Argo AI, una startup di veicoli autonomi sostenuta sia da Ford che da Volkswagen, ha licenziato circa 150 dipendenti, come riportato in precedenza da Bloomberg e Il Wall Street Journal. La mossa dovrebbe compensare un periodo di rapida crescita, in cui l’azienda ha assunto più dipendenti del necessario.

“Con l’incredibile crescita e i progressi compiuti nella nostra missione di distribuzione di veicoli senza conducente, stiamo apportando modifiche prudenti al nostro piano aziendale per proseguire al meglio sulla strada del successo”, ha dichiarato Argo AI in una dichiarazione inviata via e-mail e ottenuta da Bloomberg. The Verge ha contattato Argo AI con una richiesta di commento, ma non ha ricevuto risposta immediata.

Come notato dal WSJ, i licenziamenti rappresentano circa il 6% del team di 2.000 persone dell’azienda di Pittsburgh. Argo AI è stata fondata nel 2016 da Bryan Salesky, ex responsabile dello sviluppo hardware dei veicoli autonomi (AV) di Google, e da Peter Rander, che in precedenza ha ricoperto il ruolo di responsabile dell’ingegneria per il ramo di Uber dedicato alla guida autonoma. Ford ha investito 1 miliardo di dollari nell’azienda nel 2017 e Volkswagen ha fatto seguito con un investimento di 2,6 miliardi di dollari nel 2020.

Questi finanziamenti hanno permesso all’azienda di sviluppare la propria attività AV in diverse città statunitensi e all’estero. Argo AI sta attualmente testando veicoli completamente autonomi a Miami e Austin e prevede di collaborare con Lyft in entrambe le città. Sta inoltre collaborando con Walmart per implementare un servizio di consegna senza conducente a Miami, Austin e Washington D.C. e sta lavorando per raggiungere l’obiettivo di lanciare un servizio di rideshare automatizzato con Volkswagen in Germania entro il 2025.

Source link