La cosa più gentile che posso dire della nuova iterazione Gen 6 da 299 dollari della lunga serie di smartwatch di Fossil è questa: non è interamente colpa di Fossil se è brutto.

Il azienda ha riferito di aver appreso che Google e Samsung avevano collaborato per rivitalizzare finalmente il software Wear OS che Fossil sta usando nello stesso momento in cui lo abbiamo fatto noi: lo scorso maggio al Google IO. E così la linea di smartwatch 2021 di Fossil sta eseguendo un software che non è stato significativamente migliorato almeno dal 2019 e non riceverà l’ultimo software fino alla fine del 2022. Samsung ha smartwatch che girano su Wear OS 3 e lo fanno in modo competente, Fossil è bloccato su Wear OS 2.

Eseguire il vecchio software non è intrinsecamente una cosa negativa – il vecchio software è spesso testato in battaglia, affidabile e veloce. Purtroppo, nessuno di questi aggettivi si applica qui e Fossil ha aggravato i problemi di Wear OS 2 inserendo funzioni che non è in grado di supportare.

È una brutta situazione per un bell’orologio.

Gli smartwatch Fossil Gen 6 sono disponibili in alcuni stili diversi che sono tutti costruiti intorno ad un unico design. Ha un involucro rotondo di 44 mm con uno schermo OLED rotondo da 1,28 pollici. Ci sono due pulsanti che affiancano la corona centrale principale, che può anche essere ruotata per scorrere sull’orologio.

Mi piace l’aspetto dell’orologio Gen 6, ma ho sempre avuto un debole per gli orologi più grandi – anche se i miei polsi sono più piccoli. Fossil potrebbe non correre alcun rischio con il design, ma ha abbastanza carattere da sembrare carino.

La durata della batteria è stata un po’ una delusione. Può durare un giorno e fino al mattino successivo se non spingo l’orologio con il monitoraggio degli esercizi, ma non ci vuole troppo uso per mandarmi a cercare un caricabatterie ben prima di andare a letto. Ci sono alcune diverse modalità di alimentazione – e se si vuole davvero si può scavare ulteriormente e disattivare funzioni specifiche per ottenere più durata della batteria. Se c’è un punto luminoso, è la ricarica. Dal momento che Fossil sta usando perni a contatto diretto che si collegano in modo più sicuro rispetto ai vecchi modelli, è in grado di ricaricarsi velocemente.

Fossil ha riempito la gamma di sensori per abbinare ciò che si può ottenere da altri smartwatch popolari, tra cui un monitor di ossigeno nel sangue – anche se non ha un monitor EKG come gli orologi concorrenti.

Il Fossil Gen 6 è un grande orologio, ma sta bene al mio polso

Il Fossil Gen 6 è un grande orologio, ma sta bene al mio polso.

Purtroppo, avere i sensori non è la stessa cosa che offrire il monitoraggio della salute. Google Fit è tristemente dietro Apple Health nelle sue caratteristiche e Fossil stesso non è impostato per offrire le proprie app per la salute. Il risultato è che mentre è possibile prendere le singole letture ovunque, metterle insieme in un quadro olistico è una seccatura nel migliore dei casi.

Peggio: anche prendere quelle letture è un dolore. Usare la watchface di Fossil per lanciare le statistiche di monitoraggio del sonno o il monitor dell’ossigeno nel sangue implica toccare e poi aspettare di vedere se il tuo tocco ha funzionato, poi toccare di nuovo.

La radice di questi problemi è facile da identificare: Wear OS 2 semplicemente non è all’altezza di supportare tutte le funzioni avanzate che Fossil vuole aggiungere, anche con un nuovo processore Qualcomm che aggiunge un chip a basso consumo per aiutare la durata della batteria.

Wear OS 2 non può impostare timer multipli, a volte lo scorrimento con la corona semplicemente non funziona, e Fossil ha dovuto cercare di colmare le lacune delle funzioni con le proprie app. Mi piace che è possibile scaricare e installare watchfaces di terze parti, ma è una piccola comodità. Wear OS 2 è un pasticcio di permessi confusi, lag e delusione.

Il Fossil Gen 6 è una vergogna - un buon hardware rovinato da un software vecchio

Il Fossil Gen 6 è una vergogna – un buon hardware rovinato da un vecchio software.

Negli anni precedenti con i precedenti orologi Wear OS, sarei spesso atterrato su una sensazione che se lo si usava per cose semplici come le notifiche e il conteggio dei passi, sarebbe stato possibile giustificare l’ottenimento di uno. Ma la realtà è che se sei su Android e vuoi solo quelle nozioni di base, ci sono smartwatch con sistemi operativi molto più semplici che durano più a lungo con una carica. Non otterrete la mappatura o applicazioni come Spotify – ma l’uso di queste applicazioni su questo orologio difficilmente sembra valere lo sforzo per la maggior parte del tempo.

Nel 2022, ci dovrebbe essere un aggiornamento software che porterà il nuovo Wear OS 3 agli orologi Fossil Gen 6. Quando ciò accadrà, sarò curioso di vedere se questi orologi avranno prestazioni migliori. Fino ad allora, la migliore alternativa è il Galaxy Watch 4 di Samsung, che esegue il nuovo software di Google. Ma l’orologio di Samsung usa l’assistente digitale di Samsung e le applicazioni di Samsung.

È un vero peccato. Fossil ha messo insieme un bell’hardware qui, con tutti i pezzi necessari per fare un orologio davvero buono. Ma ha dovuto incollare quei pezzi con un software che Google aveva già abbandonato prima che Fossil fosse in grado di annunciare l’arrivo della Gen 6. Forse la prossima volta, Google e Fossil saranno in grado di sincronizzare i loro sforzi per gli orologi.

Fotografia di Dieter Bohn / The Verge

Source link