Le stampanti fotografiche istantanee sono una sorta di fratello minore più silenzioso e meno cool delle fotocamere istantanee, ma sono probabilmente più pratiche. Non sono in grado di suscitare il divertimento nostalgico che si prova tirando fuori una fotocamera Instax a una festa, ma sono un mezzo più versatile per arrivare al prodotto finale: una stampa fotografica reale che si può toccare e sentire. In un’epoca in cui praticamente tutte le nostre foto sono archiviate in formato digitale sui nostri dispositivi o sui feed dei social media, una stampa fisica è una sorta di magia.

Ci sono molti modi per trasformare le foto sul telefono in stampe fisiche, ma la maggior parte di essi comporta l’attesa per la spedizione o la ricerca di un chiosco in un negozio, entrambe prospettive terribili. Le stampanti fotografiche mobili eliminano l’attesa e sono abbastanza piccole da poter essere trasportate in borsa o in un borsone, in modo da poter andare ovunque.

La nostra scelta migliore, la Polaroid Hi-Printnon è esattamente la più portatile, ma produce i colori e la qualità di stampa migliori in assoluto. È ancora abbastanza piccola da poter essere inserita in una borsa o in un borsello più grande, ma le cartucce di ricarica sono più grandi e non possono certo essere inserite in una pochette da sera. Per una migliore portabilità e per le funzioni più divertenti per gli eventi sociali, ci piace la Canon Ivy.

Abbiamo testato stampanti istantanee che producono foto di 2 x 3 pollici, ovvero delle dimensioni di una carta di credito. Esistono stampanti compatte che funzionano con carta fotografica più grande, da 4 x 6 pollici, più adatta ad essere appesa al muro, e altri formati piccoli, come l’ampia Instax di Fujifilm, ma per gli scopi di questa guida sono state prese in considerazione solo le opzioni 2 x 3. Tutte le nostre scelte sono corredate da applicazioni gratuite per iOS e Android che è necessario scaricare per poterle utilizzare, e tutte hanno funzionato senza problemi su entrambe le piattaforme.


La Hi-Print non è la più portatile, ma produce stampe di qualità eccellente con il suo processo dye-sub.

Polaroid Hi-Print

La migliore stampante fotografica istantanea

La Polaroid Hi-Print è unica perché è in realtà una mini-stampante dye-sub, che è la tecnologia utilizzata dalla maggior parte delle stampanti fotografiche a colori più grandi. Applica gli strati di giallo, rosso e ciano in tre passaggi separati. Mentre ciò avviene, l’applicazione companion della stampante indica cosa sta accadendo e si può osservare la stampa che entra ed esce dalla stampante mentre vengono applicati i diversi strati di colore. Non è il divertimento retrò che si prova guardando lo sviluppo di una stampa fotografica istantanea davanti ai propri occhi, ma è comunque interessante. Il risultato è una stampa di alta qualità con colori ricchi e precisi e un buon contrasto. Se si guarda da vicino, si nota un po’ di banding nelle aree a tinta unita, ma è visibile solo da circa un metro di distanza, molto più vicino di quanto si possa vedere.

Anche l’applicazione Hi-Print è molto semplice e facile da usare. Non c’è modo di sincronizzare le foto di Google o gli account social per un accesso diretto; se questa è una priorità, è meglio dare un’occhiata alle opzioni della stampante Zink. Ci sono solo poche opzioni di “adesivi” da applicare alla prestampa dell’immagine, ma i caratteri di testo sono i più belli tra le stampanti che ho testato. Mi hanno fatto desiderare inserire un testo divertente sulle mie foto. Sono disponibili anche regolazioni standard del colore e dell’esposizione, oltre ad alcune cornici colorate che, come le opzioni di testo, sorprendentemente non fanno schifo.

Le ricariche di stampa includono un’intera cartuccia che produce un’infelice quantità di rifiuti.

Non è sufficiente aggiungere altra carta fotografica alla Hi-Print. Ogni ricarica è in realtà un’intera cartuccia di stampa, con tanto di bobina e tutto il resto. Ognuna comprende 10 fogli di carta fotografica pronti per l’uso e sono venduti in scatole da due, quindi 20 stampe per confezione. I fogli fotografici sono dotati di una piccola linguetta staccabile sul fondo, in modo da poter prendere la foto dalla stampante senza mettere le dita sull’immagine. È anche possibile avere un supporto da staccare per trasformare la stampa fotografica in un adesivo.

Sfortunatamente, il sistema della Hi-Print produce molti rifiuti di plastica. Ogni volta che si aggiunge una nuova cartuccia, si deve togliere quella vecchia e buttarla via. (Pagina di supporto Polaroid dice che l’azienda non può riciclarle per voi, e le linee guida per il riciclaggio locale lo escludono poiché utilizza più di un tipo di plastica). È un peccato che non sia possibile riutilizzarle in qualche modo. Le cartucce sono anche molto più grandi di un pacchetto di carta Zink o Instax, quindi non è l’opzione più pratica se si desidera portare con sé molte ricariche di carta.

La Hi-Print produce colori vividi e precisi.

Un altro aspetto negativo è che si tratta di un formato di stampa proprietario, a differenza dello Zink, utilizzato da molti marchi di stampanti mobili. Se Polaroid decide di non produrre più l’Hi-Print, vi ritroverete con una stampante che non funziona.

La Hi-Print è anche più costosa di altre stampanti portatili. La stampante stessa costa 100 dollari, mentre una singola confezione di ricarica da 20 fogli costa 17 dollari (anche se, al momento in cui scriviamo, è possibile trovare una confezione di ricarica da 20 fogli). tre confezioni di ricariche a 50 dollari su Amazon..) Il prezzo per stampa è quindi di circa 85 centesimi. È molto più alto rispetto alle alternative Zink, che costano circa 50 centesimi per stampa.

Hi-Print non è la scelta migliore se si cerca un’ultraportatilità, un’abbondanza di adesivi divertenti o il miglior costo per stampa. Ma le stampe sono molto migliore rispetto alle altre opzioni che abbiamo testato. Le opzioni di testo che si possono applicare alle immagini sono moderne e divertenti e l’applicazione è molto facile da usare. Se la qualità di stampa è una priorità, Hi-Print è la scelta migliore.

Instax Mini Link 2 su uno sfondo di foto stampate.


La Instax Mini Link 2 soffre di un po’ di sovraccarico di funzioni, ma produce stampe di grande qualità con il fascino retrò di una vera pellicola istantanea.

Instax Mini Link 2

La migliore stampante fotografica Instax

La pellicola Instax ha un certo fascino. Per prima cosa, è davvero pellicolae quindi la vedrete svilupparsi davanti ai vostri occhi dopo che la vostra foto avrà lasciato la stampante. Le immagini hanno un aspetto nostalgico, con neri scuri e inchiostrati e una leggera sovraesposizione. Le stampe hanno anche la classica cornice bianca che trattiene la pellicola. Sebbene si possa associare al nome Polaroid, se si desidera un’esperienza di pellicola istantanea in un pacchetto conveniente, è meglio conoscere il marchio Instax.

Tutto questo per dire che la Mini Link 2 è un’offerta unica, con molte stranezze che mi hanno infastidito mentre la provavo, ma in fin dei conti è una Instax. Questo ha un fascino particolare di per sé e per una buona ragione. Le stampe sono molto belle e la pellicola Instax è abbastanza facile da reperire presso i negozi e online, anche se non è economica. A seconda della modalità di acquisto delle ricariche, il costo è di circa 70 centesimi per stampa. Il prezzo di listino di una confezione di ricarica da 20 fogli è di circa 20 dollari, ma con gli attuali ribassi viene venduta a 14 dollari. Non è costosa come la Hi-Print, ma è più costosa della carta Zink.

La Mini Link 2 è dotata di un sensore interno che rileva l’orientamento della stampante, il che contribuisce ad alcune delle sue caratteristiche più strane. Ruotando la stampante su un lato o mettendola in verticale, cambia la “modalità” utilizzata dalla stampante, che si riflette nell’app: le opzioni di stampa sono organizzate in “Modalità stampa” e “Modalità divertimento”. Tuttavia, è possibile utilizzare qualsiasi funzione di stampa indipendentemente dalla modalità in cui ci si trova, quindi questa funzione non ha alcun senso. Mi ha dato fastidio quando ho spostato la stampante e cambiato l’orientamento senza pensarci e ho dovuto aspettare che l’app terminasse l’animazione che indicava il passaggio all’altra modalità.

Questa funzione entra in gioco anche se si utilizza la funzione fotocamera nell’app Mini Link. È possibile tenere la stampante e inclinarla in avanti e all’indietro per ingrandirla o ridurla. Funziona abbastanza bene, ma è una specie di espediente inutile perché per usare lo zoom è sufficiente pizzicare e ingrandire l’anteprima dell’immagine, come in qualsiasi altra applicazione per fotocamere.

L’app Instax companion è un po’ troppo.

Ci sono semplicemente troppe opzioni.

Anche l’applicazione Mini Link non è esattamente facile da usare. Toccando l’icona delle impostazioni si scopre una valanga di opzioni di menu non classificate. Anche le opzioni relative alle cornici si trovano in una posizione diversa rispetto agli adesivi e al testo. Lo stesso vale per le opzioni di collage: si tratta di modalità di stampa diverse che non si possono facilmente alternare. Se si decide di utilizzare una cornice piuttosto che un collage, è necessario scartare le modifiche in corso e ricominciare da capo.

Anche l’area di stampa di una foto Instax è più piccola rispetto alle alternative Zink e Polaroid. È un buon formato per le istantanee e la cornice rinforza l’immagine in modo che rimanga piatta (le altre tendono ad arricciarsi leggermente lungo i bordi). Ma le immagini di collage diventano molto piccole molto velocemente. Lo stesso vale per il testo e gli adesivi.

Le foto Instax hanno il caratteristico aspetto desaturato con ricchi toni neri.

La Mini Link 2 e la sua applicazione sono dotate di molte altre funzioni, come una sorta di gioco di abbinamento che valuta la vostra “compatibilità” con un’altra persona e la stampa in percentuale sulle vostre foto. È inoltre possibile utilizzare il LED della stampante per “disegnare” un disegno su una foto o utilizzare l’app per scattare una foto di un disegno e convertirla in un adesivo da applicare alle immagini. Alcune sono fantasiose e altre non fanno per me. Il vostro chilometraggio può variare.

Canon Ivy su uno sfondo di stampe istantanee


La Canon Ivy è la migliore opzione che utilizza la carta Zink, che è conveniente e più portatile rispetto ad altri tipi di ricariche per cartucce.

Canon Ivy

La migliore stampante fotografica Zink

La migliore stampante mobile per feste e occasioni sociali è la Canon Ivy. Utilizza la comune carta Zink e offre la migliore qualità fotografica tra le stampanti Zink testate, con una buona riproduzione dei colori. Anche l’applicazione companion sembra essere aggiornata tempestivamente con nuovi “adesivi” accattivanti e adatti alla stagione da applicare alle foto. Quando ho usato l’app a fine luglio, era stata aggiornata di recente con le immagini del Pride e del Juneteenth dell’illustratrice Sabrena Khadija.

La stampante in sé è più sottile e più portatile della Instax o della Hi-Print, ed è anche più economica. La stampante viene venduta a 99,99 dollari e 50 fogli di carta costano 24 dollari su Amazon al momento in cui scriviamo, il che equivale a circa 50 centesimi per stampa.

La precisione dei colori è buona e le opzioni degli adesivi sono divertenti.

Ho riscontrato un problema durante i test: utilizzando un iPhone 11 con iOS 15.6, l’app si è bloccata ogni volta che ho toccato l’opzione per collegare il mio account Google Foto. Su Android funzionava bene, quindi sembra essere un problema specifico di iOS. Se siete possessori di un iPhone e vi affidate a Google Foto per l’archiviazione delle immagini, non vi consiglio Ivy. Non ho avuto problemi ad accedere alle foto archiviate sull’iPhone stesso o a connettermi al mio account Instagram, che è probabilmente il modo in cui la maggior parte dei possessori di iPhone vorrebbe utilizzare la stampante.

Per il resto, Ivy è un’ottima opzione per chi cerca portabilità e valore rispetto alla migliore qualità di stampa possibile.


La qualità fotografica della HP Sprocket non è la migliore della classe Zink, ma è portatile e conveniente, con una buona esperienza di utilizzo dell’app companion.

HP Sprocket

La migliore stampante istantanea a basso costo

Per questa categoria abbiamo preso in considerazione due stampanti Zink, la Sprocket e la Kodak Step, entrambe prodotte su licenza di C&A Marketing. La HP Sprocket da 80 dollari è in vantaggio, ma non di molto. La qualità di stampa è buona, ma la stampante aggiunge una nitidezza e una luminosità poco attraenti che sembrano un effetto HDR di scarsa qualità. Probabilmente non disturba la maggior parte delle persone, ma se la qualità delle foto è una priorità, la Canon Ivy è una scelta migliore. La riproduzione dei colori è complessivamente accettabile sulla Sprocket, mentre non posso dire lo stesso della Kodak Step, che aggiunge troppo rosso alle immagini. È possibile correggere questo problema regolando il cursore ciano/rosso nell’applicazione, ma è necessario farlo prima di ogni singola stampa.

La qualità delle foto non è altrettanto buona, ma la Sprocket rappresenta il miglior valore.

Lo Sprocket ha anche alcune caratteristiche interessanti. L’onboarding e la configurazione iniziale che l’app offre sono utili e chiare. Inoltre, si ha la possibilità di rinominare la stampante come appare nell’app e di decidere il colore della spia della stampante. Non è così sottile come la Canon Ivy, ma è abbastanza piccola per una grande borsa stile pochette. Una confezione di 100 fogli fotografici viene venduta a 45 dollari su Amazon al momento della stesura di questo articolo, quindi il costo per stampa è inferiore a 50 centesimi. Se non siete troppo esigenti sulla qualità delle foto, la Sprocket è un buon affare.

Source link