Intuit, la società madre del software di dichiarazione dei redditi TurboTax, sta uscendo da un programma IRS che consente a molti americani di presentare le proprie tasse gratuitamente. L’IRS collabora con il Alleanza file gratuita Free, una coalizione senza scopo di lucro di software fiscale aziende che offrono servizi di dichiarazione dei redditi gratuiti per il programma Free File. Intuit dice in un post sul blog sul suo sito Web quella parte del motivo per cui sta lasciando Free File, che è disponibile per i filer del 2020 con reddito lordo rettificato di $ 72.000 o meno— è il “vincolo” del programma.

“Con il programma Free File che supera i suoi obiettivi fondanti di e-file e preparazione fiscale gratuita, e a causa dei limiti del programma Free File e delle richieste contrastanti da parte di coloro che sono al di fuori del programma, non siamo in grado di continuare nel programma e fornire tutti dei vantaggi che possono aiutare i consumatori a fare più soldi, risparmiare di più e investire per il futuro”, secondo il post sul blog.

I lettori possono ricordare che una serie di rapporti di ProPublica ha scoperto che Intuit e H&R Block avevano indotto in errore i filer a pagare per presentare le loro tasse. Le aziende hanno mantenuto le versioni gratuite del loro software da apparire nei risultati dei motori di ricerca, secondo ProPublica, rendendoli più difficili da trovare online. L’IRS dopo revisionato il file gratuito programma, rimuovendo una disposizione dell’accordo che vietava all’agenzia di creare un proprio sistema di archiviazione online che sarebbe stato in concorrenza con i prodotti delle società di software.

Il post sul blog di Intuit afferma che la società lascerà il programma Free File alla fine della stagione fiscale in ottobre perché vuole “fornire maggiori benefici finanziari e consentire agli americani di tutti i livelli di reddito di assumere il controllo delle proprie finanze”.

Intuit ha concluso l’acquisizione della società di monitoraggio del punteggio di credito Credit Karma per $ 7,1 miliardi a dicembre 2020. L’accordo ha attirato l’attenzione del Dipartimento di Giustizia, preoccupato per potenziali problemi antitrust; Il credito Karma ha iniziato a offrire la propria versione di dichiarazione dei redditi gratuita nel 2017.

Source link