UrbanbaseUna società con sede a Seul che sviluppa una piattaforma di dati spaziali 3D per la pianificazione e la progettazione di interni, ha annunciato oggi di aver raccolto 11,1 milioni di dollari (13 miliardi di won) in un round di Serie B+, mentre sta scalando.

Questo round di finanziamento è stato guidato da Hanwha Hotel & Resort, che è una filiale del conglomerato sudcoreano Hanwha Corporation.

Urbanbase, fondata nel 2013 dall’amministratore delegato ed ex architetto Jinu Ha, ha raccolto 20 milioni di dollari (circa 23 miliardi di won) in totale.

Gli investitori esistenti non si sono uniti a questo round. L’azienda aveva raccolto un finanziamento di serie A di 1,8 milioni di dollari e un ulteriore 1,2 milioni di dollari nel 2017 e il suo primo round di serie B nell’aprile 2020, da finanziatori che includevano Shinsegae Information & Communication, Woomi Construction, SL Investment, KDB Capital, Shinhan Capital, Enlight Ventures, CKD Venture Capital e Breeze Investment, ha detto Ha.

L’ultimo finanziamento sarà utilizzato per migliorare il suo SaaS B2B, investendo in R&D per la realtà virtuale avanzata (VR), la realtà aumentata (AR) e gli strumenti 3D, che sono considerati tecnologie di base del metaverso che è il suo nuovo business in cui Urbanbase intende entrare, secondo Ha. La dimensione del mercato globale del metaverso è proiettata ad aumentare di 280 miliardi di dollari entro il 2025 da 30,7 miliardi di dollari nel 2021, in base al rapporto di Strategy Analytics.

Le aziende che si concentrano sulle opportunità nel cosiddetto “metaverso” sono cresciute come parte di un approccio di nuova generazione per costruire modelli di business praticabili in aree come la realtà virtuale e aumentata, e tutto l’hardware e il software e le nuove tecnologie che vengono costruite per loro. Le grandi corporazioni tecnologiche, che vanno da Facebook, Intel a Microsoft, stanno puntando a muoversi nell’area. Anche Apple è entrata nell’area della realtà virtuale, lavorando allo sviluppo di una cuffia VR di fascia alta.

Urbanbase prevede anche di aggiornare la sua piattaforma software per interni domestici, Urbanbase Studio, che ha funzioni per trasformare immagini 2D di spazi interni in visualizzazioni 3D tramite l’algoritmo brevettato di Urbanbase, visualizzare prodotti interni in realtà aumentata e analizzare immagini spaziali basate sulla tecnologia AI.

Urbanbase dichiara 50.000 utenti attivi mensili con 70.000 utenti B2C registrati. L’azienda ha circa 50 clienti B2B.

“La maggior parte dei nostri clienti B2B sono grandi conglomerati in Corea del Sud e Giappone, per esempio, LG Electronics, la giapponese Mitsubishi Real Estate Service, Nitori Holdings, Dentsu Group e SoftBank, ma vorremmo estendere la nostra base di clienti B2B alle piccole e medie imprese e portare più utenti B2C dopo aver chiuso il finanziamento della Serie B+”, ha menzionato Ha.

Urbanbase sta cercando un obiettivo di acquisizione nei settori prop-tech e tecnologia delle costruzioni, ha detto a TechCrunch. Urbanbase attualmente si concentra sullo sviluppo degli strumenti interni per i condomini, perché circa il 70-80 per cento del totale delle famiglie in Corea del Sud e Giappone vive in appartamenti, ha detto Ha, aggiungendo che diversificherà il suo portafoglio acquisendo una startup che copre diversi tipi di residenza.

Attualmente gestisce la piattaforma in coreano e giapponese, ma aggiungerà il servizio in lingua inglese prima di entrare a Singapore alla fine del 2021, ha detto Ha.

Source link