In tutto il mondo In tutto il mondo, le autorità di regolamentazione stanno cercando di affrontare l’elefante da un trilione di dollari nella stanza: il mercato degli asset digitali. Poiché la criptovaluta è un’industria nascente che attualmente esiste in gran parte al di fuori dei quadri giuridici, si trova ancora in acque torbide e gli operatori del settore – e non solo – sembrano volere linee guida e chiarezza per andare avanti.

Una proposta di legge sulla crittografia, sponsorizzata dai senatori statunitensi Cynthia Lummis, repubblicana del Wyoming, e Kirsten Gillibrand, democratica di New York, ha l’obiettivo di installare dei binari guida intorno allo spazio degli asset digitali. Il di 69 pagine, bipartisan è completo e affronta molti aspetti dei mercati delle criptovalute.

Tra gli aspetti più rilevanti della proposta vi sono:

“Questa proposta di legge cerca di fare tutto, e questo potrebbe essere il suo più grande ostacolo”. Christopher LaVigne, co-presidente del settore cripto, Withers

  • Le transazioni in criptovalute di importo pari o inferiore a 200 dollari sono esenti da imposte.
  • Definizione di linee guida per differenziare le criptovalute in merci o titoli (la maggior parte di esse rientrerebbe nella categoria delle merci, secondo il disegno di legge).
  • Sostenere le stablecoin con una valuta monetaria 1:1, orientandosi verso “il 100% di riserve, il tipo di attività e i requisiti di divulgazione dettagliata per tutti gli emittenti di stablecoin di pagamento”.
  • Concedere alla Commodity Futures Trading Commission degli Stati Uniti la giurisdizione esclusiva del mercato a pronti sulle criptovalute definite come materie prime.
  • Definire la U.S. Securities and Exchange Commission e la CFTC come i principali organi di controllo dell’industria degli asset digitali.

“Il disegno di legge è importante perché rappresenta un passo nella giusta direzione per la legislazione e la definizione di ‘cripto’, di cosa sia un ‘asset crittografico’ e di come sarà la regolamentazione”. Nick Donarski, fondatore e CTO di Sistema ORE, ha dichiarato a TechCrunch.

“Ma allo stesso tempo, il disegno di legge, come altri disegni di legge relativi alle criptovalute, avrebbe più probabilità di essere diviso per raccogliere abbastanza sostegno per farlo passare”.

Dare potere alla CFTC

“C’è molto colore qui ed è piuttosto eccitante”. Ken Goodwin, direttore degli affari normativi e istituzionali di Gruppo Intelligence Blockchain, ha dichiarato a TechCrunch. Concedendo alla CFTC la supervisione della maggior parte degli asset digitali, si crea un precedente e si dà all’agenzia una maggiore convalida, ha affermato.

Goodwin ha lavorato a Wall Street per oltre 20 anni e ha trascorso gli ultimi otto anni nello spazio blockchain. Nonostante il suo background sia nella finanza tradizionale che nelle criptovalute, ha dichiarato di essere sorpreso dal posizionamento della CFTC nella proposta di legge.

“Non avrei mai sospettato [CFTC] di essere in prima linea in questo campo; pensavo che l’autorità di regolamentazione sarebbe stata la SEC”, ha detto Goodwin. “Anche se questa legge non passerà, la gente guarderà alla CFTC per fornire indicazioni”.

Source link