Le discariche, note anche come discariche o discariche, possono, nelle giuste condizioni, essere convertite in fattorie solari una volta chiuse. (Tappatura significa mettere una copertura o una barriera tra il materiale contaminato e la superficie.) C’è stato un quasi 80% aumento dei progetti solari di discarica costruiti negli Stati Uniti negli ultimi cinque anni. Ma ci sono alcuni fattori che prima devono essere considerati.

Mettere i parchi solari in discarica è un ottimo modo per generare energia pulita in quelli che in precedenza erano considerati siti inutilizzabili, ma ci sono alcuni fattori speciali da considerare. L’Agenzia per la protezione dell’ambiente degli Stati Uniti (EPA) sottolinea che “è importante pensare ai progetti fotovoltaici sulle discariche in termini di un sistema integrato, non come discarica e sistemi fotovoltaici separati”.

Fattori considerati

I principali fattori che influiscono sulla fattibilità del solare nelle discariche per parchi solari sia a consumo netto che su scala di utilità includono, ma non sono limitati a:

  • Età della discarica: con l’aumentare dell’età del limite della discarica, è probabile che il tasso di insediamento diminuisca o diventi trascurabile.
  • Superficie utile: può essere stimata utilizzando mappe aeree, disegni o misurazioni effettive da una visita in loco.
  • Pendio – I pendii pianeggianti o leggermente esposti a sud sono i migliori
  • Caratteristiche del cappuccio: include la profondità del cappuccio e i componenti
  • Requisiti per la manutenzione della discarica
  • Responsabilità
  • Controllo del sito – ad esempio, recinzione e restrizione del sito per motivi di sicurezza
  • Risorsa solare – La discarica riceve molto sole?
  • Accesso/ombreggiatura solare – Un sito dovrebbe ricevere un minimo di sei ore di luce solare (dalle 9:00 alle 15:00) al solstizio d’inverno
  • Distanza dalle linee di trasmissione/distribuzione

Ci sono anche infrastrutture di sfiato e recupero del metano a cui pensare, come rilasci in discarica metano, anidride carbonica e composti organici non metanici.

Rack solari

Ci sono aziende solari che stanno creando prodotti che possono essere adattati alle esigenze specifiche delle discariche. Ad esempio, le discariche che ospitano l’energia solare generalmente non consentono la penetrazione nella superficie terrestre del sito, quindi la tecnologia di montaggio e fondazione deve essere adattabile e più leggera.

Solar FlexRack, con sede a Youngstown, Ohio, realizza montaggi fotovoltaici e inseguitori solari. Suo Serie B Cast-in-place la tecnologia di montaggio presenta blocchi personalizzabili, reattori più leggeri e una maggiore flessibilità che può contenere con successo i pannelli solari sulla superficie della discarica.

Solar FlexRack ha installato la sua tecnologia di montaggio di serie B su un progetto solare comunitario da 4,7 megawatt a Spanish Fork, nello Utah (nella foto sopra), che sarà operativo questa estate. È il più grande progetto solare di discarica nello Utah, a 27 acri. Genererà energia pulita sufficiente per alimentare quasi 3.000 case.

La grande immagine

Quando si tratta di realizzare lavori solari sulle discariche, Gretchen Dolson, responsabile delle energie rinnovabili per HDR, una società di architettura, ingegneria e consulenza con sede a Omaha, nel Nebraska [via Waste 360], dice:

Inizia sempre con la fine in mente e sappi che non è mai troppo presto per pianificare e pensare a usi alternativi, indipendentemente dal tipo di struttura dei rifiuti. Il solare è spesso praticabile. Ma dipende da come la discarica è stata progettata per funzionare e da come è stata chiusa.

Leggi di più: Dove vanno a finire i pannelli solari quando muoiono?

Foto: Solar FlexRack

FTC: Utilizziamo link di affiliazione automatica per guadagnare reddito. Di Più.


Iscriviti a Electrek su YouTube per video esclusivi e iscriviti al podcast

Source link