Benvenuti a Startups Weekly, un nuovo punto di vista umano sulle notizie e tendenze delle startup di questa settimana. Per riceverlo nella tua casella di posta, iscriviti qui.

Mentre abbiamo certamente parlato di ciò che le dimissioni di Jack Dorsey significano per Twitter (e ora come impatta su Block), sto ancora pensando ad alcune righe del suo tweet di dimissioni.

“Si parla molto dell’importanza che un’azienda sia ‘guidata dal fondatore'”, ha scritto Dorsey. “In definitiva credo che questo sia fortemente limitante e un unico punto di fallimento. Ho lavorato duramente per garantire che questa azienda possa staccarsi dalla sua fondazione e dai suoi fondatori”. Dorsey ha aggiunto che crede che “è fondamentale che una società possa stare in piedi da sola, libera dall’influenza o direzione del suo fondatore”.

Questa è una dichiarazione audace: Il successo come fondatore può apparire come l’assunzione di persone abbastanza intelligenti in modo che tu non sia più rilevante per far funzionare l’azienda giorno per giorno. Se vai in vacanza, e la tua squadra non può funzionare senza Slacking te ogni pochi minuti, che è più rappresentativo della forza della società che la forza della squadra.

Il mese scorso ho scritto sull’importanza di stabilire la differenza – sia in termini di proprietà che di incentivi – tra un fondatore, un membro del team fondatore, un consigliere, un investitore, un investitore angelo e un primo dipendente. Questa settimana, voglio cambiare marcia e parlare di quando è il momento di disimparare questi titoli, o almeno di evolvere da essi. Come ha detto Iris Choi, partner di Floodgates, nel nostro recente podcast sulla cordialità del fondatore, i fondatori alla fine diventano il “VP di niente”.

Nessuno sarà in disaccordo con la nozione che una startup ha bisogno di avere successo al di là del suo fondatore, ma il processo di spostare quell’individuo da essenziale a non essenziale può essere scomodo (specialmente nel nostro ambiente attuale che è iper-friendly verso i fondatori). La mia opinione, come ho sostenuto in precedenza, è che inizieremo a vedere il cambiamento della due diligence per affrontare più di come un fondatore vede il suo settore in un decennio. Gli imprenditori potrebbero essere spinti sulla loro capacità di assumere, cambiare idea e capire quando è il momento di andarsene. Rimuovere l’idea dall’identità in modo che l’azienda non si senta innatamente legata a un fondatore è salutare per la longevità dell’azienda, ma richiederà alcune conversazioni reali sull’attribuzione.

Ho intervistato fondatori e investitori per avere un controllo della temperatura su quanto siano a loro agio con l’idea di raccomandare, ed eseguire, la promessa di autorità decentralizzata in questo mercato. Per la mia opinione completa su questo argomento, controllate la mia rubrica di TechCrunch+, I fondatori devono disaccoppiare la loro idea dal suo creatore. Anche Alex e Amanda sono intervenuti sull’argomento, sostenendo i precedenti, e che i fondatori non sono delle rockstar quindi dovremmo smettere di trattarli come tali.

Nel resto di questa newsletter, parleremo della stagione del rebranding, del churn accidentale e dei licenziamenti freschi di venture-backed. Come sempre, potete seguirmi su Twitter @nmasc_ o su Instagram @natashathereporter.

Questa è la stagione del rebranding

Crediti immagine: PixelChoice (si apre in una nuova finestra) / Getty Images

Jack Dorsey sta occupando molto spazio. Giorni dopo che il co-fondatore di Twitter si è dimesso dalla piattaforma di social media, la sua altra azienda, Square, si è ribattezzata in Block. Il cambio di nome è stato presumibilmente in lavorazione per oltre un anno, ma sembra tempestivo dato che Facebook ha cambiato il suo marchio aziendale in Meta poco più di un mese fa.

Ecco cosa c’è da sapere: Block dovrebbe comprendere la crescente suite di prodotti di Square, che include il servizio di streaming musicale Tidal, Cash App, TBD e, naturalmente, Square. È anche un cenno all’interesse dell’azienda per la tecnologia blockchain e le criptovalute. Non odio il nome, ma se sei in vena di scherzi, non c’è niente da fare, basta dare un’occhiata alla sua pagina di leadership esecutiva.

Tutte le criptovalute, tutto il tempo:

E la startup della settimana è…

Crediti d’immagine: vincepenman / Getty Images

Burro! La startup vuole aiutare ogni azienda di abbonamento a gestire i clienti che accidentalmente si sfornano – gioco di parole – a causa di mancati pagamenti. Il prodotto non è una tecnologia di vendita, ma piuttosto un servizio fintech che rileva i problemi con i rinnovi o i problemi di iscrizione in cui gli addebiti sono rifiutati a causa di un tentativo in un altro paese.

Ecco cosa c’è da sapere, per CEO e co-fondatore Vijay Menon: Il mercato del fallimento dei pagamenti internazionali è poco servito da alcuni dei più grandi fornitori di pagamenti, come Stripe, che si concentrano sui servizi nazionali. Butter vuole servire mercati in crescita come Brasile, India e Messico. Prima ancora di lanciare la sua startup, l’imprenditore ha aiutato Microsoft a recuperare oltre 10 milioni di abbonamenti a Xbox Live, raggiungendo più di 100 milioni di dollari di entrate recuperate. Ora, Butter ha 7 milioni di dollari per affrontare ancora di più.

Menzioni d’onore:

Un aumento e un licenziamento

Casa puzzle con un pezzo mancante. L'acquisizione o la costruzione confortevole casa dei sogni. Prestito ipotecario acquisto beni immobili. Disposizione riparazione locali. Disponibilità e convenienza. Finisci di costruire (casa puzzle con un pezzo mancante. L'acquisizione

Crediti immagine: Andrii Yalanskyi (si apre in una nuova finestra) / Getty Images

È più comune di quanto si pensi. Questa settimana, il prestatore di mutui digitali Better.com ha annunciato che sta ricevendo un’iniezione di denaro per 750 milioni di dollari in vista di un imminente debutto sul mercato pubblico. Poi, un giorno dopo, ha annunciato licenziamenti, confermando di aver tagliato il 9% del suo personale complessivo.

Ecco cosa c’è da sapere: Come riporta Mary Ann Azevedo, è possibile che i licenziamenti siano stati una condizione per ottenere l’approvazione dell’accordo – ma è comunque dura aggiungere milioni al proprio bilancio e tagliare il personale nello stesso momento. I licenziamenti stanno avvenendo principalmente negli Stati Uniti e in India. Mentre non siamo vicini alla sfilza di licenziamenti di unicorni del 2020, le crescenti preoccupazioni per la variante omicron e un mercato più duro per alcuni settori potrebbero significare più instabilità a venire.

Alla prossima:

Guida ai regali TechCrunch 2021

Guida ai regali TechCrunch 2021

Attraverso la settimana

Visto su TechCrunch

Veterani della cannabis e delle banche lanciano una carta di credito per i dispensari

Apple annuncia i vincitori dell’App Store Award 2021 e le app più scaricate dell’anno

Wrapped 2021 di Spotify arriva con video messaggi dell’artista, Blend e persino un gioco

Visto su TechCrunch+

Con $3B attesi nel 2021, Singapore sta diventando una capitale del fintech

L’IPO del raccoglitore di dati IoT Samsara sarà divertente da guardare

I dati del Black Friday si aggiungono alle prove che la crescita dell’e-commerce sta rallentando

La super app Grab inizia a scambiare su una combinazione SPAC sovradimensionata

Crescita guidata dal prodotto e sindrome da sostituzione del segnale: mettere tutto insieme

Spero che tutti voi abbiate un fine settimana buono come quello di Bret Taylor,

N



Source link