All’inizio di questa settimana, ho iniziato una ricerca su Amazon e ho sbagliato a digitare, inserendo solo due lettere: “iv”. Amazon ha poi compilato un elenco di risultati di ricerca suggeriti, quasi tutti per la versione sverminante per cavalli del farmaco ivermectina. Quel farmaco è al centro di una delle più recenti e più sbalorditivo parti della storia di disinformazione anti-vaccino, un falsa cura propagandata da imbroglioni e altri che vogliono fare soldi facili.

Questa sera, il portavoce di Amazon Craig Andrews dice The Verge che “le risposte autocomplete di Amazon sono guidate dall’attività del cliente. Stiamo bloccando alcune risposte di completamento automatico per affrontare queste preoccupazioni”.

Come Facebook, TikTok e Reddit, Amazon non ha ottenuto un coperchio per limitare la diffusione della disinformazione COVID-19. A differenza di quelle piattaforme e di altre, Amazon ha apparentemente fatto molto poco per cercare di fermarla.

Risultati dell’autocompletamento su Amazon per “iv” che mostra l’ivermectina.

Amazon non è l’unico ad usare un algoritmo per guidare i suoi risultati di autocompletamento. Ma come aziende come Google hanno imparato, ci sono “vuoti di dati” per termini di ricerca precedentemente impopolari che possono improvvisamente alterare l’algoritmo quando quei termini vengono travolti da una nuova campagna di disinformazione. Google ha fatto di tutto per cercare di risolvere il problema dei vuoti di dati, più recentemente presentando avvisi sui risultati di ricerca che pensa possano soffrire del problema. Al momento della pubblicazione di questo articolo, i risultati di ricerca di Amazon mostrano ancora voci per l’ivermectina.

Quando si clicca su uno di questi termini di ricerca suggeriti, Amazon elenca semplicemente molte opzioni per l’acquisto del farmaco destinato a trattare gli animali – senza alcun ulteriore contesto sui suoi pericoli quando viene ingerito dagli esseri umani. Anche se ci sono usi legittimi per l’ivermectina nell’uomo, il trattamento della COVID-19 non è uno di questi. E anche se non c’è bisogno di dire che prendere la versione veterinaria è una pessima idea, questo è esattamente quello che sta succedendo.

In un bollettino emesso dal dipartimento della salute del Mississippi, l’agenzia dice che “Almeno il 70% delle recenti chiamate [to poison control] sono state legate all’ingestione di bestiame o di formulazioni animali di ivermectina”.

L’ivermectina può causare effetti collaterali che vanno da “eruzioni cutanee, nausea, vomito, diarrea, mal di stomaco, gonfiore del viso o degli arti, eventi avversi neurologici (vertigini, convulsioni, confusione), improvviso calo della pressione sanguigna, gravi eruzioni cutanee che possono richiedere l’ospedalizzazione e lesioni al fegato (epatite),” secondo la FDA.

Laddove altre piattaforme si sono sforzate di presentare box informativi che portano a informazioni affidabili e degne di fiducia sul COVID-19 e sui trattamenti per il COVID-19, Amazon non mostra tali informazioni né nei risultati di ricerca né nelle pagine dei prodotti per l’ivermectina. Un portavoce di Amazon mi dice che se si cerca specificamente “ivermectina per covid”, viene visualizzato solo un link al pagina di avvertimento della FDA sul farmaco.

Sembra che su almeno alcune inserzioni di prodotti, almeno alcuni team di moderazione di Amazon stiano tenendo d’occhio i problemi. Alcuni dei primi risultati di ricerca per l’ivermectina hanno pochissime recensioni scritte. Scorrete un po’ più in basso, tuttavia, e ce ne sono molte che sono chiaramente destinate a discutere l’uso del farmaco negli esseri umani. Un recensore, per esempio, ha scritto che “ha funzionato bene sul mio cavallo da 200 libbre” e che “il CV lungo sta già andando via”. Un altro ha valutato un prodotto 5 stelle, scrivendo che “Amo il gusto […] Ivermectin troppo difficile da ottenere, ma così efficace nel prevenire qualcosa che non posso menzionare qui”.

Su Reddit, più di cento subreddit si sono oscurati oggi per protestare contro il rifiuto di quella piattaforma di bandire le comunità che diffondono disinformazione COVID-19. TikTok sembra giocare a whack-a-mole con i video sulla sua piattaforma, e Facebook ha lottato per far rispettare le sue politiche contro la disinformazione come comunità ricorrono a eufemismi come “succo di mucca”.

Su Amazon, l’ivermectina veterinaria rimane facile da trovare senza che venga mostrata alcuna informazione basata sulla scienza che potrebbe informare un consumatore dei pericoli dell’assunzione di un farmaco destinato agli animali. Rimane anche facile da acquistare su quella piattaforma, in alcuni casi con consegna gratuita Amazon Prime, soddisfatta da un magazzino Amazon.



Source link