Il gigante canadese delle telecomunicazioni Rogers Communications ha dichiarato di aver ripristinato la connettività per la “stragrande maggioranza” dei clienti a seguito di una grave interruzione che venerdì ha messo fuori uso i servizi di internet, telefonia mobile e domestica. In un aggiornamento pubblicato su Twitter sabato mattina, Rogers ha spiegato che alcuni clienti “potrebbero subire un ritardo nel ripristino del servizio completo” mentre lavora per riportare tutti online.

L’interruzione è iniziata venerdì alle 5 del mattino e si è protratta per tutta la giornata e fino a sera. Al momento dell’interruzione, il tracker delle interruzioni di Internet NetBlocks ha trovato che ha fatto crollare circa un quarto della connettività canadese.

Secondo la CBC, Rogers ha circa 9 milioni di clienti di telefonia mobile e fornisce cavo e internet a quasi 3 milioni di persone. Oltre a colpire i clienti delle filiali di telefonia mobile di Rogers, Fido e Chatr, ha anche interrotto una serie di servizi essenziali in tutto il Paese, interferendo con con le chiamate al 911, transazioni con carta di debito, bancomat e agenzie governative, tra cui Uffici passaporti del Canada e Agenzia delle Entrate.

Un grafico condiviso da NetBlocks, che mostra i dati del traffico Internet in tempo reale in Canada, indica che Rogers ha iniziato a ripristinare la connettività intorno alle 12:00 ET di sabato mattina. Dati sul traffico Internet di Cloudflare, un’azienda specializzata nella distribuzione di contenuti e nella mitigazione dei DDoS, mostrano uno schema simile, con il traffico Internet che ha iniziato a riprendere a mezzanotte e a salire a livelli quasi normali.

Interac, una delle reti bancarie colpite dall’interruzione, ha dichiarato che i suoi servizi sono nuovamente disponibili. L’azienda gestisce un gran numero di carte di debito, bancomat e trasferimenti elettronici di fondi in tutto il Canada. Interac ha recentemente annunciato di aver superato il miliardo di transazioni. Interac ha dichiarato che intende “aggiungere un fornitore” per rafforzare la “ridondanza della rete esistente” per evitare che i suoi servizi vadano offline in caso di un’altra interruzione.

Rogers non ha ancora fornito una ragione per l’interruzione, ma la CBC riporta che il Communications Security Establishment canadese afferma che “non ci sono indicazioni” di un attacco informatico. Anche gli esperti di Cloudflare hanno affermato che l’interruzione è stata probabilmente causata da “un errore interno, non da un attacco informatico”. Essi ipotizzano che possa essere stato causato da un problema di il protocollo Border Gateway (BGP), un sistema che controlla il flusso di traffico su Internet. Il BGP ha avuto un ruolo importante anche nell’interruzione dei servizi di Facebook dello scorso anno.

I dati di Cloudflare mostrano che il traffico Internet sta lentamente tornando a livelli normali.
Immagine: Cloudflare

“Ancora una volta, ci scusiamo sinceramente per i disagi che questo ha causato ai nostri clienti e provvederemo ad accreditare proattivamente tutti i clienti”, ha dichiarato Rogers. “Non è necessario contattarci per ottenere l’accredito, poiché verrà applicato automaticamente al vostro account”.



Source link