Nell’aprile del 2022 Meta ha rilasciato Hand Tracking 2.0, il suo sistema aggiornato in grado di rilevare cose come il batti cinque e il battito delle mani, ma ora l’azienda ha reso la 2.0 la tecnologia di rilevamento delle mani predefinita per le app Quest, secondo un post sul blog di venerdì. Meta ha annunciato a settembre che avrebbe deprecato la versione 1.0 nell’aprile del 2023 e afferma che il passaggio alla versione 2.0 come predefinita è un “primo passo” verso la deprecazione.

“L’aggiornamento a Hand Tracking 2.0 non richiede alcuna azione da parte degli sviluppatori e crediamo che questo cambiamento migliorerà la qualità e le funzionalità del rilevamento della mano in tutto il nostro ecosistema di app”, ha scritto Meta nel post. “Hand Tracking 2.0 consente di sfruttare appieno le numerose interazioni guidate dalle mani disponibili con Interaction SDK”.

Meta ha lanciato per la prima volta il tracciamento delle mani sul Quest nel dicembre 2019, ma l’aggiornamento 2.0, oltre a rilevare i battimani e gli applausi, ha migliorato il modo in cui il sistema rileva i movimenti se alcune parti delle mani sono bloccate dalle telecamere a bordo dell’auricolare. L’aggiornamento 2.0 non è l’ultima tecnologia di Meta per il tracciamento delle mani; a novembre, con l’aggiornamento v47 del sistema operativo di Quest, è stato lanciato l’Hand Tracking 2.1, in grado di seguire meglio i movimenti veloci e di prevedere con maggiore precisione le posizioni future delle mani. Potete leggere alcuni di questi miglioramenti nel blog di Meta.

Ecco un esempio da Meta di come l’Hand Tracking 2.1 può prevedere le posizioni future della mano.
Immagine: Meta

Il tracciamento della mano potrebbe diventare presto un campo di battaglia competitivo per le cuffie VR, soprattutto se il presunto dispositivo VR / AR di Apple includerà alcune delle caratteristiche di tracciamento della mano descritte da Bloomberg Mark Gurman in un ampio resoconto di lunedì. A quanto pare, le cuffie di Apple consentiranno di utilizzare un movimento di pizzicamento per “attivare”, ad esempio, un pulsante o un’icona di un’applicazione, il che potrebbe significare che il dispositivo non avrà bisogno di controller. (Il software Quest di Meta ha anche funzioni di pizzicamento.) Inoltre, Apple sta lavorando a un modo per consentire agli utenti di “digitare a mezz’aria con le mani”, come riferisce Gurman, il che mi sembra un pessimo modo per scrivere il mio prossimo articolo, ma potenzialmente utile per cose come brevi ricerche o testi.

Source link