia su questa piattaforma “Questo non è un aggiornamento software standard. Questi miglioramenti possono essere applicati automaticamente tra i normali aggiornamenti, senza bisogno di riavviare”. The Verge ha contattato Apple per avere maggiori informazioni sui nuovi aggiornamenti e, dato che i beta tester stanno già utilizzando il nuovo software, presto potremo saperne di più sul suo funzionamento.

Source link