Spero che il mio titolo sia un’esagerazione, solo per motivi di lavoro, ma in questa settimana Vergecast nell’episodio sull’intelligenza artificiale, esploriamo il mondo dei grandi modelli linguistici e come potrebbero essere usati per produrre testo generato dall’intelligenza artificiale in futuro. Forse daranno agli scrittori idee per la prossima grande serie di franchise, o scriveranno interi post di blog, o, per lo meno, riempiranno siti web con testi troppo difficili da fare per gli umani.

Tra le persone con cui parliamo c’è Nick Walton, il cofondatore e CEO di Latitude, che produce il gioco AI Dungeon, che crea una trama nel gioco intorno a ciò che ci metti dentro. (Ecco come Walton è finito in una banda di goblin viaggiatori – dovrete ascoltare per capire come questo abbia senso!) Abbiamo anche chiacchierato con Samanyou Garg, fondatore di Writesonic, un’azienda che offre vari strumenti di scrittura alimentati dall’IA. L’azienda può anche far scrivere all’AI un post sul blog – sto tremando! Ma davvero.

Comunque, verso la fine dell’episodio, chiacchiero con James Vincent, il senior reporter di AI e machine learning di The Verge, che mi tranquillizza e mi aiuta a capire quale potrebbe essere il futuro dell’AI di generazione del testo. È un grande. Guardate l’episodio qui sopra, e assicuratevi di iscrivervi al Vergecast alimentatevi per un altro episodio di questa miniserie AI, oltre allo show regolare. Ci vediamo lì!

Source link