Non c’è mai stato un momento migliore per diventare un nomade digitale.

Molti datori di lavoro che non si chiamano Elon Musk offrono ora accordi di lavoro flessibile da casa, introdotti durante la pandemia e resi permanenti nel 2022. Ironia della sorte, il piccolo servizio di camper Starlink di Musk è stato una manna per il lavoro a distanza, in quanto ha portato internet relativamente veloce in vaste zone selvagge del mondo digitale, anche durante la guida. E per coloro che desiderano andare veramente a distanza, decine di Paesi, come Spagna, Barbados, Namibia e Malesia, offrono oggi permessi di soggiorno temporanei ai lavoratori digitali di datori di lavoro stranieri.

Grazie ai progressi nel campo dei pannelli solari e delle batterie, la vostra esistenza da nomadi può anche essere eliminata dalla rete. Le batterie ad alta capacità ora si caricano più velocemente, durano più a lungo, pesano meno e offrono una maggiore sicurezza grazie all’adozione della chimica del litio ferro fosfato (LFP o LiFePO4). Questo è un bene perché avrete bisogno di molta energia se volete vivere e lavorare comodamente dalla spiaggia, dalla foresta o dalla cima di una montagna.

Ma non si può contare solo sull’energia del sole. Per soggiorni prolungati off-grid, dovrete essere in grado di rifornire le batterie con qualsiasi risorsa a vostra disposizione, che si tratti di prese di corrente alternata in un parcheggio per camper (alias, “shore power”), dell’alternatore del vostro furgone e persino di un generatore diesel o di una turbina eolica in caso di necessità. È qui che il nuovo Kit di alimentazione EcoFlow in arrivo.

EcoFlow ha annunciato a giugno la serie di kit di alimentazione espandibili come soluzione chiavi in mano per portare facilmente l’energia elettrica a cabine e camper remoti. Il suo scopo è quello di migliorare e semplificare tutto, dalla pianificazione all’installazione e al funzionamento, rispetto ai sistemi elettrici su misura venduti oggi da aziende leader del settore come Victron Energy.

In particolare, EcoFlow sostiene che i suoi Power Kit possono adattarsi a “qualsiasi dimensione di furgone” ed essere installati “cinque volte più velocemente” rispetto ai sistemi tradizionali. Ho quindi messo alla prova queste affermazioni con l’aiuto di installatori professionisti e principianti.

L’installazione da principiante è stata effettuata in un vecchio Ford Transit Westfalia Nugget – il furgone che avete ricostruito perché i vostri genitori ve l’hanno venduto a poco – da Roel, un ragazzo normale capace di installare un interruttore o due. L’installazione professionale è stata eseguita su un Mercedes-Benz Sprinter – il gold standard per i vanlifers – da Fabian van Doeselaar, il proprietario di Origine Viaggiatori.

Fabian ne è rimasto così colpito che sta riprogettando gli interni su base Victron dei suoi furgoni da avventura personalizzati per accogliere il kit di alimentazione EcoFlow. Non è un sistema perfetto, soprattutto per il furgone più piccolo di Roel, ma la soluzione di EcoFlow ha molti più vantaggi che svantaggi.

Assicuratevi solo che il datore di lavoro che sostiene i vostri sogni di evasione sia anche ben pagato. I kit di alimentazione EcoFlow non sono economici, con prezzi che partono da circa 4.000 dollari. E questo prima di aggiungere i pannelli solari.

Cosa c’è nel kit?

EcoFlow vende i suoi kit di alimentazione con un’ampia gamma di configurazioni che possono essere adattate a diverse esigenze. La configurazione di base comprende il Power Hub, i cavi e una scelta di batterie per una capacità totale compresa tra 2kWh e 15kWh.

Il kit di alimentazione EcoFlow. Da sinistra a destra: una batteria da 5 kWh, il cavo della batteria e la scatola del Power Kit. Sotto la scatola, il display della console, il pannello di distribuzione intelligente CA/CC e il coperchio. Quindi il cablaggio dell’hub di alimentazione incluso e l’hub di alimentazione stesso.

Specifiche del kit di alimentazione (USA)

  • Il sistema a 48V si abbassa automaticamente per i sistemi a 12V/24V
  • L’hub di alimentazione misura 11,8 x 18,9 x 5,5 pollici (30 x 48 x 14cm); 31 libbre (14kg)
  • Supporta una capacità di batteria EcoFlow LFP compresa tra 2kWh e 15kWh
  • Uscita principale CC: 13,6V/70A, 1000W max; 26,4V/60A, 1600W max
  • Uscita principale CA: Onda sinusoidale pura 3600W (Surge 7200W); può anche alimentare alcuni apparecchi fino a 5000W con prestazioni ridotte.
  • Due ingressi solari, ciascuno con supporto fino a 15-60V/30A, 1600W di potenza
  • Un ingresso combinato alternatore/solare, che supporta 13V-60V/60A, 1000W max dall’alternatore del veicolo o 1600W di energia solare.
  • Un ingresso CA, in grado di supportare fino a 3000W/30A dalla rete elettrica (ma la maggior parte dei parchi camper non consente di caricare a 30A).
  • Un’uscita CA, che supporta fino a 2400W
  • Due porte per le batterie LFP di EcoFlow
  • Una porta combinata che funziona sia con le batterie LFP di EcoFlow che con lo Smart Generator a doppia alimentazione dell’azienda (per una potenza di emergenza di 1800 W).
  • Viene fornito con cinque cavi plug-and-play che raggiungono lunghezze di 15 e 20 piedi e si collegano direttamente al Power Hub.
  • Disponibile nelle configurazioni UE e USA
  • Pulsante di accensione, accensione/spegnimento dell’uscita AC, accensione/spegnimento dell’uscita DC e cinque spie di stato che indicano l’uscita AC, l’uscita DC, l’ingresso PV (solare), l’ingresso alternatore e l’ingresso AC
  • La batteria da 2 kWh ha una capacità nominale di 3.000 cicli prima di raggiungere l’80%.
  • La batteria da 2kWh misura 11,2 x 13,7 x 7,8 pollici (28,4 x 34,8 x 19,8 cm) / 37 libbre (16,8 kg)
  • La batteria da 5kWh ha una capacità nominale di circa 3.500 cicli prima di raggiungere l’80%.
  • La batteria da 5kWh misura 11,8 x 19,7 x 10,2 pollici (30 x 50 x 26 cm) / 90 libbre (41 kg)
  • Entrambe le batterie sono resistenti all’acqua e alla polvere IP54
  • Entrambe le batterie sono auto-riscaldate per una ricarica continua anche a temperature inferiori allo zero
  • Le batterie possono essere collegate al Power Hub solo in parallelo
  • EcoFlow fornisce una selezione di staffe per impilare in modo sicuro le batterie o montarle una accanto all’altra.

Pannello di distribuzione intelligente AC/DC:

  • 8,3 x 13,9 x 3,9 pollici (21 x 35,3 x 9,9 cm) / 5,7 libbre (2,6 kg)
  • Uscita CC: 12 posizioni CC con fusibile (sei posizioni controllabili tramite console e app Power Kit)
  • Uscita CA: sei posizioni CA, 20A max ciascuna
  • Resistenza alla polvere e all’acqua IP21

Il Power Hub è il cervello del sistema e fornisce un punto centrale di connettività per le batterie e tutti gli ingressi e le uscite. Combina diverse funzioni che in genere richiederebbero scatole e cablaggi esterni propri. All’interno del Power Hub si trovano tre regolatori di carica solare MPPT, un caricabatterie a inverter, un convertitore step-down DC-DC e un caricabatterie DC-DC. Per molte installazioni, questo approccio all-in-one è un vantaggio, ma quando lo spazio è molto limitato, può essere vantaggioso avere più dispositivi più piccoli che possono essere infilati in qualsiasi angolo disponibile (maggiori informazioni in seguito).

Opzionalmente, è possibile aggiungere sia un Pannello di distribuzione intelligente CA/CC da $499 e un display touchscreen da sette pollici cablato da 349 dollari per il controllo indipendente di tutti i dispositivi elettrici del veicolo. La console potrebbe essere superflua per alcuni, in quanto riproduce semplicemente le funzionalità già incluse nell’eccellente app EcoFlow, ma altri pagheranno volentieri per avere un display dedicato montato all’interno del loro furgone o della loro piccola casa.

È possibile collegare fino a tre batterie al Power Hub, ma non è possibile mischiare batterie da 2 kWh con batterie da 5 kWh. Le batterie sono riscaldate, il che consente loro di scaricare e di caricare quando la temperatura esterna scende sotto lo zero, senza influire sulle prestazioni o sulla durata. Il riscaldamento per la carica si attiva automaticamente quando la temperatura scende sotto i 32 gradi F (0 gradi C) e consuma energia dalla fonte di ricarica esterna (come i pannelli solari), mentre la batteria alimenta il riscaldamento per la scarica, motivo per cui deve essere attivato manualmente per evitare un esaurimento inatteso della batteria.

I kit di alimentazione non includono pannelli solari. Il Power Hub è progettato per collegarsi facilmente a qualsiasi pannello solare rigido, flessibile o portatile di EcoFlow, ma funziona anche con pannelli di terze parti (utilizzando connettori o adattatori MC4 standard), purché la loro tensione massima a circuito aperto non superi i 150V. Supporta fino a 4800W di input solare totale distribuito su tre porte da 1600W.

Il Power Hub è un sistema a 48 volt che utilizza un modulo DC-DC step-down per renderlo compatibile con i campeggiatori costruiti con i comuni sistemi a 12 o addirittura 24 volt. Il sistema a 48 V presenta una serie di vantaggi, tra cui una corrente inferiore a parità di potenza erogata, che consente di utilizzare cavi molto più sottili (e leggeri) in tutto il veicolo.

L’inverter Power Hub è in grado di produrre fino a 3600 W (7200 W di picco), una potenza sufficiente per alimentare quasi tutti gli apparecchi CA che si desidera installare all’interno del furgone, compresi i piani cottura a induzione e i condizionatori d’aria. (Il Power Hub è in grado di alimentare anche dispositivi CA con assorbimento fino a 5000W grazie alla tecnologia X-Boost di EcoFlow, che abbassa la tensione di uscita, riducendo così le prestazioni dei dispositivi ad alto wattaggio. È meglio pensare a X-Boost come a una rete di sicurezza che può occasionalmente tirarvi fuori dai guai.

Componenti del Power Kit a sinistra rispecchiati da un sistema Victron simile (con una capacità della batteria molto inferiore) in blu a destra. EcoFlow richiede molti meno componenti.

Componenti del Power Kit a sinistra rispecchiati da un sistema Victron simile (con capacità della batteria molto inferiore) in blu a destra. EcoFlow richiede molti meno componenti.

L’immagine qui sopra mostra tutti i componenti del Power Kit EcoFlow disposti a specchio con un sistema analogo (con una capacità della batteria molto inferiore) di Victron Energy utilizzato nei furgoni di Fabian. Le scatolette blu di Victron sono incredibilmente capaci e scalabili, il che le ha rese il marchio di riferimento per i costruttori di furgoni di tutto il mondo. Ma richiedono una conoscenza che si avvicina a quella di un elettricista esperto per scegliere i componenti giusti e poi montarli e cablarli correttamente. D’altra parte, professionisti come Fabian possono mettere a punto le configurazioni Victron in base alle esatte esigenze di una particolare costruzione, risparmiando denaro e forse anche un po’ di spazio.

Altre caratteristiche degne di nota:

  • La modalità Bypass automatico invia l’alimentazione CA collegata all’esterno direttamente agli apparecchi CA del furgone mentre le batterie si ricaricano.
  • La porta dell’alternatore del Power Hub è collegata direttamente alla batteria di avviamento del furgone (che è collegata all’alternatore del veicolo). Per impostazione predefinita, Power Hub interrompe l’assorbimento di corrente quando il veicolo è inattivo, ma questa funzione può essere annullata nell’app.
  • L’applicazione per iOS e Android di EcoFlow funziona tramite Bluetooth o Wi-Fi a 2,4 GHz per gestire ingressi e uscite con una granularità impressionante.
  • Un sistema di gestione della batteria (BMS) integrato monitora la temperatura, la tensione e la corrente per garantire un funzionamento sicuro.
  • EcoFlow mi ha detto che i Power Kit funzionano con alcune turbine eoliche nella gamma 12-60V, 30A per caricare con la corrente continua. EcoFlow sta studiando un prodotto portatile per turbine eoliche che potrebbe essere rilasciato nel 2023.
  • EcoFlow vende un prodotto da 1.399 dollari. generatore intelligente a doppia alimentazione che può essere collegato al Power Hub per la ricarica di emergenza in corrente alternata o continua. Continuerà a funzionare finché avrete a disposizione propano o gasolio per alimentarlo.
Il Power Hub è il punto centrale di connettività. Il generatore intelligente EcoFlow (5) può anche essere una terza batteria, come nel caso di Fabian.

Il Power Hub è il punto centrale di connettività. L’EcoFlow Smart Generator (5) può anche essere una terza batteria, come nel caso di Fabian.
Immagine: EcoFlow

Installazione

Sia Roel che Fabian hanno espresso lo stesso commento quando hanno ricevuto le loro unità di prova: “È tutto molto simile a quello di Apple”. L’esperienza inizia con un unboxing da urlo che rivela un hardware dall’aspetto fantastico e un’esperienza di utilizzo delle app che offre risultati eccellenti, tutti elementi molto insoliti nel mondo dei costruttori di furgoni.

Entrambi gli installatori hanno commentato quanto l'esperienza hardware e software fosse

Entrambi gli installatori hanno commentato quanto l’esperienza hardware e software fosse “simile a quella di Apple”.

Il pulsante di accensione del Power Hub è ben nascosto sotto questo sportello meccanico.

Il pulsante di accensione del Power Hub è ben nascosto sotto questo sportello meccanico.

Ogni cavo è ben realizzato ed etichettato per evitare confusione.

Ogni cavo è ben fatto ed etichettato per evitare confusione.

Semplici accorgimenti come questo modello di carta sono stati di grande aiuto per l'installazione.

Tocchi semplici come questo modello di carta sono stati di grande aiuto per l’installazione.

L’installazione si avvale di istruzioni di facile comprensione disponibili in molte lingue, di video di supporto rapidi e informativi sul canale YouTube di EcoFlow e di una sagoma di carta in scala 1:1 che aiuta a ottimizzare il posizionamento e a evitare errori dispendiosi in termini di tempo.

“In confronto, i manuali di Victron contengono una grande quantità di informazioni sull’intero sistema. A volte possono creare confusione”, afferma Fabian. “I manuali di EcoFlow sono piccoli ma spiegano abbastanza per sapere come installarlo. Per molte persone credo sia meglio”.

Anche i cavi di EcoFlow sono ben costruiti ed etichettati per evitare qualsiasi confusione. Le viti e le altre piccole parti sono imbustate separatamente per mantenere l’ordine, e le rondelle di sicurezza sono montate sui bulloni in modo da evitare che si allentino e vadano perse. Questa attenzione ai dettagli è stata apprezzata da entrambi gli installatori. “È molto difficile sbagliare”, dice Roel.

È molto difficile sbagliare

Anche il livello di montaggio e di finitura di ogni componente del Power Kit è insolito per sistemi che di solito vengono installati all’interno di armadi o sotto i sedili. Anche i cavi monocromatici hanno un aspetto gradevole rispetto alla confusione di spaghetti di cablaggio necessari per altri sistemi di alimentazione. Sia Roel che Fabian non avrebbero problemi a lasciare alcuni o tutti i componenti esposti nei loro progetti. Il montaggio dell’hub di alimentazione all’aperto consente di vedere le spie di stato per la carica e l’uscita e di accedere rapidamente ai pulsanti che attivano e disattivano le uscite CA e CC. Questo può essere utile se non si ha voglia di avviare l’app o di andare verso il display della console del Power Kit.

EcoFlow ha davvero azzeccato l’estetica da furgone d’avventura robusto ma raffinato, che Fabian aveva già adottato per i suoi furgoni personalizzati.

Fabian, il professionista, prova l’affermazione “cinque volte più veloce”.

Fabian è il proprietario di Origine Travelvans, un costruttore olandese di furgoni VW Crafter e Mercedes-Benz Sprinter personalizzati per “veri avventurieri e nomadi digitali”. Il suo spirito avventuroso e il suo know-how meccanico sono condivisi dal fratello Mathieu, che con la sua azienda produce accessori robusti per furgoni d’avventura in Europa e negli Stati Uniti. Dutch Van Parts. I fratelli sono esperti nella personalizzazione di furgoni, sia all’interno che all’esterno.

Fabian al lavoro all'interno di uno dei suoi furgoni Origin Travelvans Mercedes-Benz Sprinter personalizzati con gli accessori Dutch Van Parts del fratello montati sul tetto e sulle porte posteriori.

Fabian al lavoro all’interno di uno dei suoi Origin Travelvans Mercedes-Benz Sprinter personalizzati con gli accessori Dutch Van Parts del fratello montati sul tetto e sulle porte posteriori.

Fabian ha ricevuto il sistema Power Kit da 15 kWh più grande (e più costoso, 15.000 dollari) da installare nel suo Mercedes-Benz Sprinter L2H2, il furgone da lavoro usato in tutta Europa. Questo furgone personalizzato di sei metri (quasi 20 piedi) è il veicolo di prova personale di Fabian, dove può sperimentare nuove tecnologie, componenti e layout prima di offrirli ai clienti a prezzi che possono superare i 150.000 dollari.

Il suo furgone Sprinter era già dotato di un sistema di alimentazione di Victron Energy, che è stato necessario rimuovere prima di installare l’EcoFlow Power Hub, lo Smart AC/DC Distribution Panel e le batterie nello spazio recuperato. Quello che vedete nella foto, compresi tutti i cavi rossi avanzati, non è l’assemblaggio finale di Fabian, ma è un’approssimazione ragionevole per testare l’affermazione di EcoFlow secondo cui il Power Kit può essere configurato e installato “cinque volte più velocemente” dei sistemi concorrenti.

Prima di rendere permanente l’installazione del Power Kit, Fabian deve innanzitutto riprogettare i suoi armadietti in alluminio personalizzati per ottimizzare l’inserimento di ogni componente EcoFlow per facilitare l’accesso e la ventilazione. Dopo aver trascorso alcune settimane con il Power Kit, Fabian è convinto che i suoi futuri Origin Travelvan saranno costruiti con sistemi EcoFlow, nonostante qualche intoppo lungo il percorso (ne parleremo più avanti).

Il pannello di distribuzione intelligente AC/DC è forse la parte preferita di Fabian del Power Kit. Innanzitutto, semplifica l’installazione e la rende più sicura terminando tutti i cablaggi all’interno di una scatola centrale grazie agli agganci rapidi, isolando al contempo tutti i cavi CC e CA tra loro. Dispone di sei posizioni CA e 12 posizioni CC con fusibili, sei delle quali possono essere controllate e monitorate indipendentemente dall’app EcoFlow o dal display della console Power Kit. Altri sistemi (come Victron) sono in grado di farlo, ma la loro configurazione è più lunga e complessa, poiché richiede più moduli da collegare tra loro con software e cablaggio.

Cosa può alimentare 15kWh in un giorno?

Se il Power Kit viene equipaggiato con tre batterie da 5kWh, la capacità è sufficiente per alimentare tutti i seguenti dispositivi per le durate elencate prima di doverli ricaricare, secondo quanto riportato da EcoFlow, un utile calcolatore di potenza:

  • Microonde: 1400W/25m
  • Crockpot: 250W/90m
  • Scaldabagno: 1800W/30m
  • Condizionatore d’aria: 2400W/6h
  • Computer portatile: 120W/10h
  • Piano cottura a induzione: 1800W/1h
  • Frigorifero: 200W/24h
  • Luci: 10W/12h
  • Starlink RV: 42W/10h

Il Power Kit è progettato per ricaricare con l’energia solare, l’alternatore del furgone, la rete elettrica e persino lo Smart Generator EcoFlow a doppia alimentazione, in modo da poter ricaricare le batterie e rifare tutto domani.

Attualmente Fabian standardizza le sue costruzioni su un paio di configurazioni del sistema Victron, una per esigenze di media potenza e una per esigenze elevate, per semplificare il processo di installazione. “Ma ora il sistema Power Kit mi permette di avere rapidamente nuove configurazioni e nuove possibilità senza dover riprogettare completamente la distribuzione”, dice Fabian. “E per me, come costruttore, è assolutamente fantastico. Semplifica tutto. È una differenza enorme rispetto a Victron”.

Il pannello di distribuzione intelligente è vantaggioso anche per il proprietario del furgone. Vedere il consumo di energia, sia storico che in tempo reale, per dispositivi specifici a corrente alternata, come condizionatori e piani di cottura a induzione, e a corrente continua, come frigoriferi e luci, può aiutare gli utenti a vivere in modo più efficiente per massimizzare il tempo trascorso fuori dalla rete. Inoltre, questo sistema porta molte comodità smart-home alla vita in furgone.

Tuttavia, il Power Kit non è un sistema perfetto.

Il Power Kit non è tuttavia un sistema perfetto.

Per cominciare, il posizionamento del Power Hub è limitato dalla lunghezza dei cavi delle batterie LFP, che misurano solo 1,5 m (4 piedi, 11 pollici). Questo non è un problema per i sistemi con una capacità di batteria inferiore, ma la configurazione da 15 kWh di Fabian ha tre batterie LFP giganti da 5 kWh da collegare al Power Hub, ognuna delle quali misura 50 cm di larghezza. Di conseguenza, la batteria più lontana determinerà la posizione del Power Hub e viceversa. Probabilmente è per questo che EcoFlow ama mostrare i suoi sistemi a tre batterie impilati verticalmente all’interno dei furgoni. Ma questo non ha molto senso per i furgoni 4×4 di Fabian, che funzionano meglio con il peso interno uniformemente distribuito a terra.

Lo Smart Generator EcoFlow a doppia alimentazione accanto alle tre batterie LFP di Fabian nella loro posizione temporanea. Le batterie saranno probabilmente nascoste nel progetto finale.

Lo Smart Generator EcoFlow a doppia alimentazione accanto alle tre batterie LFP di Fabian nella loro posizione temporanea. Le batterie saranno probabilmente nascoste nel progetto finale.

In effetti, Fabian sostiene che la sua configurazione da 15 kWh è eccessiva per un tipico furgone ed è più adatta a piccole case off-grid dotate di elettrodomestici pesanti. “Penso che se si vive e si lavora off-grid, tre batterie sono sicuramente un vantaggio. Ma per un sistema generico installato in un furgone, credo che una batteria da 5kWh sia sufficiente”. Ciononostante, Fabian ha intenzione di sfruttare tutta questa capacità per costruire un furgone da esposizione privo di propano e dotato di tecnologia per la cucina, l’ambiente e l’intrattenimento ad alto consumo energetico.

L’installazione è inoltre limitata dai requisiti di ventilazione relativamente elevati di EcoFlow, che riducono lo spazio prezioso. Il Power Hub richiede almeno 10 cm (circa quattro pollici) su tre lati (5 cm sul lato sinistro) per garantire una ventilazione adeguata. “Power Hub è un’unità compatta e piacevole. D’altra parte, secondo il manuale, ha bisogno di molto spazio per la ventilazione”, dice Fabian. “Gli elementi Victron sono più piccoli e separati, quindi è possibile trovare modi migliori per utilizzare lo spazio disponibile”.

Anche le ventole ad alta velocità di Power Hub possono diventare molto rumorose. Si attivano rapidamente dopo aver collegato il Power Hub alla rete elettrica per la ricarica. EcoFlow è noto per il rumore delle sue ventole, ma è inevitabile con lo stato attuale della tecnologia di ricarica rapida. Fortunatamente, è possibile ridurre l’amperaggio di carica nell’app per diminuire la velocità delle ventole, il che potrebbe essere una salvezza se dovete ricaricare durante la notte in un parcheggio per camper mentre cercate di dormire.

Fabian al lavoro dal suo furgone con la console EcoFlow che mostra lo stato di carica alle sue spalle.

Fabian al lavoro dal suo furgone con la console EcoFlow che mostra lo stato di carica alle sue spalle.

C’è anche il problema dei bug. Dopo l’installazione, Fabian ha scoperto che le batterie si scaricavano nonostante tutti i dispositivi CA e CC fossero spenti, e due delle sue batterie si scaricavano più velocemente della terza. Questi problemi sono stati risolti con una serie di aggiornamenti del firmware nell’arco di circa quattro settimane. EcoFlow ha la reputazione di essere veloce nell’eliminare i bug. Questo è un bene, ma c’è da chiedersi come mai problemi così evidenti abbiano permesso la commercializzazione del prodotto e quali nuovi problemi verranno scoperti nel corso di test a lungo termine.

L’ultimo problema di Fabian è minore. A differenza dei cavi della batteria LFP, la maggior parte dei cavi forniti con il kit sono semplicemente troppo lunghi. Fabian è specializzato nella costruzione di furgoni leggeri per evitare le restrizioni europee che entrano in vigore sopra le 3,5 tonnellate, quindi ogni grammo conta. Per questo motivo, intende accorciare i cavi che vanno dal Power Hub alla batteria di avviamento e allo Smart Distribution Panel. Non è un problema, però, perché i connettori sono progettati per essere aperti per tagliare e ricollegare i cavi interni. E questo lavoro impallidisce rispetto a tutti i cavi che Fabian ha dovuto creare da zero per i sistemi Victron che utilizzava.

Per quanto riguarda l’affermazione di EcoFlow secondo cui il Power Kit può essere installato “cinque volte più velocemente” rispetto ai sistemi concorrenti, secondo Fabian è vero. La sua installazione ha richiesto meno di cinque ore e ha incluso un’approfondita lettura dei manuali. Fabian fa notare, tuttavia, che l’affermazione sulla velocità è vera solo per i sistemi completamente equipaggiati come quello che ha installato lui. Se le vostre esigenze sono semplici e quindi non richiedono molti cablaggi e configurazioni, il Power Kit non vi farà risparmiare molto tempo.

Roel, il principiante, prova l’affermazione “qualsiasi dimensione del furgone”.

Roel è abbastanza esperto di elettricità domestica da collegare un interruttore della luce e installare i propri pannelli solari. Tuttavia, non ha alcun interesse a diventare carne da macello per i motori pubblicitari di Internet, ed è per questo che ho accettato di non rivelare il suo cognome.

Roel mentre installa il suo Power Kit di base nel suo piccolo camper Ford Westfalia.

Roel installa il kit di alimentazione entry-level nel suo piccolo camper Ford Westfalia.

Roel ha ricevuto il Power Kit più piccolo da 2 kWh (4.000 dollari) da installare nel suo Ford Westfalia Nugget di 16 anni. Quando EcoFlow dice che il suo Power Kit può adattarsi a “qualsiasi dimensione di furgone”, beh, questo è il camper che lo dimostra.

Per montare il Power Hub e la batteria singola da 2 kWh, ha dovuto prima fare spazio rimuovendo il serbatoio di raccolta delle acque grigie, che immagazzina le acque di scarico del lavandino. Non usava il serbatoio, quindi non è stato un grande sacrificio, ma non tutti i proprietari di piccoli furgoni hanno questa flessibilità.

L’armadietto in cui è installato il tutto funge da ripostiglio durante il giorno e sostiene parte del letto durante la notte. Ciò significa che lo spazio sarà coperto da un solido ripiano o da un materasso per lunghi periodi di tempo. Lo spazio ristretto ha richiesto a Roel un po’ di creatività con le staffe di montaggio, poiché non c’era abbastanza spazio per seguire le precise istruzioni di montaggio di EcoFlow. Fortunatamente, il lavoro ha richiesto solo la realizzazione di alcuni fori e il fissaggio di alcuni bulloni.

Lo spazio per i componenti EcoFlow è stato ulteriormente compromesso dalle bobine di cavi lunghi che dovevano essere infilate nell’area tra la batteria e il Power Hub. Roel intende accorciare i cavi per liberare più spazio per la ventilazione. Ha praticato alcuni fori di ventilazione nel mobile circostante, ma non rientra nei 10 cm di tolleranza raccomandati da EcoFlow per una corretta ventilazione.

Fortunatamente Roel vive nei Paesi Bassi, dove il clima è molto mite. Ma resta da vedere quanto il Power Hub resista nel tempo, soprattutto durante i lunghi viaggi con la famiglia nell’Europa meridionale durante l’estate.

Con suo grande disappunto, Roel non aveva abbastanza spazio per installare il pannello di distribuzione intelligente CA/CC opzionale. Invece, ha attinto al punto di distribuzione esistente del suo Nugget. Spera di trovare un po’ di spazio in più per installarlo, perché vuole davvero la gestione per dispositivo di cui gode Fabian.

Il sistema di EcoFlow costa circa il doppio

Come Fabian, anche Roel ha scoperto alcuni bug del sistema. Ha riscontrato gli stessi problemi di scaricamento della batteria, ma ha anche scoperto un problema di ricarica a basse temperature che è stato risolto durante i test. Al momento della pubblicazione di questa recensione, non era ancora stato risolto un problema non critico per cui il sistema di Roel mostrava un flusso costante di 600 W dall’alternatore alla batteria bloccata al 99%.

In totale, l’installazione di Roel, che era alle prime armi, ha richiesto poco più di 13 ore: un’ora e mezza per disimballare e leggere i manuali, sei ore per capire il cablaggio del suo furgone, quattro ore per capire come rimuovere il serbatoio delle acque grigie e creare un supporto per il Power Hub, e circa due ore per installare il Power Kit e risolvere i problemi.

Roel ha fatto alcuni calcoli sul prezzo del Power Kit rispetto a un sistema analogo di Victron Energy che avrebbe sfruttato meglio lo spazio limitato del suo furgone. Il sistema EcoFlow costa circa il doppio.

La carica della batteria da 2 kWh di Roel (che mostra il 40% di carica) con 1,20 kW di input totale proveniente dall'alternatore (412 W), dal pannello solare (31 W) e dalla rete elettrica CA (753 W), come visualizzato sul display della console.

La carica della batteria da 2 kWh di Roel (che mostra il 40% di carica) con 1,20 kW di input totale proveniente dall’alternatore (412 W), dal pannello solare (31 W) e dalla rete elettrica (753 W), come visualizzato sul display della console.

Il Power Kit può anche essere monitorato e gestito con l'eccellente applicazione EcoFlow.

Il Power Kit può essere monitorato e gestito anche con l’eccellente app EcoFlow.

Roel sta apprezzando l’applicazione EcoFlow e ciò che gli sta insegnando sui suoi elettrodomestici e sulle sue luci che consumano molta energia. “Di solito non ho idea di quanto tempo posso stare lontano dalla rete”, ha detto dopo che tutto è stato collegato. “Ora ho la corrente alternata. È fantastico. Nel complesso, se dovessi iniziare con un furgone nuovo, gli darei un 9 e lode. Ma per un retrofit è più facile usare elementi separati che si possono spargere per il furgone in posizioni diverse. Quindi, per un retrofit in un furgone piccolo come il mio, forse 7,5 su 10”.

Per quanto riguarda l’affermazione di EcoFlow secondo cui il Power Kit può “adattarsi a qualsiasi dimensione di furgone”, Roel ha detto questo: “È grande. Direi che potrebbe essere un po’ più piccolo, ma anche perché ha quasi 5.000 watt di energia solare che possono essere collegati, e si possono mettere fino a 15kWh di batteria e io ne sto usando solo 2kWh. Quindi è fatto per installazioni più grandi. Ma ci sta”.

La vita da van non può essere migliore di così.

La vita da van non può essere migliore di così.

I Power Kit di EcoFlow sono all’altezza delle dichiarazioni dell’azienda. L’opzione più costosa può essere installata da un installatore professionista circa cinque volte più velocemente delle soluzioni esistenti. E i principianti possono inserire il Power Kit entry-level in un piccolo camper se sono disposti a scendere a qualche compromesso. Il prezzo è competitivo anche nella fascia alta, soprattutto se si tiene conto del vecchio adagio secondo cui il tempo è denaro.

Inoltre, il Power Kit all-in-one ha dimostrato di essere una soluzione “chiavi in mano” che elimina la maggior parte delle congetture e delle complessità legate all’installazione e all’utilizzo di un sistema di alimentazione a batteria all’interno di un camper o di una baita off-grid nei boschi, se preferite.

Il termine “cambio di rotta” viene usato in modo piuttosto generico al giorno d’oggi. Ma i Power Kit di EcoFlow hanno davvero cambiato le carte in tavola per chiunque possa permettersi di diventare un nomade digitale. I prezzi partono da 4.000 dollari e possono superare i 15.000 dollari, ma possederne uno potrebbe essere il primo passo per iniziare una vita completamente nuova, e questo non ha prezzo.

Fotografia di Thomas Ricker / The Verge

Source link