Maratona Educazione è stata creata dopo che i suoi fondatori si sono resi conto che l’educazione dopo-scuola in Vietnam non si era evoluta molto da quando erano bambini. Alcuni dei centri di insegnamento più popolari nelle grandi città insegnano a centinaia di studenti contemporaneamente. “Sono stipati come sardine e questo davvero non è cambiato negli ultimi uno o due decenni quando sono andato a questo tipo di classi in Vietnam”, ha detto il co-fondatore Pham Duc.

Pham ha lanciato Marathon sei settimane fa con suo cognato Tran Viet Tung per rendere il doposcuola più accessibile in Vietnam. Oggi la startup annuncia di aver raccolto 1,5 milioni di dollari in finanziamenti pre-seed guidati da Forge Ventures (un nuovo fondo lanciato da Alto Partners), con la partecipazione di investitori tra cui Venturra Discovery e iSeed SEA.

Marathon è attualmente concentrata sui corsi di matematica e scienze per i gradi sei a 12 del Curriculum Nazionale sviluppato dal Ministero dell’Istruzione e della Formazione del Vietnam (MOET), e alla fine coprirà tutte le materie MOET.

Prima di fondare Marathon, Pham era un investitore di TPG Global, mentre Tran è un imprenditore seriale le cui precedenti startup includono le piattaforme di viaggio Triip.me e Christina’s. Entrambi sono cresciuti ad Hanoi e hanno trascorso gran parte della loro infanzia frequentando centri di apprendimento doposcuola.

Circa il 50% al 70% degli studenti K-12 frequentano i corsi di doposcuola, ma il settore è molto frammentato, dice Pham. Molti centri di apprendimento sono gestiti da ex insegnanti della scuola pubblica e sono raggruppati nelle grandi città.

“Se parli con gli studenti, penso che il problema più grande che stiamo vedendo è l’accessibilità”, ha detto Pham. “Se sei uno studente di Hanoi e Ho Chi Minh City, non c’è garanzia di poter entrare in classi gestite da tutor di alto livello”. Nel frattempo, gli studenti di altre aree spesso viaggiano verso le città Tier 1 prima di test importanti, come gli esami di ammissione all’università, soggiornando in un ostello per circa un mese mentre frequentano i corsi di preparazione.

Per gli insegnanti, gestire un centro significa gestire compiti amministrativi come il marketing, le ammissioni e le comunicazioni con i genitori, il che riduce il tempo che dedicano alla progettazione dei loro corsi. Quando l’attuale chiusura del COVID-19 è iniziata qualche mese fa, hanno dovuto passare rapidamente alle piattaforme di insegnamento online.

Quando gli insegnanti si uniscono a Marathon, l’azienda si fa carico dei compiti amministrativi. Il suo modello online significa anche che possono raggiungere più studenti, anche in altre città. Pham dice che gli insegnanti che passano dai centri offline a Marathon possono potenzialmente aumentare i loro guadagni da due a tre volte.

Prima di unirsi a Marathon, gli insegnanti passano attraverso un processo di screening, tra cui quanti dei loro precedenti studenti hanno superato gli esami o migliorato i loro voti. Marathon li accoppia con assistenti didattici che lavorano direttamente con gruppi di circa 20-25 studenti durante le lezioni online, rispondendo alle domande tramite instant messenger, e poi gestiscono sale di pausa per esaminare le lezioni in dettaglio.

Marathon ha lanciato prima a Ho Chi Minh City e la sua strategia di espansione terrà conto delle differenze culturali tra il nord e il sud del Vietnam. Per esempio, troverà tutor con accenti regionali, e adatterà le sue strategie di marketing.

“Ci concentreremo sugli insegnanti e sul curriculum separatamente, perché le due regioni sono abbastanza diverse. I genitori del sud sono più sperimentali e più disposti a provare nuovi servizi. I genitori del nord fanno molto affidamento sulla loro rete e sul passaparola, quindi sono più cauti nel provare quello che stiamo facendo”, ha detto Tran. “Quindi, quando serviamo il nord e il sud, serviamo gruppi distinti di clienti”.

Marathon prevede di continuare il suo modello solo online dopo la fine delle serrate e i ragazzi tornano alle lezioni di persona per la scuola normale. “Dopo un anno di chiusura intermittente, abbiamo notato che c’è stato un netto cambiamento nel comportamento dei genitori. Sono molto più ricettivi all’apprendimento online. In questo momento, anche se c’è un blocco, i tassi di frequenza sono del 99%”, ha detto Pham. “In futuro, penso che l’online sia la strada da percorrere ed è molto più scalabile, quindi vogliamo concentrare la nostra strategia su questo”.

Source link