Gli operatori di telecomunicazioni indiani hanno fatto offerte per 19 miliardi di dollari nell’asta governativa per le onde radio 5G, ha dichiarato lunedì Nuova Delhi, la più alta da loro fatta in qualsiasi vendita di spettro, mentre il secondo mercato wireless più grande al mondo si prepara al lancio di velocità voce e dati migliori e più veloci.

Reliance Jio Infocomm, Bharti Airtel e Vodafone Idea hanno gareggiato tra loro per sette giorni e hanno fatto la maggior parte delle offerte per acquisire il 71% di tutto lo spettro offerto, che secondo il governo ha superato le sue aspettative. Jio del magnate Mukesh Ambani, che conta Google e Meta tra i suoi finanziatori, è stato il partecipante più aggressivo con offerte per un valore di 11,13 miliardi di dollari, ha dichiarato lunedì il ministro delle Telecomunicazioni Ashwini Vaishnaw in una conferenza stampa. Airtel, sostenuta da Google, ha fatto offerte per 5,44 miliardi di dollari, mentre Vodafone Idea, l’unità indiana del gigante britannico Vodafone Group e Idea Cellular del miliardario Kumar Mangalam, ha fatto offerte per 2,37 miliardi di dollari.

Anche l’azienda dell’uomo più ricco dell’India, Gautam Adani, ha fatto il suo debutto nell’asta, ma ha mantenuto il suo interesse ampiamente limitato con offerte di soli 26,8 milioni di dollari. Il mese scorso l’azienda ha dichiarato di voler partecipare all’asta per fornire soluzioni di rete private con una maggiore sicurezza informatica in “aeroporti, porti e campi; logistica, produzione, trasmissione e distribuzione di energia e varie attività produttive”.

Anche se l’India è il secondo più grande mercato wireless, è stata lenta rispetto a molti altri mercati nel predisporre le reti per il lancio della tecnologia 5G, che secondo i vettori di tutto il mondo offre velocità di trasmissione dei dati significativamente più elevate e potrebbe svolgere un ruolo strumentale nelle applicazioni relative alle innovazioni della mobilità autonoma, della telemedicina e della robotica, tra gli altri settori.

Secondo gli analisti, il richiamo di velocità più elevate aiuterà probabilmente gli operatori di telecomunicazioni, alle prese con il calo dei ricavi degli ultimi anni, a convincere i consumatori a pagare di più per i dati.

Le offerte aggressive di Reliance dimostrano le sue crescenti ambizioni digitali. L’azienda, che ha lanciato le sue operazioni di telecomunicazione solo cinque anni fa, si è affermata come il più grande operatore wireless in India con oltre 420 milioni di abbonati. Offrendo prezzi ridotti per i dati, Jio ha conquistato gli abbonati e ha costretto l’industria ad abbassare le tariffe, dando il via a un’era che ha fatto crescere in modo significativo il consumo di dati mobili nel Paese dell’Asia meridionale e ha avvantaggiato innumerevoli startup.

“Il momento dell’Ave Maria è stato l’arrivo di Reliance Jio sul mercato. Ha democratizzato i dati e gli smartphone su una scala che non abbiamo mai visto in paesi diversi dalla Cina”, ha dichiarato Karthik Reddy, un VC della società di venture early-stage Blume Ventures, in una precedente intervista a TechCrunch.

L’India ha dichiarato che prevede l’inizio del rollout delle reti 5G a partire da ottobre e spera che i residenti di diverse città chiave siano in grado di sperimentare un’esperienza internet più veloce entro la fine dell’anno. Vaishnaw ha dichiarato che l’asta per le onde radio 5G è stata un successo per l’India e che il governo sta lavorando per completare l’assegnazione entro il 10 agosto.

Anticipando il lancio, i produttori di smartphone vendono da quasi due anni telefoni in grado di supportare la rete 5G in India. Infatti, secondo la società di ricerca Counterpoint, hanno spedito oltre 50 milioni di smartphone compatibili con il 5G nel mercato dell’Asia meridionale, un quinto dei quali è arrivato nel trimestre conclusosi a giugno di quest’anno. L’India è anche il secondo mercato mondiale degli smartphone e uno di quelli in più rapida crescita.

“L’acquisizione dello spettro nell’ultima asta fa parte di una strategia deliberata per acquistare i migliori asset di spettro a un costo relativo sostanzialmente inferiore rispetto alla concorrenza. Questo ci permetterà di alzare l’asticella dell’innovazione e di rispondere alle esigenze emergenti di tutti i clienti più esigenti che chiedono la migliore esperienza in India”, ha dichiarato Gopal Vittal, amministratore delegato di Bharti Airtel, in un comunicato.

Questa è una storia in divenire. Tornate a trovarci per ulteriori dettagli.

Source link