Il baseball ha un problema di furto di cartelli, o almeno tecnologico, visto come si leggono i lanci di un’altra squadra è tecnicamente legale, ma utilizzando Apple Watch o teleobiettivi e poi sbattere sospettosamente sui bidoni della spazzatura non è molto. Ma presto la MLB potrebbe provare a spegnere il fuoco con il fuoco: il 3 agosto prevede di iniziare a testare un dispositivo di comunicazione wireless crittografato che sostituisce il tradizionale lampo delle dita con i tocchi dei pulsanti, secondo ESPN.

Il dispositivo, di una startup chiamata PitchCom, verrà testato prima nella lega minore Low-A West. Come ci si aspetterebbe da qualcosa che trasmette segnali estremamente semplici, non è un kit particolarmente complicato: un trasmettitore da polso per il ricevitore con nove pulsanti per segnalare “altezza e posizione desiderate”, che invia un segnale audio crittografato ai ricevitori che possono infilarsi in un berretto da lanciatore e un casco da ricevitore.

I ricevitori utilizzano la tecnologia a conduzione ossea, quindi non hanno necessariamente bisogno di essere appoggiati a un orecchio e, in teoria, potrebbero essere più difficili da intercettare. (La conduzione ossea stimola le ossa nella testa invece di emettere suoni udibili.) Detto questo, sembra che l’introduzione della tecnologia possa comportare altri rischi. Ecco un elenco di restrizioni come citato da ESPN:

I giocatori che indossano un ricevitore durante la battuta verranno espulsi; solo il ricevitore attivo, e nessun altro giocatore o allenatore, può usare il trasmettitore; viene fornito un trasmettitore di riserva, ma deve rimanere nella custodia per il trasporto durante le partite; e se giocatori e allenatori hanno bisogno di conferire a causa di un problema con il dispositivo, possono avvisare gli arbitri e non essere accusati di una visita al tumulo.

Finora MLB sembra ottimista sull’idea. “I dispositivi PitchCom sono stati testati in sessioni secondarie durante l’allenamento primaverile della Major League e il feedback di giocatori, allenatori e personale del front office è stato estremamente positivo”, si legge in una nota interna ottenuto dall’Associated Press. “Sulla base di questi risultati preliminari, siamo ottimisti sul fatto che questi dispositivi abbiano il potenziale per essere una valida opzione a lungo termine per ridurre il rischio di furto di segnaletica e migliorare il ritmo di gioco, in particolare con i corridori in seconda base”.

Foto: FCC OET

Non sono riuscito a trovare i record per una startup chiamata PitchCom, ma uno dei suoi fondatori, un certo Craig Filicetti, sembra essere lo stesso che vende la tecnologia wireless “ProMystic” per maghi e mentalisti, come una scatola di pastelli che può inviare in modalità wireless un segnale corrispondente al pastello che qualcuno rimuove. ESPN cita Craig Filicetti e John Hankins come comproprietari di Pitchcom e due uomini con questi nomi hanno formato una “JHCF, LLC” nel novembre 2020. Sia ProMystic che JHCF hanno un indirizzo in comune a Scottsdale, in Arizona.

Source link