Oltre alla sua espansione europea, DoorDash sta raggiungendo nuove aree all’interno degli Stati Uniti attraverso un partnership con Dollar General che è già disponibile in 9.000 località. I servizi della Gig economy hanno inizialmente proliferato nelle aree urbane, utilizzando il denaro del capitale di rischio per spingere la convenienza di ottenere tutto, dalle medicine per il raffreddore a una singola barretta di cioccolato consegnata a mano entro un’ora. Tuttavia, se non si vive intorno a edifici alti, i servizi diventano sempre meno e più lontani tra loro, e così i negozi che lavorano con loro.

Ora i due promettono la consegna nello stesso giorno, senza fasce orarie o ordini minimi richiesti. Un programma pilota è iniziato quest’estate con 600 sedi di Dollar General, e un comunicato stampa afferma che più di 10.000 appariranno nelle liste di DoorDash entro dicembre.

L’accordo evidenzia molte realtà della vita americana, sia pre che peri-pandemica. Per alcune persone, potrebbe aprire l’accesso e l’indipendenza che altrimenti non era disponibile perché vivono da qualche parte senza Instacart o una flotta di Uber elettrici.

Mette anche insieme i lavoratori che sono stati tra i più colpiti negli ultimi due anni. Impiegati del Dollar Store e i corrieri hanno spesso affrontato bassi salari, condizioni rischiose, mancanza di congedi per malattia o assicurazione sanitaria, e una clientela tesa nonostante siano considerati “essenziali”. Ora si combineranno per fornire consegne on-demand (“in meno di un’ora in media”) in alcune aree che non hanno ancora vissuto con i servizi.

E anche se la partnership funziona perfettamente per DoorDash, Dollar General, i clienti e le persone che consegnano qualsiasi cosa, da un pacchetto di Skittles alla spesa fresca, la loro concorrenza dovrà fare i conti con essa. I rapporti degli ultimi anni di Il New York Times e Ardesia riflettono come i discount indipendenti e i negozi di alimentari possono lottare per competere con o operare nelle aree in cui si aprono i negozi del dollaro. Dollar General si vede come una soluzione per il cibo e deserti di salute, ma se altri negozi chiudono, ciò potrebbe avere un ulteriore impatto sulle economie locali e sull’accesso alle opzioni salutari.

Source link