Questo è quanto emerge dal resoconto di BBC Science.

Nel nostro precedente reportage sul massiccio evento, gli scienziati avevano concluso che il pennacchio era salito così in alto da raggiungere lo spazio. Il paragone è stato fatto con un pennacchio più alto di 68 Burj Khalifa impilati uno sopra l’altro.

I ricercatori hanno quindi studiato il flusso di rocce, ceneri e detriti fino alla distanza di 80 km nell’Oceano Pacifico circostante.

Il fondale marino era cambiato, si era formato un enorme cratere e gli scienziati continuavano a scoprire nuovi e sorprendenti eventi legati all’esplosione e al flusso di roccia.

La scoperta più recente riguarda la forza delle onde sismiche generate nei primi 10 minuti dell’eruzione completa del 15 gennaio.

Nei primi minuti dell’esplosione cataclismatica si è verificata una serie di onde sismiche di magnitudo 5,8. I segnali di queste onde sono stati rilevati da 400 persone. I segnali di queste onde sono stati rilevati da 400 stazioni di monitoraggio in tutto il mondo.

Il dottor Yingcai Zheng, dell’Università di Houston, ha detto che le onde, analizzate dal suo team, sono salite dal basso della montagna come un impulso di magma che si è scontrato con la caldera, o bocca del vulcano.

Source link