Martedì, l’Open Cap Table Coalition ha annunciato il suo lancio attraverso un medium inaugurale post. L’obiettivo di questo progetto è standardizzare i dati della tabella delle maiuscole di avvio e renderli molto più accessibili, trasparenti e portabili.

Per chi non ha familiarità con una tabella dei limiti, è un elenco di chi possiede i titoli della tua azienda, che include le azioni della tua azienda, le opzioni e altro. Una tabella cap chiara e semplice dovrebbe indicare rapidamente chi possiede cosa e quanto ne possiede. Per una serie di motivi (a volte inesperienza o cattivi consigli) troppi azionisti spesso trovano le informazioni sulla capitalizzazione delle società poco trasparenti e non facilmente accessibili.

Ciò è particolarmente importante per la piccola percentuale di startup che sopravvivono a lungo termine, poiché la crescita rende le tabelle dei cap molto più complicate.

Una parte fondamentale di una buona igiene all’avvio è avere sempre una tabella dei cappucci pulita e aggiornata. Poiché non esiste un formato prestabilito e le tabelle dei limiti generalmente non sono disponibili allo scoperto, sono spesso isolate piuttosto che collaborative.

I cap table sono vicini e cari a me in quanto persona che ha consigliato centinaia di startup negli ultimi due decenni come fondatore di un acceleratore, partner di venture capital e consulente senior presso un launchpad di startup finanziato dal governo. Sono stato anche dalla parte degli azionisti dell’equazione e posso assicurarti che praticamente nulla distrugge la fiducia tra azionisti e startup più rapidamente di una scarsa comunicazione, specialmente su questioni come lo stato attuale della tabella dei cap.

Una parte fondamentale di una buona igiene all’avvio è avere sempre una tabella dei cappucci pulita e aggiornata.

Mi piace molto l’idea che un cap table sia un record aziendale aperto, perché la proposta di valore per le aziende è chiara. Dal momento in cui una startup crea una tabella cap, è soggetta a imprecisioni, attriti ed errori. Ciò che questo significa in pratica è che le startup possono spendere soldi per questioni relative al cap-table che dovrebbero spendere per altre cose. Dal punto di vista del processo legale, lo studio legale chiamato ad aiutare con questi problemi deve affrontare un noioso lavoro di back-end, quindi il tempo legale non è un valore elevato né per l’avvio né per lo studio legale.

La proposta di valore per gli azionisti è altrettanto chiara. Tutti gli azionisti hanno un interesse generale e legale nelle informazioni sulla capitalizzazione di una società. Hanno il diritto a queste informazioni, di cui potrebbero aver bisogno per una serie di motivi (inclusa, se le cose si mettessero davvero male, un’azione dell’azionista leso). Quindi rendere queste informazioni chiare e facilmente accessibili è un servizio per gli azionisti e può anche incoraggiare maggiori investimenti, soprattutto da parte di investitori meno esperti.

Quando immagino cosa potrebbe diventare questo progetto nei prossimi due anni, ripenso alla fine del 2013, quando Y Combinator ha annunciato il SAFE (accordo semplice per l’equità futura). Penso che SAFE sia una buona analogia qui, poiché nessuno sapeva cosa fosse e la gente si chiedeva se questo fosse un bello da avere piuttosto che un must per le startup. Ma il risultato finale è stato un netto miglioramento nel processo di raccolta di capitali nella fase iniziale.

Mentre i fondatori della coalizione includono Shareworks di Morgan Stanley, LTSE Software e Carta, è anche pesante su Big Law, con Cooley, Goodwin Procter, Wilson Sonsini Goodrich & Rosati, Orrick, Gunderson Dettmer, Latham & Watkins e Fenwick & West che completano il gruppo di 10 soci fondatori.

Quindi qual è la vera motivazione di sette studi legali, che insieme hanno registrato un fatturato di oltre $ 10 miliardi nel 2020 per collaborare a un prodotto da tavolo aperto per le startup? Flusso dell’affare.

Big Law ha cercato per un paio di decenni di costruire relazioni con le startup nella fase in cui non ha senso per una startup avere a che fare con uno studio legale enorme e costoso. I loro sforzi per creare programmi di avvio sono spesso falliti e hanno ricevuto recensioni contrastanti. Sono stati anche troppo pesanti sul self-service e troppo leggeri sul “ti forniremo il nostro normale livello di servizi Big Law a una piccola frazione dei costi nel caso in cui tu riesca a fare le cose in grande e un giorno possa paghiamo le nostre normali tasse”. Quindi queste aziende stanno cercando di separarsi dal resto del pacchetto Big Law costruendo questa tecnologia a misura di imprenditore.

La coalizione ha già prodotto la sua versione iniziale del tavolo open cap. La vera domanda è se questo sarà un grosso problema, come lo era il SAFE, o se sarà una soluzione di vanità alla ricerca di un vero problema. La mia ipotesi migliore è che se questa coalizione riesce a stabilire tutte le relazioni giuste, non diventa avida e capisce che c’è una componente di bene sociale in gioco qui, questo potrebbe avere, ragionevolmente rapidamente, l’impatto che ha avuto il SAFE.

Source link