I co-fondatori di Rey Assurance Bobby Siagian e Evan Tanotogono

L’assicurazione sanitaria è il tipo di cosa a cui la gente di solito pensa solo quando ne ha bisogno. Altrimenti, le loro polizze sono solo scartoffie nei loro archivi o carte nel loro portafoglio. Insurtech indonesiano Rey Assurance sta adottando un nuovo approccio. Una volta che qualcuno diventa un membro, ottiene anche l’accesso a una piattaforma di servizi sanitari, tra cui strumenti di autovalutazione basati su AI, consultazioni di telemedicina 24/7 senza costi aggiuntivi e consegne in farmacia. La startup sta lanciando oggi fuori dallo stealth, avendo già raccolto 1 milione di dollari in finanziamenti pre-seed dal Trans-Pacific Technology Fund (TPTF).

Rey è stata fondata quest’anno da Evan Tanotogono, ex capo del canale digitale di Sequis, uno dei più grandi assicuratori indonesiani, e Bobby Siagian, che ha ricoperto ruoli di lead engineering in aziende come Tokopedia e Sea Group. Sono affiancati dal veterano del settore assicurativo David Nugrho come loro chief business officer.

Hanno creato Rey per affrontare la bassa penetrazione dell’assicurazione sulla vita e sulla salute in Indonesia. “Quando si guardano le cause alla radice e i punti dolenti, si guardano i problemi che sono sistematici qui”, ha detto Tanotogono. Questi includono una bassa consapevolezza, canali di distribuzione costosi come agenti e telemarketing, premi elevati e politiche complicate.

“La gente ha l’impressione che il prodotto sia molto complesso, che il processo sia difficile e che non abbia il miglior rapporto qualità/prezzo. È stato così per molti, molti anni”, ha detto a TechCrunch. “Crediamo che non si possa semplicemente andare sul mercato e digitalizzare una parte della catena del valore”.

I piani partono da circa 4 dollari al mese e sono disponibili per singoli o gruppi, come famiglie e piccole imprese. L’ecosistema di benessere di Rey è stato creato per dare ai clienti più valore per i loro soldi, e contribuire a differenziarlo da altre aziende nel crescente settore insurtech dell’Indonesia. Alcune altre startup che hanno recentemente raccolto finanziamenti includono Lifepal, PasarPolis e Qoala.

“In questo momento, se si guarda all’assicurazione in Indonesia, se il premio è alto, forse l’80% o il 90% viene utilizzato per il canale di distribuzione. Ora, se ottimizziamo qualcosa per la distribuzione digitale, allora possiamo ridurre il prezzo e usare il resto per le caratteristiche del benessere”, ha aggiunto Tanotogono.

Il managing partner di TPTF, Glenn Kline, ha detto a TechCrunch che il team fondatore di Rey è stato “davvero il motore” del suo investimento. “Abbiamo sentito che queste persone sanno davvero dove sono i punti dolenti e capiscono chiaramente come non cercare di cambiare il sistema legacy, ma creare una piattaforma completamente nuova fin dall’inizio, dove la proposta di valore principale è una soluzione integrata che è semplice e senza problemi”.

Invece di fare la sottoscrizione da soli, Rey lavora con partner assicurativi per progettare politiche proprietarie. L’obiettivo è quello di avere un processo di onboarding che è completamente online e richiede solo circa cinque minuti, e un sistema di richieste e rimborsi per lo più senza contanti attraverso le carte di pagamento di Rey. Se la sua carta di pagamento non può essere utilizzata presso il fornitore di assistenza sanitaria, le richieste possono essere presentate caricando le foto delle ricevute sull’app.

Tanotogono ha detto che questo è molto più veloce dei tradizionali fornitori di assicurazioni, che possono impiegare fino a 14 giorni lavorativi per rimborsare una richiesta, e reso possibile grazie alla tecnologia proprietaria di Rey per l’aggiudicazione delle richieste.

L’ecosistema del benessere di Rey copre attualmente i servizi di assistenza primaria, comprese le chat e le videochiamate con i fornitori medici. In futuro, prevede di aggiungere specialisti alle piattaforme.

I clienti possono anche collegare i loro wearable di salute per gli incentivi. Per esempio, se raggiungono determinati obiettivi di passo o di attività, ottengono premi come sconti o buoni per lo shopping. Il piano a lungo termine di Rey è quello di collegare più profondamente i wearable alle sue politiche assicurative, utilizzando i dati per personalizzare le politiche e i premi.

Source link