I televisori sono brutti. Un televisore da 55 pollici crea circa 1.300 pollici quadrati di pudore quando non è in uso. A molti non importa, ma al mio coniuge sì, il che ha significato vivere con un piccolo televisore per più tempo di quanto non voglia ammettere.

I proiettori a tiro ultracorto sono spesso commercializzati come sostituti del televisore. Sono piccoli in confronto, ma capaci di proiettare un’immagine di grandi dimensioni se posizionati a pochi centimetri dal muro. Ma i proiettori UST capaci di una grande immagine luminosa in 4K HDR sono sempre stati proibitivamente costosi. Quindi, per farla breve, abbiamo comprato un televisore OLED da 55 pollici mentre eravamo in isolamento Covid.

Ma ora c’è un nuovo arrivato: l’all-in-one Xgimi Aura è un proiettore laser 4K HDR a tiro ultracorto con sistema audio integrato che esegue Android TV ed è in grado di gettare 2400 lumen sulle mie pareti bianche per 2.499 dollari. Questo non è economico, ma sottoquota altri proiettori 4K a tiro corto che iniziano a 2.800 dollari per un VAVA, saltare a $3.300 da marchi affermati come Optomae raggiungono prezzi più alti di $15,000 per un Sony di fascia alta.

“Il tuo prossimo televisore non è un televisore”, è così che Xgimi commercializza l’Aura. Ma un proiettore UST può davvero sostituire un televisore moderno?

Beh, forse.

Facciamo prima un passo indietro per quelli di voi che non hanno familiarità con Xgimi. L’azienda cinese ha iniziato nel 2014 prima di debuttare nei mercati occidentali nel 2016. Ha costruito una fedele base di fan intorno a proiettori portatili all-in-one dall’aspetto gradevole, con specifiche ragionevoli ma ancora poco costosi. Questi includono lo Z4 Aurora e Horizon Pro 4K che The Verge recensito in precedenza.

Lo Xgimi Aura non è portatile. Misura 606 x 401 x 139,5 mm e pesa 14,9 kg (circa 32 libbre) che è grande rispetto ai tradizionali proiettori a lunga gittata. Ma la maggior parte di quel volume sta in basso su un mobile al posto di un televisore indipendente.

Per sostituire un televisore, l’Aura deve accendersi altrettanto velocemente, essere altrettanto piacevole da vedere in tutti gli scenari di illuminazione, offrire una selezione simile di applicazioni di streaming e fornire un suono comparabile con l’opzione di migliorarlo per le configurazioni home theater. Ha anche bisogno di fare tutte queste cose giustificando un prezzo che è almeno il doppio di quello di un 55 pollici OLED.

Quindi affrontiamo ogni punto uno per uno.

Tempo di TV

Il mio televisore LG da 55 pollici si avvia in webOS in circa 25 secondi con Quick Start+ disattivato. Si accende in soli 5-6 secondi con lo standby attivato, che è la mia solita configurazione. In confronto, lo Xgimi Aura si avvia a freddo in Android TV OS 10.0 in circa 55 secondi, il doppio del tempo della LG TV. L’accensione dallo standby richiede circa 11 secondi, di nuovo il doppio del tempo.

C’è un’opzione per spegnere l’unità di proiezione laser dell’Aura (per trasmettere musica, per esempio) che gli permette di tornare in vita istantaneamente. Ma il rumore della ventola (di cui parleremo più avanti) e l’eccessivo consumo di energia rendono questa opzione un’opzione che uso con parsimonia.

Ancora più importante, le applicazioni si avviano più velocemente sull’Aura rispetto al mio televisore. Plex si lancia circa tre volte più velocemente, YouTube si apre istantaneamente mentre la TV impiega qualche secondo, Apple TV si lancia circa il 50% più velocemente, e Prime Video circa il 20%.

Posso sopportare qualche secondo in più di tempo di avvio finché le mie applicazioni sono reattive quando cerco qualcosa da guardare.

Vincitore: Aura.

Le gambe regolabili aiutano con l’angolazione, ma avrete bisogno di un mobile ampio per ottenere un display da 150 pollici.

La sorgente di luce laser si spegne rapidamente per proteggere gli occhi curiosi di bambini e animali domestici.

Non perdere il telecomando perché mancano i controlli sul dispositivo.

Tutti gli ingressi e le uscite sono sul retro.

Esperienza di visualizzazione

Paragonare l’esperienza visiva di un proiettore a una TV è davvero paragonare mele e arance. Alcuni daranno certamente la priorità a un display immersivo di oltre 100 pollici che, per la maggior parte delle persone, è finanziariamente fattibile solo con un proiettore. Altri vogliono display ad alto contrasto e con colori precisi, abilitati dai televisori più luminosi. A meno che non siate sul mercato per un super yacht, non potete permettervi entrambe le dimensioni e l’immagine che fa esplodere l’HDR da un singolo display.

I drogati di dimensioni saranno attratti dal display da 150 pollici dell’Aura. Ma questo si accompagna a qualche problema. In primo luogo, la diffusione di tutti quei lumen in uno spazio così grande offusca notevolmente l’immagine visualizzata. Secondo, l’Xgimi Aura ha bisogno di essere a 17,3 pollici (44,1 cm) dalla parete per ottenere un’immagine così grande, il che può facilmente sconfiggere i tipici stand TV che tendono ad essere piuttosto stretti (il proiettore è largo quasi 16 pollici). Tuttavia, comprare un tavolo più largo è più economico che abbattere un muro per guadagnare la distanza richiesta da alcuni proiettori a lunga gittata per ottenere la stessa dimensione del display.

Nella mia configurazione, dove l’Aura si trova su una stretta credenza Ikea, il massimo che posso spostare il proiettore dal muro prima che il beamer cada oltre il bordo è di circa 15,5 cm (6,1 pollici). Questo è abbastanza lontano per creare un rettangolo proiettato di 90 pollici. È grande rispetto al mio LG OLED da 55 pollici, ma neanche lontanamente così luminoso.

Come avrete già intuito allora, la visione dell’Aura durante il giorno è pessima. Va bene per guardare le notizie, credo, e recuperare alcuni dei miei abbonamenti a YouTube finché le tende sono chiuse, ma l’immagine è slavata gravemente, anche nei pomeriggi piovosi e uggiosi.

La visione di giorno con le tende aperte è… pessima.

È di notte che la gigantesca immagine proiettata in 4K dell’Aura prende davvero vita. È vero, i neri soffrono di dover essere proiettati sulla distanza usando la luce a differenza del mio TV OLED, ma l’Xgimi Aura serve ancora alcuni bei paesaggi scuri da film come Dune, grazie allo schermo più spazioso che evoca il tipo di esperienza cinematografica che ho desiderato da quando la pandemia ha chiuso le sale. Anche gli sport sembrano grandiosi sull’Aura quando vengono visti in una stanza buia. Non c’è bisogno di dirlo, ma l’immagine più grande rende più facile seguire la palla.

Guardare al buio non è un problema al momento, dato che il sole tramonta alle 5 del pomeriggio dove vivo. Tuttavia, avrei bisogno di tende oscuranti in estate, quando la luce del giorno si estende oltre le 10 di sera. Questo è qualcosa da considerare se si vive in un clima nordico.

Nel complesso, i colori dell’Aura sono ricchi, anche se tendono al verde; le immagini sono nitide; e la messa a fuoco è uniforme in tutto. E mentre l’Aura supporta l’HDR10, semplicemente non è abbastanza luminoso per produrre il contrasto delle immagini prodotte dai TV moderni.

Il gameplay casual è anche meraviglioso su quel display gigante, soprattutto nelle modalità multiplayer a schermo diviso che possono essere strette anche su televisori di grandi dimensioni. Ma la latenza di input e la mancanza di HDMI 2.1 significano che non vi porterete a casa nessun titolo esports professionale.

Ho dovuto inclinare il mio Aura verso l’alto per evitare che una presa di corrente oscurasse parte della proiezione. Questo è stato facile da fare grazie alle gambe integrate di Aura che si svitano da sotto, e alla correzione trapezoidale a 8 punti per riequilibrare l’immagine. Ma come tutti i proiettori, la luminosità dell’immagine soffre come risultato a quegli angoli, mentre risulta anche in ombre di luce trapezoidale che diventano visibili nelle scene scure. La configurazione ideale è che l’Aura sia seduto in piano e punti direttamente al muro.

Avere la luce proiettata dal basso rende anche le deformazioni del mio muro più evidenti a causa delle rispettive ombre. I dispositivi di proiezione frontale fanno un lavoro molto migliore per oscurare i buchi, le scalfitture e l’intonaco ondulato sulle mie pareti vecchie di 170 anni. La mia configurazione trarrebbe beneficio da uno schermo di proiezione, che appianerebbe le immagini migliorandone la luminosità e il contrasto. Ma questo sconfiggerebbe davvero questo come un sostituto della TV, a meno che io non voglia pagare ancora di più per uno schermo che si srotola automaticamente da un angolo del soffitto. No, grazie.

Come gli altri proiettori di Xgimi, l’Aura ha un sistema audio Harman Kardon integrato. Questa volta si tratta di una robusta configurazione 4 x 15W (equamente divisa in due tweeter e due woofer) con supporto DTS e Dolby Audio. È molto forte e produce una separazione audio decente che fa saltare il mio televisore LG. L’audio dell’Aura non può competere con la mia solita configurazione 5.1 Sonos, ma ha un’uscita ottica S/PDIF per l’espansione, così come un jack per le cuffie e il supporto per l’audio Bluetooth.

Il rumore della ventola dell’Aura produce un leggero ronzio che si nota facilmente. Posso sentirlo ronzare a tre metri di distanza, mentre Android TV scorre in cicli quelli che dovrebbero essere slideshow silenziosi. Mi dà fastidio quando la mia attenzione è attirata dal rumore, ma per lo più non ne sono consapevole. Con il display spento, Aura rallenta la ventola per dimezzare il rumore. Questo può essere utile se si vuole usarlo come un lettore musicale, per esempio.

Vincitore: È un testa a testa, perché a volte un display gigante che è buono è meglio di uno più piccolo che è grande.

App intelligenti

L’Aura esegue Android TV come molti televisori intelligenti. Questo significa un sacco di applicazioni di streaming tra cui scegliere come Apple TV Plus, Disney Plus, YouTube, Amazon Prime Video, Plex e HBO Max. Netflix, tuttavia, non ha ancora certificato Xgimi sotto la Programma Open Connect per rendere i flussi di Netflix più efficienti. L’app può essere installata tramite workaround, ma anche questo ha smesso di funzionare a metà del mio test (altri workaround appaiono regolarmente). Fortunatamente, Aura ha il supporto Chromecast integrato, ma l’esperienza impallidisce in confronto a un’app locale, e le prestazioni sono inconsistenti.

Per esempio, il video Chromecasting di solito andava bene, ma l’app NFL GamePass è crollata su entrambi i dispositivi iOS e Android. L’unica soluzione è stata quella di collegare un vecchio dongle Chromecast da una porta HDMI che ha funzionato perfettamente.

Anche l’app Apple TV è andata in errore un paio di volte durante i miei test, il che è stato risolto solo riavviando l’Aura.

Ma in realtà si torna a Netflix. Netflix è usato da oltre 200 milioni di persone in tutto il mondo. Spendere 2.500 dollari per un proiettore commercializzato come un sostituto della TV solo per scoprire che l’app manca è preoccupante, soprattutto per le famiglie con bambini piccoli che non hanno telefoni per il casting.

Vincitore: TV.

Altre osservazioni

  • L’Aura ha una protezione per gli occhi incorporata che taglia rapidamente la sorgente di luce laser se rileva un’interferenza. È veloce e si spera che protegga gli occhi curiosi di bambini e animali domestici.
  • Il contenuto 1080p upscalato sembrava a posto.
  • L’Aura presenta lo stesso telecomando con pulsante dedicato a Google Assistant che ho testato, e mi è piaciuto, sull’Horizon Pro. Non perdetelo perché a parte un pulsante di accensione, non ci sono controlli sul dispositivo. (Anche allora c’è sempre il telecomando software di Google Home).

Aura fa bene alla grande.

Nel corso degli anni ho proposto a mia moglie una varietà di soluzioni televisive meno brutte, solo per essere respinto. Un proiettore a soffitto (non voglio aprire le pareti per i cavi). TV montata su un ascensore elettrico (devo costruire un armadio gigante per nasconderla). TV arrotolabile (troppo prototipo e troppo costoso). Uno di quei televisori sempre accesi che fingono di essere una cornice (pensate che sia un pazzo?).

Il proiettore Xgimi Aura all-in-one 4K ultra-short throw può effettivamente sostituire un televisore, ma solo se lo installi in una stanza molto buia. Anche allora dovrete sopportare il rumore della ventola, nessuna app Netflix e un’immagine inferiore (ma molto buona) al prezzo di due TV OLED da 55 pollici e una console di gioco.

Ma se davvero odiate l’idea di un televisore gigante che rovina l’estetica del vostro salotto minimalista, o se volete l’immagine più grande possibile in una stanza stretta dove un proiettore tradizionale a lunga gittata semplicemente non ci sta, allora il Xgimi Aura da 2.500 dollari è il migliore per il suo prezzo.

Fotografia di Thomas Ricker / The Verge

Source link