Il produttore italiano di supercar Pagani ha rinviato le sue ambizioni di veicolo elettrico, poiché lo studio quadriennale dell’azienda ha suggerito che i propulsori elettrici sono molto pesanti per le supercar, Motor1.com.

Il fondatore di Pagani Horacio Pagani ha recentemente dichiarato ad Autocar ha raccontato di aver organizzato un team per realizzare un veicolo elettrico, ma dopo quattro anni non hanno trovato alcun interesse per le supercar elettriche.

Dopo i risultati dello studio, l’azienda ha deciso di rimandare la produzione di una supercar elettrica e ha iniziato a lavorare su un motore V12.

“Possiedo una Tesla per capire i veicoli elettrici, e non è necessario avere prestazioni così elevate in essi”, ha detto Pagani e ha continuato: “La sfida è fare un veicolo elettrico che dia buone emozioni come un normale ICE”. Pagani non ha intenzione di fare qualcosa solo con buone prestazioni, come si può fare in questo caso. [now], ma di dare emozioni al guidatore”.

E naturalmente, in quanto costruttore di supercar, Pagani tiene alle emozioni, e Horacio Pagani pensa che i veicoli elettrici manchino di emozioni di guida.

La preoccupazione principale di Pagani è il peso dei veicoli elettrici. Lo studio dell’azienda ha suggerito che una supercar elettrica praticabile dovrebbe utilizzare un pacco batterie di 600 kg (1.323 libbre). Considerando che si tratta di più della metà del peso della sua Huayra R, che pesa 1.070 kg, non sembrava probabile continuare il processo di produzione della vettura.

Horacio Pagani ha detto che immagina un veicolo elettrico da 1.300 kg, ma non è possibile con la tecnologia attuale.

Ha spiegato l’aspetto ambientale dei veicoli: “Al momento, il 90% dell’energia è prodotto senza fonti rinnovabili. È sciocco pensare che solo alcune supercar [in the world] con [an internal combustion engine] può avere un impatto negativo sul clima quando il 90% dell’energia è prodotta in modo sbagliato”.

L’azienda continuerà invece a produrre supercar con motore V12 che si rifornisce da Mercedes-Benz, dato che Pagani ha precedentemente annunciato nel 2019 che avrebbe utilizzato il motore V12 Mercedes fino al 2026. Il motore alimenterà la nuova Pagani C10 che debutterà a settembre. E i primi 100 esemplari della C10 sono già esauriti.

Le autorità di regolamentazione dell’Unione Europea hanno permesso ai piccoli produttori che immatricolano meno di 1.000 veicoli all’anno di continuare a produrre veicoli a combustione interna fino al 2035. Questo dà ai produttori sei anni in più per diventare completamente elettrici rispetto a quelli che producono in volumi.

Per quanto amiamo i veicoli elettrici, c’è qualcosa nella guida dei potenti motori a combustione interna.

Source link