La startup indonesiana di e-commerce Ula, che ha raccolto più di 30 milioni di dollari e corteggiato molti investitori di alto profilo dal lancio dell’anno scorso, ha ora conquistato la fiducia della persona più ricca del mondo.

Il fondatore di Amazon ha investito nel nuovo round di finanziamento della startup di un anno e mezzo, hanno detto fonti e molti altri che hanno familiarità con la questione.

L’azienda con sede a Giacarta – che conta B Capital Group, Sequoia Capital India, Lightspeed Venture Partners e Quona Capital tra i suoi attuali investitori – è in fasi avanzate di colloqui per finalizzare un nuovo round di oltre 80 milioni di dollari.

Jeff Bezos ha accettato di investire in Ula attraverso il suo ufficio di famiglia, Bezos Expeditions, hanno detto le persone, chiedendo l’anonimato perché la questione è privata. B Capital Group, Tencent e Prosus Ventures si stanno posizionando per co-leadare il round, che potrebbe chiudersi già questo mese.

L’interesse di Bezos per Ula, che gestisce una piattaforma di e-commerce business-to-business, arriva in un momento in cui Amazon non è entrata nella maggior parte delle nazioni del sud-est asiatico – o vi mantiene una presenza limitata.

I rappresentanti delle pubbliche relazioni di Ula non hanno risposto alle richieste di commento sabato.

Ula aiuta i piccoli rivenditori a risolvere le inefficienze che devono affrontare nella catena di approvvigionamento, nell’inventario e nel capitale d’esercizio. Gestisce un mercato di e-commerce all’ingrosso per aiutare i proprietari di negozi a immagazzinare solo l’inventario di cui hanno bisogno, e concede loro anche il capitale d’esercizio.

La startup è stata fondata da Nipun Mehra (un ex dirigente di Flipkart in India ed ex partner di Sequoia Capital India), Alan Wong (che in precedenza ha lavorato con Amazon), Derry Sakti (che ha supervisionato le operazioni del gigante dei beni di consumo P&G in Indonesia), e Riky Tenggara (già con Lazada e aCommerce).

Source link