Equity crowdfunding – o community raises, come preferiscono chiamarlo le piattaforme di raccolta fondi coinvolte – è cresciuto costantemente negli ultimi anni. Regolamenti Il processo continua ad evolversi a favore del mercato e il calo dei fondi di venture del 2022 potrebbe essere l’ultimo tassello necessario per placare definitivamente i detrattori della strategia di raccolta fondi.

Quest’anno si preannuncia monumentale per l’equity crowdfunding, che prevede la raccolta di capitali attraverso depositi specifici presso la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti, tra cui Reg CF e Reg Ada un mix di investitori che non devono essere accreditati.

Negli ultimi anni, l’equity crowdfunding si è liberato di gran parte dello stigma che implicava che solo le aziende non abbastanza valide per il VC potessero raccogliere fondi in questo modo. Alcuni VC tradizionali hanno persino fatto scouting sulle piattaforme o incoraggiato le loro società in portafoglio a seguire questo processo. Ma con il clima di raccolta fondi che ora mostra un cielo nuvoloso, l’equity crowdfunding si prepara a una giornata campale.


TechCrunch+ è in vendita per il Giorno dell’Indipendenza! Risparmiate il 50% su un abbonamento annuale qui. (Maggiori informazioni su TechCrunch+ qui, se ne avete bisogno).


Quest’anno, fino alla fine di maggio, sono stati investiti più di 215 milioni di dollari in startup su piattaforme di equity crowdfunding, secondo l’Arora Project, una piattaforma di proprietà di Republic che cura le iniziative di crowdfunding e tiene traccia dei dati, rispetto ai circa 200 milioni di dollari dello stesso periodo dell’anno scorso. Le campagne di crowdfunding hanno raccolto un totale di 502 milioni di dollari nel 2021.

Anche se non si tratta di un grande balzo, gli operatori del settore sono incoraggiati dalla crescita e vedono la possibilità di ulteriori miglioramenti nel corso dell’anno, dato che il crowdfunding di solito registra un’impennata intorno al quarto trimestre.

Source link