Microsoft sta invertendo la decisione di rimuovere una caratteristica chiave dalla sua prossima release .NET 6, dopo una protesta pubblica della comunità open source. Microsoft ha fatto arrabbiare la comunità open source .NET all’inizio di questa settimana, rimuovendo una parte chiave di Hot Reload nella prossima versione di .NET 6, una caratteristica che permette agli sviluppatori di modificare il codice sorgente mentre un’applicazione è in esecuzione e vedere immediatamente i risultati.

È una caratteristica che molti non vedevano l’ora di usare in Visual Studio Code e su più piattaforme, fino a quando Microsoft ha preso una controversa decisione dell’ultimo minuto per bloccarla a Visual Studio 2022 che è un prodotto a pagamento che è limitato a Windows. Fonti di Microsoft, parlando a condizione di anonimato, ha detto The Verge che il cambiamento dell’ultimo minuto è stato fatto da Julia Liuson, il capo della divisione sviluppatori di Microsoft, ed è stata una mossa focalizzata sul business.

Microsoft ha ora invertito il cambiamento a seguito di un contraccolpo, e la rabbia all’interno dell’azienda da parte di molti dei suoi stessi dipendenti. “Abbiamo fatto un errore nell’eseguire la nostra decisione e abbiamo impiegato più tempo del previsto per rispondere alla comunità”. spiega Scott Hunter, direttore della gestione dei programmi per .NET. Microsoft ha ora approvato la richiesta di pull della comunità per riabilitare questa caratteristica e sarà disponibile nella versione finale dell’SDK .NET 6.

Abbiamo chiesto a Microsoft di commentare il fatto che un dirigente abbia ordinato il cambiamento, ma la società non ha voluto discutere la controversa decisione. “Abbiamo preso provvedimenti per affrontare il problema che alcuni dei membri della nostra comunità OSS hanno sperimentato”, dice un portavoce di Microsoft in una dichiarazione a The Verge. “La capacità di Hot Reload sarà nella build di disponibilità generale dell’SDK .NET 6 disponibile l’8 novembre”.

Il post sul blog di Microsoft non affronta questa decisione controversa, però. Invece, suggerisce che è stato semplicemente un errore rimuovere il codice invece di disabilitarlo semplicemente, e non una decisione aziendale. “Nel nostro sforzo di scope, abbiamo inavvertitamente finito per cancellare il codice sorgente invece di non invocare semplicemente quel percorso di codice”, dice Hunter.


Hot Reload permette agli sviluppatori di vedere istantaneamente le modifiche al codice mentre le app sono in esecuzione.

Mentre l’inversione di tendenza sarà benvenuta per la comunità .NET, la spiegazione e le circostanze intorno a questo incidente non saranno facili per coloro che apprezzano la trasparenza intorno a tali decisioni.

“Come è vero per molte aziende, stiamo imparando a bilanciare le esigenze della comunità OSS e l’essere uno sponsor aziendale per .NET”, dice Hunter. “A volte non ci riusciamo. Quando non lo facciamo, il meglio che possiamo fare è imparare dai nostri errori ed essere migliori andando avanti”.

Questo episodio movimentato è arrivato dopo settimane di disordini nella comunità .NET per il coinvolgimento di Microsoft nella .NET Foundation. La fondazione è stata creata nel 2014 quando Microsoft ha reso .NET open source, e dovrebbe essere un’organizzazione indipendente che esiste per migliorare lo sviluppo di software open source e la collaborazione per .NET. Un membro dimissionario del consiglio ha messo in discussione il ruolo della .NET Foundation di recente, chiedendo se è “qui per far rispettare la volontà di Microsoft sull’open source .NET, o siete qui per aiutare a favorire e promuovere una comunità sana?”

Una recente controversia ha anche portato il direttore esecutivo della .NET Foundation Claire Novotny dimettersi di recente e altri mettere in discussione l’indipendenza della .NET Foundation visti i privilegi speciali di Microsoft. Microsoft ha certamente danneggiato parte del lavoro open source che ha costruito per 10 anni con questa inversione a U, e l’azienda ha ancora molto lavoro da fare per migliorare le relazioni con la comunità .NET e le questioni intorno alla sua influenza sulla .NET Foundation.

Source link