ShadowCast di Genki è una scheda di acquisizione video di dimensioni dongle che potrebbe fornire tutto ciò di cui hanno bisogno alcuni giocatori e streamer. È $ 45, un prezzo relativamente basso per un dispositivo senza fronzoli che può portare i tuoi giochi per console sul tuo PC. Ma ha alcune limitazioni. La qualità del video non è eccezionale e c’è un notevole ritardo se stai cercando di giocare insieme allo stream. Questi compromessi non sono una sorpresa, considerando che ShadowCast costa una frazione del prezzo di qualcosa di più capace come HD60 S+ . di Elgato.

Puoi effettivamente andare un po ‘più economico dei $ 45 di Genki se sei disposto a tirare i dadi sul controllo di qualità. L’anno scorso abbiamo coperto una scheda di acquisizione HDMI senza marchio a prezzi accessibili (tra $ 10 e $ 30, di solito) molto simile a questa e forse la sua disposizione delle porte potrebbe essere più conveniente per te. A differenza di ShadowCast, che si collega a una porta HDMI e ha una porta USB-C-in all’altra estremità, l’alternativa più economica ha HDMI-in e USB-out, quindi puoi semplicemente collegare un cavo HDMI che potresti già possedere. Genki ottiene il cenno del capo, tuttavia, sia in termini di qualità costruttiva che del software associato. Entrerò nell’ultima parte di seguito.

È facile far funzionare ShadowCast su PC o macOS. Funzionerà con qualsiasi dispositivo con una porta di uscita HDMI, quindi PS5, Xbox Series X, Nintendo Switch e alcune console meno recenti sono coperte. Ciò include anche fotocamere DSLR o mirrorless che potresti voler utilizzare come webcam di fascia alta. ShadowCast ha una porta USB-C sull’altro lato, che puoi collegare al tuo PC con il cavo USB-C-to-C 2.0 da sei piedi incluso o il tuo cavo C-to-A. Funziona perfettamente anche con applicazioni di streaming come OBS Studio. Se utilizzi ShadowCast come interfaccia per una videocamera, funzionerà con Zoom, Microsoft Teams, Google Meet e altre popolari app di videoconferenza. Potresti aver bisogno di un dongle se la tua fotocamera non ha una porta HDMI di dimensioni standard. Un dongle micro o mini HDMI dovrebbe portare a termine il lavoro.

Quando ho collegato ShadowCast alla mia fotocamera Olympus OM-D E-M10 Mark II per usarla come webcam, ha funzionato bene, con problemi di latenza trascurabili. Produce colori e chiarezza di gran lunga migliori rispetto a una webcam tradizionale, anche se nel mio caso, ho potuto ottenere un’immagine solo tramite HDMI abbassando la risoluzione di uscita della fotocamera a 720p. Questo potrebbe essere un problema con la mia fotocamera e non con ShadowCast, quindi la tua fotocamera potrebbe essere in grado di riprodurre risoluzioni più elevate senza problemi.

Visivamente, la differenza tra 720p (sinistra) e 1080p (destra) è impressionante, ma preferisco la fedeltà a 60 fps della risoluzione più bassa.

Le specifiche di ShadowCast sono competitive per soluzioni di acquisizione inferiori a $ 50 e anche i suoi difetti sono generalmente simili. Supporta una risoluzione di input fino a 1080p a 30 fotogrammi al secondo o un’immagine a 720p a 60 fotogrammi al secondo più veloci. Entrambe le modalità offrono diversi livelli di granulosità, quindi questo dispositivo non è per le persone che mirano a mostrare tutti i dettagli visivi granulari nei giochi PS5 – o in qualsiasi gioco – con una rappresentazione pixel-perfetta. Fedeltà a parte, ho notato che i colori di alcune immagini campione e filmati sembrano meno vibranti e hanno meno contrasto di quanto vedrei collegando direttamente la mia console a un monitor. Nessun difetto è così sorprendente, visto il prezzo.

Un confronto a scorrimento della qualità dell’immagine, con un modello a 720p a sinistra e un modello a 1080p a destra.

Il ritardo durante il gioco è un altro problema. Il ritardo nel feed video in arrivo è percepibile al punto che potrebbe essere dannoso per il gioco a seconda delle tue preferenze. Il ritardo è davvero un problema solo se stai giocando rigorosamente attraverso il feed proveniente da ShadowCast; la maggior parte degli streamer che desiderano riprodurre e trasmettere in streaming contemporaneamente da una console utilizza uno splitter HDMI e gioca invece su uno schermo che ha una connessione diretta alla console, evitando così la latenza. Ho usato ShadowCast con altri cavi, oltre a porte USB-C e USB-A su due computer diversi, ma i problemi di latenza erano gli stessi in ogni caso.

ShadowCast è un’opzione valida ma limitata per gli streamer rispetto alle opzioni più costose. Ma è più facile da usare rispetto ad altri concorrenti se tutto ciò che vuoi fare è registrarti mentre parli del gameplay e caricare il video sul tuo canale in un secondo momento. Genki lo rende facile da fare tramite la sua app Arcade gratuita per macOS e macchine Windows 10. Più impressionante, funziona anche tramite Google Chrome o Microsoft Edge. Una volta che la tua console è collegata, puoi premere registra e chattare tramite il microfono mentre giochi e la registrazione riprenderà sia l’audio del gioco che la tua voce. Puoi anche scattare istantanee, il che è utile se stai creando guide per le procedure dettagliate del gioco.

Un'istantanea presa dalla versione browser di Genki Arcade mostra la suite completa di strumenti, tra cui registrazione vocale, schermate e registrazione video.

Un’istantanea presa dalla versione browser di Genki Arcade mostra la suite completa di strumenti, tra cui registrazione vocale, schermate e registrazione video.

L’app su macOS e le versioni basate su browser offrono tutte le funzionalità di cui sopra. Ma su Windows, ti consentirà di giocare, ma al momento non puoi registrare filmati o audio del microfono. L’app macOS emette anche diversi tipi di file rispetto alla versione del browser. Su macOS, otterrai un file .mp4, ma la versione basata su browser emette un file video .webm che è visualizzabile (e può essere convertito in .mp4) in VLC Player. Non è un grosso problema, ma è un passaggio in più, poiché probabilmente dovrai convertirlo in un formato di file video più compatibile prima del caricamento.

Ecco una clip registrata tramite il software Genki Arcade in modalità “Favor Performance”, che imposta ShadowCast a 720p a 60 fotogrammi al secondo.

Ecco una clip registrata tramite il software Genki Arcade in modalità “Risoluzione favorevole”, che imposta ShadowCast a 1080p a 30 fotogrammi al secondo.

Genki sta anche sostenendo che la sua app e ShadowCast dovrebbero attrarre le persone che usano casualmente i loro laptop o desktop come display per le loro console di gioco. Ci sono poche ragioni per farlo se hai una TV nelle vicinanze, dal momento che avrai meno latenza con una connessione diretta. Questo metodo ha molto più senso se ti trovi, ad esempio, in un hotel con solo il tuo laptop o se non possiedi una TV dedicata e lo schermo più grande che hai è il tuo desktop all-in-one. Se quelle circostanze altamente specifiche descrivono la tua situazione, non è una cattiva strada da percorrere.

Qualunque siano i tuoi casi d’uso, Genki afferma che la sua app Arcade ha una latenza inferiore rispetto a se dovessi eseguire ShadowCast come sorgente video tramite OBS Studio, quando testato su un MacBook Pro da 13 pollici modello M1 del 2020. Al massimo, dice che la riduzione della latenza può arrivare fino a 50 ms, ma che varia e potrebbe essere inferiore. Ma sulla mia configurazione, la riduzione della latenza con l’app Arcade non era troppo evidente. Genki mi ha detto che la latenza può essere influenzata da fattori come l’utilizzo di un laptop in carica rispetto alla batteria scarica e se le specifiche del PC possono tenere il passo. Nel mio caso, è simile a giocare tramite cloud streaming su una connessione Internet così così. Come ho detto sopra, questo potrebbe essere un rompicapo per alcuni, o non una preoccupazione per altri.

Se sei scettico sullo ShadowCast, $ 45 non è molto da scommettere, rispetto a soluzioni più costose. Mi piace il software complementare (inclusa una soluzione basata sul Web), che semplifica il posizionamento del gioco sullo schermo di un PC o laptop. E come soluzione di streaming, la sua qualità video è utile, a condizione che l’acquisizione di filmati ad alta fedeltà non sia essenziale.

Fotografia di Cameron Faulkner / The Verge

Source link