Gli hacker hanno preso di mira l’ecosistema Solana, prosciugando i fondi di criptovaluta da migliaia di portafogli collegati. Attacchi di questo tipo sono comuni tra le piattaforme blockchain, ma la notizia è comunque significativa visto l’apprezzamento che Solana ha suscitato come uno degli ecosistemi più veloci ed economici per la compravendita di asset digitali.

Account Twitter ufficiale di Solana ha detto che circa 7.767 portafogli sono stati colpiti dall’attacco, compresi quelli gestiti dalle terze parti Phantom e Slope. La società non ha spiegato la causa dell’attacco, ma ha fatto notare che non ci sono prove che i portafogli hardware (quelli non connessi a Internet) siano stati colpiti.

“Gli ingegneri stanno attualmente collaborando con diversi ricercatori di sicurezza e team dell’ecosistema per identificare la causa principale dell’exploit, che al momento è sconosciuta”, ha dichiarato la società in un tweet.

Su Twitter, tuttavia, il cofondatore di Solana, Anatoly Yakovenko, è sceso un po’ più nei dettagli, suggerendo che l’hackeraggio sembrava un attacco alla catena di approvvigionamento che ha preso di mira sia le applicazioni iOS che quelle Android (il che significa che gli aggressori hanno sfruttato qualche punto debole nelle app collegate o nelle estensioni del browser).

Sembra che gli hacker siano riusciti a rubare sia la criptovaluta di Solana (SOL) che alcune compatibili con la blockchain di Solana, come la stablecoin USD Coin (USDC). Poiché l’attacco è in corso, il valore delle attività rubate non è chiaro, ma i rapporti di analisti indipendenti e imprese di sicurezza suggeriscono che attualmente si tratta di milioni di dollari a una sola cifra.



Source link