Sono decenni che la maggior parte dei lavoratori non timbra letteralmente il cartellino per entrare e uscire dal proprio posto di lavoro. Ma la ripetizione può sembrare che abbia inghiottito tutta la vita.

Non essendo più artefici del proprio tempo, i piani per il fine settimana finiscono per trasformarsi da un’attività incentrata sulle proprie passioni a un’anestesia da intrattenimento, con la paura della settimana successiva.

Ma questa situazione potrebbe cambiare per sempre, a seconda dei risultati dei programmi di sperimentazione della settimana lavorativa di quattro giorni, che si stanno espandendo a un numero sempre maggiore di Paesi ogni mese.

L’ultima nazione a sperimentarlo è il Regno Unito, che sta per dare il via alla sperimentazione della settimana lavorativa di quattro giorni, secondo quanto riportato da un rapporto iniziale di CNN Business.

I lavoratori lavorano 20 ore in meno, con una produttività del 100%.

Il più grande esperimento di quattro giorni di lavoro settimanale mai condotto è ora in corso nel Regno Unito, facendo passare in secondo piano l’esperimento di successo dell’Islanda, che era stato condotto tra il 2015 e il 2019. e comprendeva 2.500 dipendenti.

La sperimentazione durerà fino a gennaio 2023 per un periodo di sei mesi e coinvolgerà 3.300 dipendenti e 70 aziende. Organizzata dall’organizzazione no-profit 4 Day Week Global, Autonomy, t, dalla Campagna 4 Day Week UK e da ricercatori dell’Università di Cambridge, dell’Università di Oxford e del Boston College, il benessere dei dipendenti, l’impatto ambientale e l’uguaglianza di genere saranno tra i risultati da misurare.

Ricevi ulteriori aggiornamenti su questa storia e su altre con Il progetto, la nostra newsletter quotidiana: Iscriviti gratuitamente qui.

Poiché i partecipanti lavoreranno il 20% di ore in meno rispetto al solito, dovranno mantenere il 100% di produttività senza alcuna riduzione dello stipendio. Sembra che i dipendenti di diversi settori, come quello tecnologico, della produzione di birra e delle soluzioni di marketing, siano d’accordo sul fatto che questa sperimentazione funzionerà per loro nel lungo periodo.

“La pandemia [has] ci ha fatto riflettere molto sul lavoro e su come le persone organizzano la propria vita”, spiega Sienna O’Rourke, brand manager di Pressure Drop Brewing, un birrificio indipendente di Londra, ha raccontato CNN Business. “Lo facciamo per migliorare la vita del nostro personale e per essere parte di un cambiamento progressivo nel mondo”.

Una settimana lavorativa di quattro giorni potrebbe permettere ai lavoratori di cambiare la loro vita

“Ci sono così tante ricerche su come il lavoro si espande per riempire il tempo. Chiunque sia scettico sulla settimana di quattro giorni dovrebbe andare a vedere gli studi condotti in Islanda e in Giappone per rendersi conto dell’impatto positivo che può avere”, Jennifer Lecomber-Peace, responsabile delle risorse umane di Adzooma, ha dichiarato a Euronews Next.

Il Regno Unito non è il primo paese a condurre un progetto pilota di questo tipo. Nel febbraio di quest’anno, il governo federale del Belgio ha annunciato che avrebbe implementato una settimana lavorativa di quattro giorni per avviare un’economia che sia “più innovativa, sostenibile e digitale”, Il Times di Bruxelles segnalato.

Per molti, almeno un giorno intero del fine settimana viene speso per riprendersi dalla lunga marcia della settimana lavorativa, lasciando solo un giorno per fare piani da eseguire, per considerare dove ci si trova nella vita (o se si sarebbe più felici facendo qualcos’altro), o anche per recuperare il lavoro lasciato in sospeso dall’aumento delle quote al lavoro.

Da questo punto di vista, l’aggiunta di un terzo giorno consecutivo di fine settimana potrebbe dare ai lavoratori il tempo di difendere la propria individualità, i propri sogni e le proprie aspirazioni, e persino di riflettere se il loro attuale lavoro ha davvero in mente i loro migliori interessi. In breve, la qualità della vita potrebbe essere notevolmente migliorata consentendo ai lavoratori di decidere del proprio destino nel proprio tempo libero, invece di preoccuparsi solo del giorno successivo.

Source link