Quando Polestar ha lanciato la sua primo veicolo completamente elettrico l’anno scorso, è venuto in un unico sapore: un doppio motore, configurazione a trazione integrale che costa circa $ 50.000 prima degli incentivi. Il prossimo anno, la casa automobilistica sta aggiungendo una certa varietà.

Polestar sta lanciando una versione più accessibile, monomotore, due ruote motrici della berlina che offre ancora molte delle caratteristiche del doppio motore Polestar 2 insieme ad alcuni cambiamenti che lo rendono un po’ più accessibile, attraente e più verde per coloro che cercano di fare l’interruttore elettrico. In un recente viaggio, l’abbiamo messa alla prova.

Motore singolo o doppio

Crediti immagine: Kirsten Korosec

Il 2022 Polestar 2 motore singolo offre una stima Polestar 270 miglia di gamma, un po ‘meno oomph e meno opzioni, ma un sacco di tecnologia per rendere il vostro disco più facile.

Piuttosto che avere due motori che alimentano tutte e quattro le ruote – come fa con il doppio motore – questa versione a motore singolo spinge tutti i suoi 231 cavalli e 243 libbre-piedi di coppia alle ruote anteriori. Il 2022 Polestar 2 a motore singolo viene fornito con un pacco batteria da 78 kWh che si trova sotto il pavimento tra le ruote anteriori e posteriori. Polestar dice che la sua capacità utilizzabile è 75 kWh. Lo stesso pacco batterie si trova nella Polestar 2 a doppio motore. Polestar può e ha spinto aggiornamenti over-the-air a tutti i suoi veicoli per contribuire a rendere la ricarica più veloce e modificare le impostazioni della batteria per renderli più efficienti.

Le berline Polestar 2 a motore singolo 2022 ottengono anche l’aggiunta opzionale di una pompa di calore meccanica (disponibile nel Plus Pack per $4.000 in più) che aiuta a mantenere quella carica in climi più avversi. Polestar dice che in determinate condizioni climatiche la pompa di calore recupererà il calore dall’aria esterna per estendere la gamma del veicolo fino al 10%. Usando la stima di Polestar, ciò significa che il motore Polestar 2 Single del 2022 potrebbe guadagnare 27 miglia aggiuntive di gamma grazie alla pompa di calore.

Per questo anno, la Launch Edition a pieno carico è stata eliminata. Il motore Polestar 2 Single lo sostituisce e viene fornito con una configurazione semplificata e meno caricata che include un tetto di metallo invece di quello di vetro della Launch Edition, tappezzeria ecologica e una scelta di una manciata di “pacchetti” di opzioni, come li chiama Polestar.

Si può optare per il Plus Pack, che include la pompa di calore, un tetto panoramico in vetro, l’audio premium Harman Kardon e un caricatore di telefono wireless (tra le altre cose). Questo pacchetto era sul prototipo Polestar 2 che ho guidato. Si può anche optare per il pacchetto pilota ($3.200 in più) che include cose come controllo di crociera adattivo e illuminazione esterna a LED. Purtroppo, il veicolo che ho guidato non ha avuto il sistema ADAS aggiornato, quindi non sono stato in grado di testare ciò che Polestar dice offre aiuti di livello 2 di supporto al conducente sulla mia unità.

Sistema operativo Android nativo e aggiornamenti OTA

2022 Polestar 2 interno google

Crediti immagine: Kirsten Korosec

La Polestar 2 ha la particolarità di essere il primo veicolo a utilizzare il sistema operativo Android Automotive di Google. Mentre Volvo ha anche lanciato il sistema operativo Android Automotive in alcuni dei suoi veicoli come la Volvo XC40 Recharge, l’intero marchio Polestar utilizza la piattaforma.

Android Automotive OS è un sistema operativo open source che gira su Linux ed è usato come sistema operativo sottostante nei sistemi di infotainment dei veicoli, tra cui Polestar. Di conseguenza, i servizi di Google come Google Assistant, Google Maps e il Google Play Store sono incorporati nell’auto. Android OS non è la stessa cosa di Android Auto, un’interfaccia secondaria che si trova sopra un sistema operativo e permette agli utenti di proiettare le funzioni e la sensazione del loro smartphone sul display centrale del veicolo.

Nella Polestar 2 del 2022, gli utenti possono scegliere di accedere a quasi tutto nel veicolo tramite controllo vocale utilizzando la comoda frase di avvio “Hey Google”. Questa frase permette di accedere al controllo del clima e alle indicazioni di guida. Dal momento che il pubblico è stato così profondamente immerso nell’infrastruttura di Google per così tanto tempo, è tutto molto intuitivo.

Dite al sistema che i vostri piedi sono caldi e Google OS abbasserà la temperatura nel vano piedi. Vuoi trovare il miglior posto per i taco a Santa Barbara? Basta chiedere a Google di cercare e poi navigare lì come ho fatto io. Ho toccato raramente il touchscreen mentre guidavo, dato che potevo fare praticamente tutto ciò di cui avevo bisogno semplicemente chiedendo a Google di farlo per me.

Il riconoscimento del linguaggio naturale è qualcosa su cui Google ha lavorato diligentemente per molti anni e continua a migliorare. Alcune volte, quando usavo il sistema, ho sbagliato una richiesta o ho chiesto goffamente qualcosa come aggiungere una fermata in una spiaggia locale per fare delle foto. Il sistema non ha perso un colpo e ha districato la mia lingua per fare proprio quello che gli ho chiesto di fare.

Nel motore Polestar 2 Single che ho guidato, i luoghi di ricarica erano in qualche modo integrati alla piattaforma Google Maps su Android OS. Ci sono alcuni avvertimenti, tuttavia.

Chiedi a Google di trovare le stazioni di ricarica lungo il tuo percorso, e puoi filtrare per marca. Mentre lo fai in Google Maps, il sistema non ti dirà se una stazione di ricarica è disponibile o funzionante. Polestar ha collaborato con ChargePoint per fornire l’accesso alla ricarica, e si può utilizzare l’App ChargePoint, installato sullo schermo centrale, per saperne di più sul caricabatterie selezionato. Ci vuole qualche colpetto intorno allo schermo prima di colpire la strada, il che significa che avrete ancora bisogno di accostare e fermarsi prima di dirigersi verso il caricabatterie più vicino. Nel mio viaggio di 200 miglia dal Pacific Design Center di Hollywood a Santa Barbara non ho avuto bisogno di fermarmi per ricaricare.

Se avessi avuto bisogno di ricaricare, Polestar dice che sui caricatori veloci DC, avrei potuto aspettarmi di arrivare all’80% di carica in soli 30 minuti circa. Questo è in calo rispetto ai 40 minuti che ci volevano per arrivare a una carica dell’80%, secondo Glenn Parker, uno specialista delle operazioni tecniche di Polestar. Parker ha anche detto che i continui aggiornamenti over-the-air miglioreranno l’efficienza e l’autonomia dell’intero portafoglio man mano che l’azienda distribuirà gli aggiornamenti a tutti i proprietari.

Mentre trovare un caricatore disponibile è ancora goffo, l’integrazione di Google Maps nel tessuto tecnologico stesso della Polestar 2 significa che l’autonomia stimata viene visualizzata ogni volta che si naviga verso un nuovo luogo o si aggiunge una fermata lungo la strada. Nel mio viaggio di un giorno, sono arrivato ad ogni destinazione con qualche miglio in più rispetto a quello che il sistema pensava originariamente che avrei avuto, che è stata una bella sorpresa dato che ho cronometrato male il mio ritorno a Los Angeles e mi sono seduto nel traffico del Westside per 45 minuti, mentre la gamma si aggirava intorno al 20%.

Sulla strada

Immagine animata di un'auto che passa su una curva con fari e luci posteriori lampeggianti.

Sazionamento separato del motore 2022 Polestar 2 Dual. Video Crediti: Kirsten Korosec

Il motore Polestar 2 Single è silenzioso, comodo e veloce. Polestar dice che fa da 0 a 60 mph in sette secondi, e mentre questo non sembra molto, è abbastanza per farvi unire nel traffico in autostrada, soprattutto perché la coppia ai bassi regimi è così prontamente disponibile.

Sul prototipo che ho guidato, ho potuto regolare alcune caratteristiche di guida, tra cui la sensazione dello sterzo e la frenata su un solo pedale e ho potuto attivare e disattivare alcuni dei sistemi di assistenza alla guida come l’avviso di uscita di corsia. Sfortunatamente, come menzionato in precedenza, il mio veicolo di prova non aveva nessuno degli aiuti alla guida avanzati che Polestar offre nel pacchetto Pilot, quindi non ho potuto testarli.

Una delle gioie dei veicoli elettrici è la disponibilità della modalità di frenata (B Mode), o guida con un solo pedale. Essenzialmente si sta regolando il livello di rigenerazione che si ottiene dalle ruote quando si solleva l’acceleratore.

Nella Polestar 2, si può rotolare fino a un arresto, o attivare l’impostazione della modalità “Creep” attraverso lo schermo dell’infotainment e il veicolo si muoverà lentamente senza che il pedale dell’acceleratore sia necessario. Io guido la maggior parte dei veicoli elettrici con l’impostazione di frenata più aggressiva, perché è la modalità più efficiente e più divertente da impiegare nel traffico di Los Angeles. Mentre la maggior parte delle persone può trovare l’impostazione più alta della Polestar 2 un po’ sorprendente, dopo alcuni minuti di abituarsi, diventa intuitiva da usare. Ho comunque disattivato la funzione “Creep” perché sembrava innaturale quando accoppiata con la modalità di frenata rigenerativa.

Ho anche trascorso il 90% del mio tempo al volante utilizzando l’impostazione più aggressiva dello sterzo, chiamata “Firm”. Essenzialmente il sistema cambia il rapporto di sterzata in base all’impostazione scelta. Firm offre la risposta più diretta, mentre le impostazioni più morbide fanno sentire la Polestar un po’ più roly-poly e lenta a rispondere.

Diritto di riparare, ricondizionare, riciclare

Polestar non fa mistero del suo impegno per una produzione e materiali più verdi. A tal fine, l’azienda sta considerando proattivamente l’intero ciclo di vita delle batterie dei suoi veicoli. Secondo Parker, l’azienda usa la blockchain per tracciare l’estrazione del cobalto per le sue batterie e sta cercando di usare il sistema per tracciare altri elementi usati nella costruzione dei suoi veicoli.

Oltre a questo, Polestar ha anche pensato in modo relativamente completo al ciclo di vita della batteria e del proprietario.

I pacchi impilati nel motore Polestar 2 Single possono essere sostituiti individualmente quando le parti si guastano. Parker ha detto che se un componente si guasta, l’azienda raccoglie quel materiale per formare un sistema a circuito chiuso. “Stiamo esplorando la rifabbricazione e il riutilizzo di quei componenti che ritornano”, ha detto. Polestar offre anche istruzioni complete per la riparazione e l’accesso a un catalogo di parti che i proprietari possono acquistare direttamente dall’azienda stessa.

I prezzi per il motore Polestar 2 Single partono da 45.900 dollari e i veicoli saranno disponibili a partire da gennaio 2022, senza includere la tassa di destinazione o le tasse. Con l’incentivo fiscale federale di 7.500 dollari – così come gli incentivi di alcuni stati – quel prezzo può scendere a circa 35.000 dollari (di nuovo non includendo le tasse e la tassa di destinazione).

Source link