La startup EV Lordstown Motors, a corto di denaro, sta ritardando il lancio del suo pick-up elettrico, l’Endurance, un giorno dopo aver annunciato la vendita della sua fabbrica in Ohio all’assemblatore di iPhone Foxconn.

Lordstown Motors ha detto Giovedi che ora prevede di spedire l’Endurance nel terzo trimestre del 2022, non il secondo come precedentemente mirato, a causa di carenze della catena di approvvigionamento. Esso ha annunciato una perdita nel terzo trimestre di 96 milioni di dollari e ha detto che finirà l’anno con soli 150-180 milioni di dollari in contanti – compreso un pagamento di 100 milioni di dollari da Foxconn per l’acquisto della fabbrica. Lordstown Motors sta anche ancora costruendo versioni di pre-produzione del camion nella fabbrica dell’Ohio, nonostante abbia detto recentemente ad agosto che avrebbe fatto camion a livello di produzione a settembre.

Inoltre, la startup ha preso un po’ le distanze dalla tecnologia del motore in-wheel che ha promosso fin dal suo inizio, in quanto ora prevede di provare a progettare ulteriori veicoli basati sulla piattaforma EV di Foxconn. Mentre l’Endurance utilizzerà ancora i motori al mozzo, il nuovo CEO Daniel Ninivaggi ha detto giovedì che “non tutti i veicoli hanno bisogno di motori al mozzo, e valuteremo i compromessi”.

Ninivaggi ha anche elogiato “l’unica… combinazione di potenza, coppia, maneggevolezza e raggio di sterzata” del motore al mozzo. (Dopo che questa storia è stata pubblicata, Kimberly Spell, responsabile marketing e comunicazione della Lordstown Motors, ha detto in una e-mail a The Verge che la startup vuole “ribadire il nostro impegno per la tecnologia che alimenterà l’Endurance,” riferendosi ai motori hub).

Nell’arco di soli due anni, Lordstown Motors è passata da una nuova startup che ha ottenuto il sostegno dell’amministrazione Trump, a una società pubblica che ha raccolto centinaia di milioni di dollari sulle affermazioni che avrebbe rilasciato il primo pick-up EV, ad affrontare accuse di frode e due indagini governative. Ha recentemente girato il suo intero team di leadership (proprio come Workhorse, la startup EV da cui Lordstown Motors è essenzialmente nata) e ha venduto la sua fabbrica a Foxconn per rimanere in vita.

Una volta che la vendita si chiude nell’aprile 2022, Lordstown Motors occuperà solo 30.000 dei 6,2 milioni di piedi quadrati disponibili nella fabbrica che una volta possedeva, mentre altre startup di veicoli elettrici come Fisker Inc. verranno a lavorare con Foxconn sui propri EV.

Ninivaggi, che ha recentemente finito una corsa di sette anni nel consiglio di amministrazione di Hertz, ha sottolineato in una conference call giovedì che Foxconn è “solo una parte della soluzione”.

“Ci rendiamo conto che la nostra azienda non è solo un’appendice di Foxconn”, ha detto. “Dobbiamo eseguire, ed eseguire meglio, e consegnare il camion Endurance”.

Ha anche ringraziato “tutti gli azionisti che hanno resistito con noi” e ha riconosciuto la startup che ha battuto Lordstown Motors (e tutti gli altri) sul mercato con un pickup elettrico: Rivian.

“Non è facile; vediamo le notizie ogni giorno, con 100 miliardi di dollari di market cap per Rivian. E sappiamo che abbiamo una lunga strada da percorrere, ma sentiamo di avere un percorso e un partner forte”, ha detto.

Aggiornamento 8:25PM ET: Aggiunta risposta da Lordstown Motors circa il suo continuo supporto alla sua tecnologia del motore al mozzo.

Source link