Dal team che ha portato lo strano e meraviglioso cuscino robot per gatti arriva un altrettanto strano e meraviglioso cuscino che respira. L’azienda giapponese di robotica Yukai Engineering torna al CES con Fufuly, che segue le orme di Qoobo, respirando letteralmente un po’ di vita in un cuscino.

La startup hardware afferma che il prodotto utilizza il “trascinamento respiratorio”, che si riferisce a un fenomeno in cui il ritmo della respirazione di un paziente corrisponde a quello di un respiratore. In questo caso, ciò significa che il respiro della persona corrisponde a quello del cuscino robotico, anziché il contrario.

Yukai afferma che il prodotto è stato sviluppato sulla base di ricerche dell’Università di Tokyo. Sicuramente si è scritto molto sul potere della respirazione nel migliorare il proprio stato mentale e nel ridurre l’ansia. È proprio questo il motivo per cui la respirazione è così strettamente legata alla meditazione, ad esempio.

Non c’è un’applicazione e non c’è molto di intelligente (e a differenza di Qoobo, non risponde direttamente agli stimoli dell’utente). Si passa invece da una modalità all’altra: regolare, profonda e una terza pensata per aiutare l’utente a rilassarsi.

Crediti immagine: Ingegneria Yukai

Per il sito web di Fulfuly [translated from the Japanese], “È molto facile da usare. Accendetelo e abbracciatelo. È tutto ciò di cui avete bisogno”. Se il resto della vita potesse essere così semplice. Come i precedenti prodotti Yukai, il cuscino sarà lanciato attraverso una campagna di crowdfunding. Non si sa ancora nulla sul prezzo, anche se l’amministratore delegato Shunsuke Aoki mi ha detto che il prodotto costerà probabilmente più di Qoobo, che attualmente ha un prezzo di poco superiore ai 100 dollari.

Tra le novità della fiera c’è anche Lightony, una lampada robotica progettata per “appisolarsi” con l’utente.

Ulteriori informazioni sul CES 2023 su TechCrunch

Source link