Brittany Gould, indossando una maschera nera con una finestra trasparente attraverso la quale si poteva vedere la sua bocca, si è strozzata mentre raccontava alla corte la sua esperienza con Theranos nel 2014. Aveva usato i test dell’azienda perché erano economici – la sua lingua era “conveniente” – e i risultati le dissero, erroneamente, che stava abortendo. Sarebbe stato il suo quarto aborto di fila.

La difesa in US v. Elizabeth Holmes ha bloccato la testimonianza di Gould sull’impatto emotivo del cattivo test, così i giurati non hanno sentito come questo l’abbia colpita. Ma “la perdita di tutti questi bambini e gravidanze, e passare attraverso l’esperienza di pensare che ne sto perdendo un altro, è molto,” Gould ha detto a Il Wall Street Journal in un’intervista prima del processo.

I cattivi risultati di Gould sono il primo esempio nel mondo reale di come i test di Theranos abbiano colpito i pazienti. Finora abbiamo sentito dai dipendenti parlare di cattivi laboratori e risultati imprecisi – ma non abbiamo visto persone comuni le cui vite sono state colpite da questi.

Gould è tra i pazienti che il governo chiamerà a testimoniare contro Holmes, che sta affrontando 10 accuse di frode telematica e due di cospirazione per commettere frode telematica. Ma è difficile sapere esattamente quanti pazienti hanno ricevuto risultati negativi. Anche se c’era un database aziendale di milioni di risultati, era criptato e il governo non ha ottenuto la password per accedervila versione originale del database è stata distrutta.

La Gould è andata da Walgreens, che ospitava i centri benessere Theranos, e “mi sono fatta punzecchiare il dito”, ha testimoniato. A parte il test del dito, l’esperienza è stata irrilevante – finché non è arrivato il risultato sbagliato. La sua infermiera ha chiamato la Gould e ha dovuto darle la brutta notizia che sembrava che stesse abortendo.

Sebbene il momento di Gould alla sbarra sia stato breve, la sua infermiera, Audra Zachman, ha testimoniato più a lungo. La Zachman aveva ricevuto il materiale promozionale di Theranos nel suo studio, Southwest Contemporary Women’s Care. Theranos è stato “molto eccitante” quando ne ha sentito parlare per la prima volta, soprattutto perché l’azienda si è offerta di installare un laboratorio sotto uno degli uffici dello studio.

I precedenti aborti della Gould significavano che la sua gravidanza era considerata ad alto rischio, così Zachman ha ordinato i test per l’hCG, un ormone importante in gravidanza. In una gravidanza normale, il suo valore raddoppia ogni 48-72 ore, ha detto Zachman. Gould ha fatto prima un test da Quest il 30 settembre 2014, con un valore di 1.005. Poi, il 2 ottobre, un test Theranos ha mostrato che i suoi livelli erano balzati a 12.558; il 4 ottobre, un altro test Theranos ha mostrato che quei valori erano crollati a 125,58.

Mentre Zachman disse alla Gould che i valori del test suggerivano un aborto spontaneo, disse anche alla Gould di continuare a prendere le vitamine prenatali e di fare un altro test. Questo test, da Quest, il 6 ottobre, mostrò risultati coerenti con una gravidanza normale. Lo stesso vale per il valore successivo di Quest.

Quei risultati “spiccavano come una bandiera rossa” su Theranos, ha detto Zachman. Non aveva mai visto nulla di simile ai risultati ricevuti da Gould.

Zachman si lamentò con Theranos, e apparentemente corrispose con il fratello di Holmes, Christian. Ha incolpato il processo di inserimento dei dati, non il test. Ma i valori corretti erano comunque preoccupanti, poiché erano gli stessi dei risultati del 2 ottobre. Di solito, quando l’hGC non sale, questo indica una gravidanza ectopica, dove il feto si è impiantato fuori dall’utero.

Poiché Zachman non ha ricevuto una spiegazione che la soddisfacesse da Theranos, ha smesso di indirizzare i pazienti lì. Tuttavia, ha continuato a ricevere risultati da Theranos perché i suoi pazienti li portavano; non avevano bisogno di un ordine del medico per ottenere un prelievo di sangue.

Nel controinterrogatorio, Zachman ha testimoniato una serie di misure correttive offerte da Theranos – che hanno fatto sembrare l’azienda come uno di quei venditori di Amazon che ti implorano di rimuovere la tua cattiva recensione. Vedete, Zachman sedeva nel consiglio della Southwest Contemporary Women’s Care che valutava i nuovi prodotti. Così Theranos si è offerta di eseguire, e ha eseguito, uno studio su 30 persone confrontando i suoi risultati con quelli di Quest e di un laboratorio terzo. Christian Holmes le offrì il suo indirizzo e-mail privato e il suo numero di telefono. Le fu anche offerto un incontro con Elizabeth Holmes.

Quando sono arrivati i risultati dello studio di Theranos, condotto con il suo datore di lavoro, Zachman non ha ancora indirizzato i pazienti a Theranos e dice che i suoi colleghi in gran parte non l’hanno fatto. L’esperienza con Gould è stata così stridente per lei – sia come operatore sanitario che come donna, ha detto – che lo studio non ha potuto convincerla a utilizzare i test.

Gould non ha più usato nemmeno Theranos. “Non si può fornire un’assistenza accurata ai pazienti con risultati imprecisi”, ha detto alla sbarra.

Ma tra ottobre 2015 e ottobre 2016, Theranos ha fatto altri 300 test hCG per i pazienti della Southwest Contemporary Women’s Care, secondo le prove della difesa.

Ovviamente, l’obiettivo era quello di smussare l’impatto della testimonianza di Zachman; la difesa non ha interrogato Gould. La domanda che la difesa voleva che i giurati si ponessero, sembrava, era: “Theranos andrebbe oltre – con lo studio e così via – se fosse davvero una frode?”

La testimonianza della mattina è stata simile: Surekha Gangakhedkar, che aveva precedentemente sviluppato dei test alla Theranos e che si era licenziata per le sue preoccupazioni di portare quei test ai pazienti, è stata controinterrogata. In primo luogo, la difesa ha cercato di stabilire che aveva fatto un lavoro reale e buono con le aziende farmaceutiche Centocor e Celgene.

La difesa ha anche mostrato e-mail di Holmes che si congratulavano con Gangakhedkar per il suo lavoro, una delle quali è arrivata alle 12:20 di un mercoledì.

Poi, per dimostrare che Theranos aveva preso sul serio i suoi test, sono stati introdotti una serie di documenti che Gangakhedkar aveva firmato. Questi rapporti descrivevano in dettaglio come i test erano stati sviluppati, ed erano voluminosi. Ma quei documenti non sono la stessa cosa di ciò che è richiesto per ottenere l’approvazione dei test sui pazienti.

Questi documenti sono stati utilizzati anche per puntare il dito contro i direttori di laboratorio come responsabili finali dei test.

Con Gangakhedkar, come con Zachman, Holmes fu presentato come il “buon capo” che voleva solo fare le cose per bene. Non erano solo le email di elogio. Holmes ha approvato una vacanza di un mese in modo che Gangakhedkar potesse portare la sua famiglia a incontrare la famiglia allargata in India. E quando Gangakhedkar si è licenziata, Holmes ha cercato di dissuaderla. Holmes ha offerto un congedo, e ha chiesto se c’era qualcos’altro che poteva fare per far rimanere Gangakhedkar.

Balwani, al contrario, fu dipinto come il “cattivo capo”, che aveva ripetutamente sminuito il lavoro della squadra di Gangakhedkar.

Le testimonianze di Zachman e Gangakhedkar sembravano simili – quando qualcosa andava male, Theranos o Holmes cercavano di sistemarlo. Ma una cosa spiccava: Gould non aveva una storia simile. Lei era la più colpita dai cattivi risultati dei test, non Zachman. E Theranos sapeva che i cattivi risultati appartenevano a lei.

Mentre a Zachman è stato offerto il numero di telefono di Christian Holmes e un incontro con Elizabeth Holmes, Gould non ha testimoniato nulla di simile. Forse non era abbastanza importante per Theranos da voler conquistare. Dopo tutto, era solo una paziente.

Source link