Internet Explorer, IE
Foto: monticello (Shutterstock)

Ricordate questo giorno, perché Microsoft ha ufficialmente ritirato IE, segnando la fine di un’era durata 26 anni per il browser web un tempo dominante. Microsoft reindirizzerà automaticamente i sette utenti che ancora utilizzano Internet Explorer al nuovo browser Edge per i prossimi mesi. Il supporto per IE è ufficialmente terminato e al suo posto viene richiesto di utilizzare Edge. Alla fine, un aggiornamento di Windows disabiliterà definitivamente la “e” blu, un tempo onnipresente, eliminandola da tutti i PC.

La maggior parte degli utenti non noterà la differenza, a meno che non si senta la sensazione che una parte fondamentale del nostro passato digitale sia cambiata per sempre. Internet Explorer è arrivato nel 1995, dapprima come pacchetto aggiuntivo e infine come parte del sistema operativo Windows 95. Fornito in bundle con Windows, IE è diventato rapidamente famoso, sconfiggendo Netscape nella guerra dei browser. prima di raggiungere una quota di mercato massima di circa il 95% nel 2003.

Gli ultimi anni non sono stati così gentili con il browser. Raramente aggiornato, privo di funzioni importanti e non in grado di soddisfare gli standard web internazionali, Internet Explorer ha ceduto a Mozilla e ha perso rapidamente il favore degli utenti quando il semplice e veloce Google Chrome è entrato nel mercato. Dopo un forte declino, IE è passato da una quota di mercato del 65% nel 2009 a meno dell’1% oggi. È diventato un sacco da boxe per le battute sul miglior browser web per il download di Chrome. Nel 2015, Microsoft si è allontanata da Internet Explorer con l’integrazione di Microsoft Edge in Windows 10. Explorer avrebbe continuato a essere supportato per gli utenti storici, ma era iniziato il conto alla rovescia.

Edge, originariamente noto come Project Spartan, non è stato un successo immediato, non riuscendo a sottrarre quote di mercato significative a Chrome. Microsoft ha mantenuto in vita IE come rete di sicurezza per coloro che non si sentivano a proprio agio nel passaggio. Quando “legacy Edge” è stato sostituito da nuovo Edge basato su Chromium,” Microsoft ha finalmente trovato un sostituto vincente.

Sebbene IE abbia perso importanza anni fa, alcune aziende continuano ad affidarsi a questo browser per accedere a informazioni critiche. Nikkei Asia riporta che le agenzie governative, le istituzioni finanziarie e le aziende manifatturiere e logistiche giapponesi che gestiscono siti web che funzionano solo con IE stanno cercando disperatamente aiuto per passare a un browser moderno. Una statistica piuttosto scioccante, basata su un sondaggio condotto a marzo dalla società informatica Keyman’s Net, ha rivelato che il 49% degli intervistati che lavorano presso organizzazioni in tutto il Giappone ha dichiarato di utilizzare IE per lavoro.

Il nuovo browser Edge di Microsoft rappresenta un importante aggiornamento rispetto a ciò che rimane di Internet Explorer, ma ciò non toglie che il problema sia il impatto che il browser chiuso ha avuto su Internet e su coloro che lo hanno utilizzato negli anni ’90 e nei primi anni 2000. I social media sono invasi da lamentele e celebrazioni, mentre le persone ricordano il browser sia per la sua influenza che per i suoi difetti.

Sebbene il browser sia ufficialmente morto, i resti di Internet Explorer continueranno a vivere in questo decennio. Come The Verge riporta che il motore MSHTML Trident che alimentava IE esisterà all’interno della “modalità IE” di Microsoft Edge, una funzione che consente agli utenti e alle aziende di accedere ai siti legacy attraverso il nuovo browser Edge. Per un tocco di nostalgia, quando un sito viene caricato in modalità IE, il logo ormai in pensione appare ancora nella barra di navigazione di sinistra. Microsoft afferma che supporterà la modalità IE in Edge almeno fino al 2029.

Quindi, oggi diciamo addio a un altro residuo chiave del passato del Web. RIP, IE: grazie per aver trasformato il web in quello che è oggi.

Source link