Foto: Michael M. Santiago (Getty Images)

DoorDash ha ampliato la consegna di alcolici in modo che più persone possano bere a casa. Se questo non vi è familiare, non avete conosciuto la vergogna fino a quando non siete rimasti lì in pigiama con la porta spalancata, armeggiando con il vostro ID mentre un Dasher tiene la vostra borsa di margarita preconfezionata. L’isolamento è stato duro per tutti noi.

“DoorDash è orgogliosa di offrire un’ampia selezione di bevande per tutte le occasioni speciali”, aggiunge. Sì. Occasioni “speciali”. Grazie.

Lunedì, DoorDash ha annunciato in un comunicato stampa che ora ha portato la sua consegna di alcool a 20 stati, il distretto di Columbia, il Canada e l’Australia, rendendo la consegna di alcolici tramite app disponibile a “100 milioni di clienti in tutto il mondo”. (E se avete avuto qualche preoccupazione circa la trasformazione di DoorDash in un bar per minorennivi assicura che sta anche collaborando con Responsibility.org e Students Against Destructive Decisions (SADD) per promuovere la sicurezza).

DoorDash ha detto a Gizmodo via e-mail che nessuna delle posizioni è necessariamente nuova oggi, ma questo è più di un rapporto sui progressi. Prima della pandemia, ha detto, la consegna di alcolici era disponibile solo in parti molto limitate della California. Dallo scorso aprile, ha iniziato a consegnare alcol in Australia, Canada, California, New York, Washington, Texas, Illinois, Massachusetts, Virginia, Florida, Idaho, Arizona, Minnesota, Ohio, Connecticut, DC, Kentucky, Tennessee, Michigan, Iowa, Oregon, Missouri e Nebraska.

Quest’estate, l’applicazione ha anche lanciato una scheda “alcol”, che (a New York) porta a negozi di vino e liquori. Per ottenere alcolici da DoorDash, è necessario devi caricare una foto del tuo ID, e DoorDash dice che offusca tutto tranne la tua foto e la data di nascita. Il Dasher userà questo per poi controllare il tuo ID di persona.

Alcune aree, come New York City, in precedenza permettevano la consegna di alcolici dai negozi di liquori, con bottiglie sigillate, attraverso app come Minibar e Drizly, ma i cocktail da asporto e la consegna da bar e ristoranti erano limitati o vietati. (Uber ha acquistato Drizly all’inizio di quest’anno per 1,1 miliardi di dollari). Durante il blocco, ABC News ha riferito39 stati hanno allentato le loro politiche di consegna dei cocktail, e a luglio, 11 stati non erano ancora tornati completamente alle regole di consegna precedenti alla chiusura.

Nel comunicato, l’azienda ha anche sottolineato che sta lavorando con i ristoranti per “supportare la legislazione” che permette la consegna di alcolici, anche se DoorDash si posiziona come un alleato dei ristoranti è una merda di cavallo. L’azienda, insieme ad altri, ha combattuto le città che hanno implementato tetti alle tasse e ha fatto causa a New York City su di loro all’inizio di questo mese. I cocktail to-go e di consegna hanno salvato i ristoranti, hanno detto in molti, in un momento in cui erano in balia di app di consegna che scremato i loro sottili margini e altro ancora. Fortunatamente per i sostenitori dell’alcol di consegna, almeno la vasta infrastruttura di lobbying di DoorDash potrebbe aiutare a mantenere il rubinetto che scorre.

.

Source link