Sydney, con sede in Australia Cibo da favola è l’ultima startup alimentare a base vegetale ad annunciare il finanziamento. L’azienda, che utilizza i funghi nelle sue alternative alla carne, ha raccolto $ 6,5 milioni di AUD (circa $ 4,8 milioni di dollari) in un seed round guidato da Blackbird Ventures, la società di venture capital australiana il cui portafoglio comprende anche Canva, Culture Amp e SafetyCulture. Tra gli altri partecipanti c’erano AgFunder, società di venture tech nel settore agricolo e alimentare, Aera VC e Better Bite Ventures, incentrata sulla sostenibilità, insieme all’importatore di prodotti agricoli con sede a Singapore Ban Choon Marketing e l’ex partner di Sequoia Capital Warren Hogarth.

Fable si prepara al lancio negli Stati Uniti entro la fine di quest’anno. In Australia, i suoi prodotti sono disponibili presso rivenditori come Woolworths, Coles e Harris Farm Markets, insieme a ristoranti tra cui Grill’d, che di recente ha iniziato a servire il suo Meaty Mushroom Burger Pattie in 136 sedi. I prodotti Fable sono disponibili anche nei ristoranti di Singapore e del Regno Unito.

La startup è stata fondata nel 2019 dallo chef raffinato diventato ingegnere chimico e micologo (scienziato dei funghi) Jim Fuller, dal coltivatore di funghi biologici Chris McLoghlin e Michael Fox, la cui precedente startup era Shoes of Prey.

Fox, l’amministratore delegato di Fable, ha dichiarato a TechCrunch in una e-mail che dopo essere stato vegetariano per sei anni, è recentemente diventato vegano “per un mix di motivi di salute, ambientali ed etici”.

“Parlando con i miei amici e la mia famiglia, molte persone vogliono ridurre il consumo di carne per gli stessi motivi, ma lo trovano difficile perché amano il gusto e la consistenza della carne e rinunciarvi è difficile”, ha detto Fox. Voleva trovare un modo per rendere più facile per le persone il passaggio a cibi a base vegetale e ha parlato con diversi chef che hanno suggerito di utilizzare i funghi come ingrediente base. Poi Fox ha incontrato Fuller e McLoghlin, che stavano sviluppando alternative alla carne usando i funghi.

“Quando ci siamo incontrati, ci siamo resi conto che condividevamo gli stessi valori e obiettivi e avevamo competenze complementari”, ha detto Fox. “Condividevamo il desiderio comune di aiutare a porre fine all’agricoltura industriale e volevamo rendere il nostro sistema alimentare più etico, sano, sostenibile e ridurre le emissioni di gas serra”.

I primi prodotti di Fable includono un sostituto per maiale sfilacciato, manzo brasato e petto di manzo (Fuller è cresciuto in Texas mangiando carni cotte lentamente e voleva ricreare l’esperienza), insieme a una linea di piatti pronti. L’azienda utilizza funghi shiitake, che Fox ha spiegato sono “molto saporiti con i loro aromi naturali di umami, sono un fungo a crescita lenta, quindi hanno naturalmente le fibre carnose che danno il morso carnoso che si ottiene tipicamente dalle proteine ​​​​animali e hanno la giusta sostanza chimica composizione che una volta cotta ci permette di assaporare sapori che si ritrovano nei prodotti di origine animale”.

I piatti pronti di Fable. Crediti immagine: Favola

Fuller ricopre il ruolo di chief science officer di Fable e la startup sfrutta la sua esperienza come chef/ingegnere chimico/micologo per creare le giuste combinazioni di sapore, aroma e consistenza, mantenendo al minimo la lavorazione e gli ingredienti. Ad esempio, la sua alternativa al brasato di manzo è fatta con funghi shiitake, altri sette ingredienti e sale e pepe.

Fable ha anche annunciato oggi di aver nominato Dan Joyce, che in precedenza era direttore generale per l’Europa, il Medio Oriente e l’Africa della società di software di sicurezza e conformità SafetyCulture, come chief growth officer a capo delle vendite e del marketing globali. Verrà lanciato negli Stati Uniti attraverso una combinazione di partnership con ristoranti e aziende di kit pasto.

Altre startup che utilizzano i funghi come base per alternative alla carne includono Meati e Infine. Fox ha detto che una differenza principale è che queste due startup fermentano il micelio, o la struttura radicale dei funghi, invece di usare i funghi, che sono il corpo fruttifero dei funghi.

I nuovi finanziamenti di Fable verranno utilizzati per la ricerca e lo sviluppo, ampliando la propria capacità produttiva e manifatturiera in Australia e in altri paesi. La società sta mantenendo nascosta la sua pipeline di prodotti per ora, ma Fox ha affermato che prevede di sviluppare sostituti a base di funghi per maiale, pollo, agnello e altre proteine ​​animali.

Source link