Se avete lavorato nell’ecosistema tecnologico francese, potreste ricordare una startup chiamata AppGratis. La startup di scoperta e promozione di app ha praticamente dovuto smettere di operare da un giorno all’altro a seguito di una lunga e brutta lotta con Apple.

Dal team che ha portato AppGratis, Batch è una piattaforma di coinvolgimento dei clienti che ha operato sotto il radar per molti anni. E ora, la startup ha raccolto un round di finanziamento di 23 milioni di dollari (20 milioni di euro) guidato da Expedition Capital con la partecipazione di Orange Ventures.

Ma Batch è un prodotto radicalmente diverso. È una piattaforma di coinvolgimento dei clienti che compete con Braze così come le grandi soluzioni aziendali di Salesforce, Adobe, Oracle, IBM e Microsoft.

Se non lavori nel martech, una piattaforma di customer engagement non significa molto per te. Ma è abbastanza facile capire cosa fa. Batch ha iniziato come una piattaforma di notifica push gestita per iOS, Android e il web.

In sostanza, se gestisci un’app per giornali, un’app per banche o un’app di e-commerce, potresti aver bisogno di inviare notifiche push ai tuoi clienti. Queste notifiche possono essere sia transazionali (hai ricevuto un trasferimento di denaro) o un messaggio di marketing (controlla questa promozione).

Batch ti permette di gestire queste notifiche su scala. Non devi assicurarti che i tuoi server possano gestire un salto nel traffico, non devi mantenere il tuo servizio di notifiche push.

Da questa idea, Batch si è espanso oltre per diventare un’interessante piattaforma martech. Si integra con le tue fonti di dati esistenti, come il tuo CRM, CDP e prodotti di analisi. In questo modo, puoi creare segmenti, orchestrare notifiche, ritargettizzare i tuoi clienti e altro ancora.

Batch gestisce attualmente 400 miliardi di messaggi per i suoi 300 clienti aziendali. Questi clienti includono Le Monde, Le Parisien, Eurosport, BNP Paribas, Société Générale, Leboncoin, ecc. Come si può immaginare, ogni cliente vale un bel po’ di soldi.

Con il round di finanziamento di oggi, l’azienda vuole investire nella sua cultura interna per attrarre più talenti e mantenere quelli esistenti. La startup assumerà anche più persone per sviluppare ulteriormente il prodotto e più persone nelle vendite e nel marketing per trovare nuovi clienti.

C’è voluto un po’ di tempo per arrivare e riprendersi dalla debacle di AppGratis. Ma Batch ha chiaramente dimostrato la sua resilienza e ora sembra ben posizionato per conquistare più clienti e far crescere la sua piattaforma.

Source link