Oggi la Federal Communications Commission (FCC) ha concesso a SpaceX l’autorizzazione ad utilizzare il sistema Starlink su veicoli in movimento. all’uso del suo sistema internet satellitare Starlink su veicoli in movimento – tra cui auto, camion, barche e aerei. Si tratta di una grande vittoria per il sistema Starlink di SpaceX, che potenzialmente può aprire il servizio a una gamma più ampia di casi d’uso e di clienti.

Nel marzo dello scorso anno SpaceX ha chiesto alla FCC l’approvazione per consentire l’uso dei terminali Earth Stations in Motion (ESIM) Starlink nei veicoli in movimento. Per collegarsi al sistema e ricevere la copertura Internet a banda larga, i clienti devono acquistare un’antenna personale a terra, o un terminale utente, progettato per connettersi con i satelliti Starlink in orbita che si trovano sopra di loro. Finora, per accedere al sistema, le antenne paraboliche dovevano rimanere in una posizione fissa.

Ora la FCC ha accolto la richiesta di SpaceX e di un’altra società satellitare, Kepler Communications, aprendo la strada a una nuova classe di terminali utente in grado di connettersi ai satelliti che trasmettono la banda larga mentre sono in movimento. In questo modo, la FCC ha deciso di respingere una petizione di Dish Network che mirava a impedire alle società di utilizzare la frequenza nella banda dei 12GHz. Tuttavia, la FCC continuerà a condurre analisi mentre procede con l’elaborazione di norme sulla presenza di dispositivi ESIM nella banda a 12GHz e ha dichiarato che Kepler e SpaceX saranno soggetti a qualsiasi regola futura da essa stabilita.

La FCC sostiene che l’approvazione della nuova capacità è nell’interesse del pubblico. “Concordiamo con SpaceX e Kepler che l’interesse pubblico trarrebbe beneficio dall’accoglimento, con le dovute condizioni, delle loro richieste”, ha scritto la FCC nella sua autorizzazione, datata 30 giugno. “L’autorizzazione di una nuova classe di terminali per il sistema satellitare di SpaceX amplierà la gamma di funzionalità a banda larga per soddisfare le crescenti esigenze degli utenti che ora richiedono la connettività durante gli spostamenti, sia che si tratti di guidare un camper attraverso il Paese, sia che si tratti di spostare una nave da carico dall’Europa a un porto degli Stati Uniti, sia che si tratti di un volo nazionale o internazionale”.

Starlink è l’ambiziosa iniziativa di SpaceX di lanciare una costellazione di migliaia di satelliti in orbita terrestre medio-bassa per fornire una copertura a banda larga a bassa latenza alla Terra sottostante. L’azienda ha più di 2.400 satelliti in orbita fino ad oggie dopo essere uscita dalla fase di beta testing alla fine dello scorso anno, la società ha recentemente si è vantata di avere 400.000 utenti. I clienti che vogliono ordinare Starlink devono acquistare il kit – che viene fornito con un terminale utente – per 599 dollari e poi pagare un canone mensile di 110 dollari.

SpaceX ha comunque chiarito di voler espandere Starlink al di là del semplice uso residenziale. L’azienda ha avviato trattative con varie compagnie aeree per l’utilizzo del servizio Internet Starlink e ha concluso accordi con Hawaiian Airlines e con il servizio di jet privati JSX per iniziare a fornire la connettività Internet sui loro aerei nei prossimi due anni. Inoltre, Starlink ha appena lanciato un nuovo livello di servizio speciale per i camper, che consente agli utenti di connettersi ai satelliti Starlink da più luoghi, come campeggi o cabine di vacanza, senza l’assegnazione dell’indirizzo di casa, a fronte di un costo aggiuntivo. Tuttavia, al momento dell’annuncio, gli abbonati non potevano utilizzare le parabole mentre i loro camper o furgoni erano in movimento.

Source link