Quattro imprenditori indiani di alto profilo che sono tra coloro che hanno dato il via al viaggio SaaS in India, costruendo e aiutando le startup a scalare e conquistare clienti a livello globale e hanno anche sostenuto circa 100 di queste aziende, sono pronti per la loro prossima fase di partecipazione all’ecosistema delle startup del paese.

Il gruppo – Girish Mathrubootham di Freshworks, Manav Garg di Eka Corporation, Shubham Gupta, precedentemente con la società di investimento Matrix, e Avinash Raghava, precedentemente con Nasscom, iSPIRT e SaaSBOOMi – ha detto mercoledì di aver creato un fondo di capitale di rischio, chiamato Together Fund, con un corpus iniziale di 85 milioni di dollari per sostenere le giovani startup indiane che operano nello spazio software-as-a-service.

Fondo Insieme sta cercando di sostenere tra le 20 e le 25 startup dalle fasi pre-seed alla serie B. L’importo dell’assegno dell’azienda varierà tra $ 250.000 e $ 3 milioni, ha affermato Garg in un’intervista a TechCrunch.

Il quotidiano indiano CapTable prima segnalazione sulla formazione del fondo all’inizio di quest’anno e ha citato un investitore che ha affermato che è probabile che Together attiri tutti i buoni affari SaaS a causa del suo team fondatore e della dichiarazione del problema.

Il fondo ha accumulato una rete di oltre 150 fondatori e investitori di startup tra cui Krish Subramanian di Chargebee, Nishith Rastogi di Locus, Shashank ND di Practo e Kunal Shah di CRED. E questo sottolinea il motivo per cui è stato concepito Together Fund, ha affermato Garg. L’intero team è composto da fondatori e altri operatori che hanno creato startup e hanno esperienza in materia di strategia di vendita ed espansione globale, ha affermato.

“Questo è il primo fondo indiano guidato da un operatore e da un fondatore”, ha affermato. “L’idea di creare questo fondo era quella di fornire un grande aiuto e opportunità ai fondatori insieme al denaro”.

La creazione del fondo, che annovera il suo team fondatore tra i suoi LP, arriva in un momento in cui le startup indiane stanno raccogliendo capitali record poiché molti investitori di alto profilo raddoppiano nel secondo mercato Internet più grande del mondo.

Nell’ultimo decennio, l’ecosistema delle startup indiane si è evoluto da uno spazio per cui la maggior parte delle famiglie indiane era preoccupata a uno che ha visto diverse uscite di alto profilo e molti imprenditori hanno marciato avanti per lavorare alle loro seconde startup.

“Oggi Freshworks è una grande azienda con oltre 3.800 membri del team e uffici in tutto il mondo. Ma quasi undici anni fa, eravamo solo un team di sei membri che operava in un piccolo garage a Chennai. Non avevo un curriculum dorato o una ricchezza familiare, ma questo non mi ha mai impedito di sognare in grande”, ha scritto Mathrubootham in un post sul blog.

“Per me, Together non è solo un fondo, è un modo per pagarlo alla comunità delle startup che mi ha dato così tanto. È una progressione naturale delle iniziative “pay it forward” che abbiamo avviato con programmi comunitari come PNGrowth, SaaSx e SaaSBOOMi. Con Together, non offriamo solo capitale ai fondatori, ma anche il nostro tempo e la nostra consulenza”, ha aggiunto.

Il team fondatore di Together Fund continuerà a partecipare ad altre iniziative del settore, tra cui SaaSBOOMi, una conferenza annuale di punta incentrata sulle startup SaaS in India, ha affermato Raghava in un’intervista.

L’industria SaaS indiana potrebbe raggiungere un valore di 1 trilione di dollari e creare circa mezzo milione di nuovi posti di lavoro entro il 2030, secondo un recente studio di SaaSBoomi, della società di consulenza McKinsey e del gruppo commerciale Nasscom.

Source link