Domenica 17 luglio SpaceX ha lanciato uno dei suoi razzi Falcon 9 al primo stadio per la tredicesima volta, raggiungendo un record.

Il veicolo di lancio ha trasportato 53 SpaceX Starlink ha lanciato i satelliti internet verso l’orbita alle 10:20 EDT (14:20 GMT) dalla stazione spaziale di Cape Canaveral, in Florida.

Il booster utilizzato per la missione è lo stesso usato per la storica prima missione di SpaceX con equipaggio sulla ISS, Demo-2. Secondo SpaceX, è stato utilizzato anche per la missione RADARSAT Constellation, per il satellite di comunicazione SXM-7 e per nove missioni Starlink.

SpaceX lancia altri 53 satelliti Starlink

Il record di lancio del booster 13 del Falcon 9 è stato stabilito per la prima volta il mese scorso ed è stato poi eguagliato da un altro booster 10 giorni fa, il che significa che tre booster Falcon 9 detengono attualmente il record di riutilizzabilità per SpaceX.

Considerando il numero di lanci che l’azienda sta effettuando quest’anno, è probabile che non passerà molto tempo prima che uno dei booster superi il traguardo dei 14 voli. È un periodo particolarmente impegnativo per SpaceX, che ha registrato il 31° lancio del Falcon 9 con il lancio di domenica. Ciò significa che ha già lanciato il Falcon 9 lo stesso numero di volte in tutto il 2021.

Circa nove minuti dopo il decollo di domenica, il booster è tornato sulla Terra e ha effettuato un atterraggio verticale sulla navicella SpaceX “Just Read the Instructions” al largo delle coste della Florida, sull’Oceano Atlantico.

Circa 15,5 minuti dopo il lancio, i 53 satelliti Starlink si sono sganciati dallo stadio superiore del Falcon 9, secondo quanto riportato da SpaceX. un tweet di SpaceX. Il successo del dispiegamento ha coronato un’altra missione di successo per l’azienda spaziale privata.

SpaceX si prepara al lancio orbitale inaugurale della Starship

SpaceX ha battuto innumerevoli record di volo spaziale e ha ancora molte pietre miliari da raggiungere, con l’obiettivo di aiutare la NASA a riportare gli astronauti sulla superficie della Luna e poi, eventualmente, a inviare gli esseri umani sul Pianeta Rosso.

L’azienda ha anche lanciato il suo SpX-25 verso la ISS la scorsa settimana, il 15 luglio, segnando la sua 25esima missione cargo verso la stazione spaziale orbitale.

Anche SpaceX si sta preparando per il volo inaugurale orbitale del suo prototipo di astronave completamente riutilizzabile. L’azienda ha recentemente subito una battuta d’arresto sotto forma di esplosione durante i test dei motori, ma l’amministratore delegato Elon Musk spera che il danno sia solo di lieve entità. SpaceX sta attualmente valutando i danni alla navicella, che alla fine sbloccherà le sue ambizioni di inviare esseri umani su Marte.

SpaceX ha lanciato finora più di 2.800 satelliti Star. L’azienda ha il permesso di lanciare altri 12.000 satelliti nell’orbita terrestre bassa e ha richiesto l’autorizzazione a lanciare altri 30.000 satelliti. Se l’azienda spaziale privata otterrà l’approvazione della Federal Communication Commission, probabilmente raggiungerà il traguardo dei 30.000 satelliti con l’aiuto della Starship, progettata per distribuire i satelliti Starlink come un dispenser di Pez.



Source link