La capsula Crew Dragon di SpaceX con a bordo quattro privati cittadini è precipitata attraverso l’atmosfera terrestre sabato sera e si è schizzata al largo della costa orientale della Florida, chiudendo la prima missione interamente civile della società nello spazio. L’equipaggio Inspiration4 – il finanziatore miliardario della missione Jared Isaacman, il geologo Sian Proctor, l’assistente medico Haley Arceneaux e l’ingegnere dei dati Chris Sembroski – è diventato il primo equipaggio a frequentare l’orbita terrestre senza nessun astronauta addestrato professionalmente.

La zona di ammaraggio dell’equipaggio nell’Oceano Atlantico era a circa 30 miglia a est del Kennedy Space Center della NASA, dove è stato lanciato nello spazio in cima al razzo Falcon 9 di SpaceX mercoledì. A partire da circa 7:02PM ET, Crew Dragon ha dispiegato due set di paracadute – un set iniziale di due, e un set finale di quattro – per facilitare la sua discesa verso l’oceano. Lo splashdown è avvenuto alle 19:06 circa ET. Le squadre di recupero di SpaceX si sono precipitate verso la capsula con delle barche per recuperare l’equipaggio.

“Grazie mille SpaceX, è stato un gran bel viaggio per noi, e abbiamo appena iniziato” ha detto Isaacman al controllo missione di SpaceX subito dopo lo splashdown.


Crew Dragon, che trasporta quattro passeggeri, schizza giù nell’Atlantico.
SpaceX

Dal lancio puntuale alle 8:02PM ET di mercoledì allo splashdown puntuale di sabato, la missione Inspiration4 è durata in totale 71 ore. Gli obiettivi del viaggio orbitale erano due: raccogliere 200 milioni di dollari per il St. Jude Children’s Hospital, una no-profit che ricerca il cancro e fornisce cure gratuite ai bambini con il cancro e altre malattie pericolose per la vita, e condurre uno studio scientifico su come i corpi dei passeggeri reagiscono alla microgravità. Dal lancio di mercoledì, St. Jude ha raccolto circa 20 milioni di dollari, mettendo la raccolta fondi totale a circa 153 milioni di dollari del suo obiettivo di 200 milioni di dollari, St.

Con l’equipaggio amatoriale legato all’interno, il Crew Dragon di SpaceX ha iniziato il suo processo di rientro completamente autonomo intorno alle 6:11PM ET, quando ha abbandonato il suo tronco e ha sparato una serie di propulsori per abbassarsi fuori dall’orbita e verso l’atmosfera terrestre. Un feed video in diretta dall’interno della capsula ha mostrato Sembroski approfittando di alcuni intrattenimenti in volo – un film stava giocando su un iPad legato al suo ginocchio.

Il viaggio di ritorno dell’equipaggio verso la Terra è apparso poco movimentato. Hanno attraversato un previsto, circa sette minuti di blackout delle comunicazioni con il controllo della missione di SpaceX in California a causa della guaina di plasma che si forma intorno alla capsula durante il rientro turbolento nell’atmosfera. Durante il rientro, l’esterno della navicella ha raggiunto temperature fino a 3.500 gradi Fahrenheit, ma l’equipaggio è stato mantenuto fresco dalle loro tute di volo e dall’aria condizionata rinforzata all’interno della capsula. Crew Dragon ha attraversato i cieli sopra il nord-est del Sud America e ha sfrecciato verso la costa di Cape Canaveral.

Una prima serie di due paracadute si è dispiegata come previsto, rallentando la capsula da 350 miglia all’ora a 100MPH. Quei paracadute sono stati lanciati meno di un minuto dopo ad un’altitudine di quasi 1.800 piedi e sostituiti da un altro dispiegamento di quattro paracadute principali, che hanno lavorato per rallentare la navicella a circa 15MPH all’ammaraggio.


Crew Dragon viene sollevato dall’acqua e collocato nel suo “Dragon nest” – un piccolo pad sulla nave di recupero di SpaceX.
SpaceX

La capsula è stata issata fuori dall’acqua e sulla barca “Go Searcher” di SpaceX circa mezz’ora dopo l’ammaraggio. Dopodiché, le squadre di recupero hanno aperto il portello del Crew Dragon e hanno guidato l’equipaggio su una piattaforma uno per uno, con Arceneaux in testa. Proctor è stato il prossimo, praticamente scanalando la sua strada sulla piattaforma. Sembroski e Isaacman la seguirono. L’uscita di Isaacman fu più che altro una passeggiata, le sue gambe tremavano un po’ mentre si adattava alla gravità terrestre. Saranno tutti controllati dal personale medico e riportati a terra in elicottero.

L’equipaggio era di buon umore dopo essere uscito dal Crew Dragon, il direttore della missione Inspiration4 Scott Poteet ha detto ai giornalisti durante una conferenza stampa post-splashdown. “Si stanno facendo dei selfie, si stanno divertendo, mangiano, bevono, si alzano e vanno in giro”.


Proctor esce
SpaceX

Durante i tre giorni di viaggio dell’equipaggio in orbita, a circa 363 miglia di altezza, hanno video-chattato con i pazienti del St. Jude, hanno suonato la campana della Borsa di New York e si sono tenuti in contatto con amici e familiari. Isaacman ha piazzato una scommessa di 4.000 dollari a Las Vegas che gli Eagles avrebbero vinto il Super Bowl, e in un altro punto, hanno chattato a distanza con Tom Cruise. Hanno messo su un breve talent show il Venerdì in un aggiornamento livestream – Sembroski inceppato su un ukulele, Proctor ha mostrato un disegno che ha fatto utilizzando un pacchetto di penne metalliche, e Arceneaux ha fatto capriole in microgravità. “Hayley è una campionessa nello spinning”, ha detto Proctor mentre Arceneaux si raggomitolava in una palla e iniziava a ruzzolare sul posto.

L’equipaggio ha raccolto dati per uno studio scientifico che esamina come la microgravità influenza il corpo umano. Durante il video di venerdì, Arceneaux ha mostrato un dispositivo che l’equipaggio stava usando per misurare la pressione cranica.

La capsula Crew Dragon, chiamata Resilience, era la stessa navicella che quasi un anno fa ha inviato un equipaggio di quattro persone di astronauti governativi alla Stazione Spaziale Internazionale e ritorno. Poche modifiche sono state apportate alla capsula oltre a una cupola di vetro che è stata installata dove normalmente si trova la porta di attracco della capsula, dando ai passeggeri una vista a 360 gradi dello spazio mentre sono in orbita. La metà superiore di circa tre passeggeri potrebbe facilmente entrare nella cupola.

Tutto è andato quasi senza intoppi, a parte un problema con il sistema di gestione dei rifiuti della capsula, o toilette. Questo era legato a “un problema con una ventola che fa parte del sistema”, ma è stato rapidamente risolto, il direttore della missione Inspiration4 Todd Ericson ha detto durante una conferenza stampa. Non ha offerto ulteriori dettagli sull’incidente. Un altro problema durante la missione ha coinvolto un sensore di temperatura associato a uno dei propulsori di Crew Dragon, ma un sensore di backup è entrato in funzione e ha funzionato bene, ha detto Benji Reed, direttore della gestione della missione dell’equipaggio di SpaceX. Nel complesso, è stata una “missione molto pulita dall’inizio alla fine”.

Insieme agli obiettivi ufficiali della missione, Inspiration4 ha anche dimostrato che i viaggi in orbita non sono più solo per gli astronauti del governo. Altre missioni seguiranno, compresa la prima missione privata verso la ISS il prossimo anno. La società che ha mediato quel viaggio, Axiom Space, ha già firmato per altri tre viaggi verso la ISS sul Crew Dragon di SpaceX.

“Benvenuti nella seconda era spaziale”, ha detto Ericson.

Source link