Rider è in missione per fornire agli acquirenti online in Pakistan consegne il giorno successivo “simili a quelle di Amazon”. L’azienda di Karachi ha annunciato di aver raccolto 3,1 milioni di dollari di nuovi finanziamenti da Y Combinatior, insieme ai nuovi investitori i2i, Flexport, Soma Capital e Rebel Fund. Tra i nuovi investitori figurano GFC, Fatima Gobi e TPL E-ventures, oltre al cofondatore di Dropbox Arash Ferdowsi. Questo porta il totale raccolto da RIder a 5,4 milioni di dollari da settembre 2021.

Fondata nel 2019 dall’ex dirigente di UPS Pakistan Salman Allana, Rider sta costruendo una rete di hub di smistamento, centri di consegna e una flotta digitalizzata. La piattaforma consente ai venditori di offrire consegne il giorno successivo con ottimizzazione del percorso, tracciamento in tempo reale e programmazione per gli acquirenti. L’azienda sostiene che dal round di investimento pre-seed del settembre 2021, le entrate mensili sono cresciute del 110% e hanno raddoppiato la loro base di clienti a 650 venditori online. Finora, Rider ha consegnato 3 milioni di pacchi in 60 città del Pakistan. Attualmente gestisce una rete di 16 hub che coprono 60 città in tutto il Pakistan, che secondo Allana rappresentano circa il 60% della domanda di e-commerce nel Paese.

Allana ha dichiarato a TechCrunch che, essendo cresciuto a Karachi e avendo trascorso i primi anni della sua carriera nell’Africa subsahariana, era abituato a catene di approvvigionamento e servizi logistici scadenti. “Se ordinavi qualcosa online, accettavi l’enorme rischio che non arrivasse mai”, ha detto. Quando si è trasferito a Londra per studiare il suo MBA, è diventato “ossessionato” dalle consegne di Amazon. “Come poteva un ordine fatto a mezzanotte arrivare a casa mia la mattina dopo? Ho creduto che ci fosse una chiara e grande opportunità di portare questo servizio di qualità ai venditori online in Pakistan e di eliminare l’ansia da pacco per tutti gli acquirenti online in Pakistan, me compreso”.

Dopo aver conseguito un MBA, Allana ha iniziato a lavorare per UPS Pakistan come responsabile della strategia e dello sviluppo commerciale. Ha visto di persona le sfide che gli operatori logistici devono affrontare, tra cui gli ordini persi, gli acquirenti che sono riluttanti a ordinare di nuovo online e, per i venditori online, problemi come l’incasso manuale alla consegna, la riconciliazione e la lentezza dei rimborsi, che creano problemi di capitale circolante, soprattutto per il milione di PMI pakistane che si affidano a Instagram e Facebook per raggiungere gli acquirenti.

“Ho imparato che i tradizionali corrieri non erano preparati o attrezzati per servire la tendenza della vendita al dettaglio online, e che il cambiamento dall’interno sarebbe stato lento e costoso”, ha detto Allana. “La pandemia COVID ha visto un passaggio enorme e irreversibile allo shopping online in tutto il Pakistan. Solo una startup dinamica, dinamica e focalizzata sulla crescita poteva cogliere questa opportunità in tempo”.

La logistica è un settore che notoriamente brucia denaro. Allana ha detto che la rete di centri di consegna che Rider sta costruendo non è quella che si immagina di solito. Si tratta invece di magazzini mobili (o furgoni preordinati), spazi vuoti nei parcheggi dei centri commerciali e stazioni di servizio. In futuro, Rider vorrebbe avere centri di consegna anche nei kiranas, o minimarket. Ciò significa che i centri di consegna sono abbastanza flessibili da potersi spostare in base ai cambiamenti delle zone ad alto volume di e-commerce.

“Stiamo costruendo fondamentalmente per la ‘logistica urbana’, quindi non abbiamo bisogno di grandi centri di smistamento e spazi”, ha detto Rider. “La nostra rete è costituita da numerosi piccoli centri di consegna, posizionati appositamente per coprire le zone ad alto volume di e-commerce e che, in ultima analisi, sono flessibili per spostarsi quando queste zone cambiano”.

Il nuovo finanziamento di Rider sarà utilizzato per la sua tecnologia interna, compresi gli strumenti di abilitazione all’e-commerce come i plug-in e i portafogli integrati per aiutare le PMI, che secondo Allana sono per lo più di proprietà di donne, a far crescere le loro attività.

“La nostra ambizione, fin dal primo giorno, è di diventare il primo fornitore di soluzioni logistiche end-to-end per l’e-commerce del Paese”, ha dichiarato Allana. Ma vediamo la logistica come una serie di elementi costitutivi, ognuno dei quali deve essere realizzato correttamente, dal punto di vista operativo e finanziario, prima di poter costruire il successivo”. Oggi Rider si occupa di consegne all’ultimo miglio, fino alla porta di casa dei clienti. Abbiamo dimostrato che le nostre soluzioni per l’ultimo miglio funzionano, abbiamo dimostrato che funzionano su scala e ora dobbiamo dimostrare che funzionano in modo sostenibile prima di entrare in altri settori verticali”. Ha aggiunto che Rider è già proiettata verso la prossima fase e ha sperimentato il suo movimento B2B, o trasporto via terra, a gennaio.

In una dichiarazione preparata, il socio generale di i2i Kalsoom Lakhani ha dichiarato: “Con la crescita del settore dell’e-commerce in Pakistan, crescerà anche la necessità di un operatore 3PL di nuova generazione che comprenda le realtà del mercato pakistano e sappia come costruire in modo aggressivo ma anche efficiente. Crediamo che questo operatore sia Rider e abbiamo molta fiducia in Salman e nella sua visione”.

Source link