“In primo luogo, è emozionante perché abbiamo dimostrato di essere in grado di trovare e rilevare nuovi transienti con Webb, cosa che JWST non è stato progettato per fare”, ha continuato Engesser. “Ma è una delle cose che stiamo dimostrando di essere in grado di fare in una sorta di modo ad hoc”.

JWST

La ricerca di oggetti celesti come le supernove è solitamente affidata ai telescopi terrestri, il che rende la scoperta ancora più emozionante e unica. La scoperta mette in mostra la versatilità e la potenza uniche di JWST.

La nuova scoperta è particolarmente eccezionale perché JWST osserva solo piccole porzioni di cielo rispetto ai telescopi terrestri.

“Quindi la probabilità effettiva di trovare un transiente nel campo che si sta osservando è piuttosto bassa, o almeno noi pensavamo che lo fosse”, ha detto Engesser. “Ma come avrete sentito, a questo punto ogni campo del JWST è un campo profondo, quindi ci sono galassie dappertutto, e ora stiamo pensando che potremmo avere ottime possibilità di rilevare supernove in continuazione”.

Source link