Immagine: Oni Press

Per gli appassionati di fumetti e graphic novel, la casa editrice Oni Press, premiata con l’Eisner, è nota soprattutto per opere come Jonna & i mostri impossibili, Scott Pilgrim, e molto altro. Ma a pochi giorni dall’inizio dell’edizione di quest’anno San Diego Comic-Con, Oni ha annunciato la sua intenzione di non partecipare alla convention. In seguito a questa improvvisa notizia, la situazione dell’editore si è ulteriormente complicata e impantanata nelle polemiche.

All’inizio della settimana, Oni ha annunciato il licenziamento di personale di alto livello che comprendeva Alex Segura, vicepresidente senior del marketing e delle vendite, il responsabile delle vendite Henry Barajas e la redattrice senior Amanda Meadows. Al momento in cui scriviamo, il personale senior è composto dal vicepresidente senior dei giochi e delle operazioni Steve Ellis e dall’editore associato Michelle Nguyen. Questi licenziamenti arrivano due settimane dopo il licenziamento dell’editore James Lucas Jones e del vicepresidente creativo e dello sviluppo commerciale Charlie Chu, entrambi destinati a moderare entrambe le Il SDCC della Oni ora cancellato pannelli.

Con le voci che parlano di una squadra di scheletri che opera alla Oni, i creatori di fumetti che attualmente lavorano con l’azienda – e che presumibilmente non hanno ancora ricevere alcuna forma di comunicazione sul futuro dei loro progetti, hanno espresso i loro sentimenti sulla situazione. abbastanza chiaro. E di conseguenza, questa mancanza di comunicazione ha portato i creatori di fumetti ad avvertirsi l’un l’altro di proteggere il loro lavoro e assicurarsi di avere tutto ciò che serve, compresa la giustificazione legale, per portare il loro lavoro altrove.

DJ Kirkland, un artista che ha creato la serie Oni Mago Nero con lo scrittore Daniel Barnes, ha notato che il silenzio radio della Oni sulla questione non è una novitàcome l’azienda è stata frustrantemente silenziosa durante l’acquisizione da parte della società di intrattenimento Polarity LTD nel 2019. All’epoca, Oni si è fusa con l’editore indie Lion Forge, il che ha poi portato al licenziamento di nove membri del suo staff, una mossa che ha ricevuto notevoli critiche da parte della comunità dei fumettisti. Si sostiene inoltre che la Oni non abbia pagato il proprio personale in tempo, se non addirittura in modo del tutto insufficiente. Kirkland ha chiamato in causa la società, twittando che questo sta accadendo “da troppo tempo. La Oni Press per cui amavamo lavorare a questo punto non c’è più”.

In una propria dichiarazione, Oni Press ha affermato che le accuse erano “voci selvaggiamente sensazionalistiche e informazioni false… Siamo orgogliosi della nostra lunga storia nel settore e ci sforziamo continuamente di essere migliori e di fare meglio”. Con la promessa di mantenere promuovere voci diverse e abbracciare nuovi creatori, Oni sostiene che è in serbo un “futuro entusiasmante”, grazie anche a un “nuovo quadro” per l’azienda, in corso di realizzazione. attivamente in fase di elaborazione. Al momento della stesura di questo articolo, il personale senior rimasto è il vicepresidente senior dei giochi e delle operazioni Steve Ellis e l’editore associato Michelle Nguyen.

Avremo ulteriori informazioni su Oni Press man mano che la storia si sviluppa.

[via[viaGamesRadar]


Vuoi altre notizie su io9? Scopri quando aspettarti le ultime notizie Marvel e Guerre stellari uscite, cosa c’è di nuovo per il Universo DC al cinema e in TVe tutto quello che c’è da sapere su La casa del drago e Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere.



Source link