Nel clima attuale, Roku aveva bisogno di una vittoria. Nonostante l’azienda segnalazione con una crescita dei ricavi netti totali del 18% su base annua a 764 milioni di dollari – un buon incremento rispetto ai 737,7 milioni di dollari dello scorso trimestre – la società ha disatteso le aspettative di Wall Street. Gli analisti si aspettavano un fatturato di 805 milioni di dollari, con una crescita del 25% rispetto all’anno precedente.

A cosa è dovuto il mancato raggiungimento dell’obiettivo? Roku ha dichiarato nella sua lettera agli azionisti, “Si è verificato un significativo rallentamento della spesa pubblicitaria televisiva a causa del contesto macroeconomico, che ha messo sotto pressione la crescita dei ricavi della nostra piattaforma. I consumatori hanno iniziato a moderare la spesa discrezionale e gli inserzionisti hanno ridotto significativamente la spesa nel mercato degli annunci pubblicitari (annunci televisivi acquistati durante il trimestre). Prevediamo che queste sfide continueranno a breve termine, dato che le preoccupazioni economiche mettono sotto pressione i mercati di tutto il mondo”.

Nel corso di una teleconferenza con i giornalisti, il direttore finanziario Steve Loudon ha dichiarato: “La gravità del calo del mercato pubblicitario non era prevista… Si tratta di un calo significativo su larga scala”.

L’azienda prevede che i ricavi del terzo trimestre aumenteranno del 3% rispetto al 2021, raggiungendo i 700 milioni di dollari, ben al di sotto delle aspettative degli analisti che si aspettavano 898,3 milioni di dollari.

Le azioni di Roku sono crollate del 25% a 63,80 dollari nelle contrattazioni after-hours di giovedì. Il titolo è sceso di quasi il 63% nel 2022.

Nel primo trimestre del 2022, la società ha aggiunto solo 1,1 milioni di account attivi incrementali. Questa volta, Roku ha dichiarato di aver registrato una crescita degli utenti nel trimestre, con 1,8 milioni di account aggiunti, portando il totale a 61,3 milioni.

“Sebbene la crescita dei ricavi e degli utili lordi sia rallentata, continuiamo a conquistare quote pubblicitarie e a far crescere gli account attivi”, ha aggiunto l’azienda. “Rimaniamo fiduciosi nella nostra leadership nel settore dello streaming televisivo, nelle dimensioni dell’opportunità che abbiamo di fronte e nei nostri asset unici, tra cui il sistema operativo Roku TV, The Roku Channel e la nostra piattaforma pubblicitaria”.

Le ore di streaming hanno registrato un leggero calo di 0,2 miliardi rispetto allo scorso trimestre, con 20,7 miliardi di ore nel secondo trimestre del 2022, con un aumento del 19% su base annua.

Roku ritiene che ci sia spazio per la crescita dell’impegno e ricorda agli investitori che il sistema operativo Roku continua a essere il sistema smart TV numero uno nelle vendite negli Stati Uniti e rimane un “leader” nello streaming televisivo gratuito e supportato da pubblicità con il Roku Channel.

Anche se l’ambiente pubblicitario continua a essere difficile, Roku si è vantata di aver superato la pietra miliare di 1 miliardo di dollari in impegni totali durante gli Upfront di quest’anno e di aver chiuso accordi per la stagione televisiva 2022-2023 con tutte e sette le principali holding di agenzie. L’azienda ha dichiarato che il 25% di questi impegni degli inserzionisti erano nuovi.

Per quanto riguarda l’hub di streaming gratuito Roku Channel, l’azienda ha registrato una crescita dei ricavi della piattaforma del 26% rispetto all’anno precedente, raggiungendo i 673 milioni di dollari, un risultato inferiore alle aspettative, ha ammesso l’azienda.

Il 28 giugno, Roku ha stretto una partnership con NBCUniversal Local per portare diversi canali di notizie locali della NBC sul canale Roku. Questa partnership segna la prima volta che la programmazione di notizie locali sarà disponibile per gli utenti su un servizio ad-supported.

Il 16 giugno Roku ha siglato un accordo con Walmart, una partnership unica nel suo genere, per fare dello streaming televisivo la prossima destinazione per gli acquisti di e-commerce.

A maggio, Discovery+ è diventata la prima offerta di abbonamento premium di Roku Channel. Nello stesso mese, Roku ha lanciato il servizio di abbonamento musicale premium di Apple, Apple Music, sulla piattaforma Roku in tutto il mondo.

La società ha inoltre annunciato un’estensione pluriennale dell’accordo di distribuzione con Amazon.

Durante i NewFronts, l’azienda ha annunciato due nuovi accordi di co-produzione con Marquee Brands e Milk Street Studios, che garantiranno a Roku Channel oltre 3.000 episodi di contenuti della library e sette nuove serie originali con protagonisti i personaggi della cucina e dello stile di vita Martha Stewart, Emeril Lagasse e Chris Kimball.

Source link