Come si riproducevano i titanosauri?

Ossa e uova di dinosauro del tardo Cretaceo (100,5 milioni di anni fa – 66 milioni di anni fa) sono note in un gruppo di rocce chiamato Formazione Lameta, nella Valle del Narmada, nell’India centrale.

Gli autori hanno identificato sei diverse specie di uova (oospecie), il che implica una maggiore diversità di titanosauri rispetto a quanto precedentemente noto per questa regione. Dalla disposizione dei nidi, il team ha dedotto che questi dinosauri seppellivano le uova in fosse poco profonde, simili a quelle dei coccodrilli moderni.

Alcune patologie scoperte nelle uova, come un raro caso di “uovo nell’uovo”, suggeriscono che i sauropodi titanosauri avevano una fisiologia riproduttiva simile a quella degli uccelli e potrebbero aver deposto le uova in sequenza, come accade negli uccelli moderni.

Uova di una famiglia che non si è mai schiusa.

Cos’altro rivelano i nidi di uova sui titanosauri?

Sebbene non sia ancora possibile determinare le caratteristiche specifiche dei comportamenti riproduttivi dei dinosauri, i nidi fossili, che risalgono a poco prima della fine dell’era dei dinosauri, permettono agli scienziati di fare un passo avanti.

Source link