Il movimento “subscribe to your car” è decollato negli ultimi anni, con la comparsa di Fleks nel Regno Unito (Europa), Cazoo (dopo l’acquisizione di Drover), Care by Volvo Hertz, solo per citarne alcuni.

In questo spazio è apparso mi muovo fuori dalla Norvegia, con quella che sembra, almeno, essere una nuova svolta sull’intera faccenda: una piattaforma white label offerta all’industria per consentirle di offrire questi servizi di abbonamento per auto con i propri marchi. La piattaforma di imove consente agli utenti di abbonarsi a veicoli elettrici di diciotto produttori diversi e oltre 50 modelli diversi.

La startup ha ora chiuso un round di serie A da 19 milioni di euro / 22,3 milioni di dollari guidato dal mercato automobilistico online paneuropeo AutoScout24. Ad esso si sono uniti i VC Norselab e Idekapital, nonché la società di investimento statale norvegese Nysnø. Anche l’attuale proprietario Hedin Automotive ha aderito. Il round consiste in una nuova emissione di azioni di 13 milioni di euro combinata con una vendita secondaria di azioni di 6 milioni di euro.

Fondata nel 2018, imove consente a un’azienda nel settore automobilistico, finanziario, assicurativo o anche elettrico e delle telecomunicazioni di offrire abbonamenti auto come alternativa alla proprietà o al leasing dell’auto.

Il team è guidato dai co-fondatori Hans Kristian Aas (CEO) e Gunnar Birkenfeldt (CPO), che stanno seguendo una tendenza secondo la quale (secondo alcune stime) si prevede che circa il 20-30% delle nuove vendite di auto a livello globale sarà trasferito a auto abbonamenti entro il 2025.

Hans Kristian Aas, co-fondatore e CEO, ha dichiarato: “L’incredibile feedback dei clienti, la solida economia delle unità e un’industria pronta per il cambiamento ci hanno detto che il momento era giusto per premere il ‘pulsante della scala'”.

AutoScout24 è un grande mercato automobilistico online paneuropeo e fungerà da canale di distribuzione per il servizio di abbonamento per veicoli elettrici di imove.

“Con questo investimento, AutoScout24 si posiziona chiaramente in prima linea nel supportare nuovi modelli di proprietà per consumatori e clienti e fa un passo decisivo nel supportare l’introduzione dei veicoli elettrici”, ha affermato Borja Muller, Chief Strategy Officer di AutoScout24.

Sebbene imove si stia chiaramente muovendo rapidamente in Europa, ci sono diversi attori che offrono tecnologia per l’abbonamento alle auto e la gestione della flotta. Questi includono Ridecell (con sede negli Stati Uniti), Clutch (con sede negli Stati Uniti, di proprietà di Cox Automotive), Fleetonomia (Israele) e Vulog (Francia). Quindi c’è ancora molto da giocare in questa gara.

Source link