L’India ha istruito il pubblico a non preordinare Starlink, il servizio internet satellitare di SpaceX, secondo un rapporto di Reuters. Come nota il rapporto, il governo indiano dice che l’azienda ha bisogno di ottenere una licenza per operare nel paese prima di iniziare a distribuire i suoi servizi.

“Si consiglia al pubblico di non abbonarsi ai servizi Starlink pubblicizzati”, si legge in un tweet del Dipartimento delle telecomunicazioni (DoT) dell’India. Il DoT dice anche che ha chiesto a Starlink di astenersi dal “prenotare / rendere i servizi Internet via satellite in India”. In altre parole, Starlink dovrà mettere in attesa i preordini fino a quando non potrà ottenere l’approvazione del governo indiano.

Starlink ha affrontato lo scrutinio da parte del governo indiano in aprile, quando il DoT ha iniziato a esaminare se il rollout beta di Starlink ha infranto qualche legge indiana sulle telecomunicazioni (via Tempi economici). Come notato da Economic TimesLa mossa del DoT è arrivata mentre il Broadband India Forum (BIF), un forum politico indipendente che rappresenta le aziende Big Tech come Amazon, Google, Microsoft e Facebook, ha spinto il DoT a fermare la prevendita dei dispositivi Starlink senza una licenza.

Reuters dichiara che da quando Starlink ha ufficialmente registrato la sua attività in India il 1° novembre, ha già visto oltre 5.000 preordini nel paese. Non si sa se i preordini esistenti saranno cancellati, o se i clienti dovranno solo aspettare un po’ di più. Starlink prevede di distribuire 200.000 dispositivi in India entro il 2022, con l’80% situato nelle zone rurali (via Reuters).

In questo momento, Starlink ha circa 140.000 utenti beta in 20 paesi diversi, come riportato all’inizio di questo mese da PCMag. Musk prevede che ci saranno oltre 500.000 clienti Starlink entro il prossimo anno.



Source link