Il telefono precedentemente noto come Osom OV1, costruito da un team composto da ex ingegneri e designer di Essential, viene oggi rinominato e riproposto, ed è tutto in nome della crittografia. Questo pomeriggio a New York, la società di blockchain Solana ha annunciato il proprio telefono cellulare, chiamato Saga, realizzato in collaborazione con Osom. Il prezzo è di 1.000 dollari e i preordini si aprono oggi. È richiesto un deposito di 100 dollari e Solana afferma che il Saga sarà consegnato nel primo trimestre del 2023.

Il telefono avrà un display OLED da 6,67 pollici, 512 GB di memoria e 12 GB di RAM. Sarà alimentato dall’ultimo e più importante chip Snapdragon 8 Plus Gen 1 di Qualcomm. Ma più che le specifiche hardware standard che interessano alla maggior parte dei nerd di gadget, il Saga è destinato ad aiutare la criptovaluta a continuare la sua ricerca di “diventare mobile”, secondo le parole del CEO di Solana Anatoly Yakovenko.

Questo dispositivo è destinato a chi è radicato nell’universo dei portafogli di criptovalute, Web3 e NFT, e sarà dotato di una caratteristica unica: il supporto per le applicazioni decentralizzate che si basano sulla blockchain Solana, che ha rivaleggiato almeno per un breve periodo con Ethereum per quanto riguarda il volume di vendite di NFT. Il mercato NFT Magic Eden, il produttore di portafogli Solana Phantom e lo scambio di criptovalute Orca hanno firmato per sostenere i nuovi sforzi software di Saga e Solana.

Il Saga ha lo stesso design dell’OV1 che Osom ha presentato in anteprima all’inizio dell’anno.
Foto di Chris Welch / The Verge

Osom ha confermato a The Verge che l’OV1 e il Saga sono ora una cosa sola, il che significa che questo dispositivo è l’obiettivo principale dell’azienda. “Osom è incredibilmente entusiasta di collaborare con Solana alla realizzazione del Saga”, ha dichiarato il fondatore e CEO Jason Keats. “Il mondo ha bisogno di nuove aziende di hardware per supportare il futuro che è il Web3. Costruire un ecosistema che guardi al futuro senza essere appesantito da ecosistemi ereditati dal passato è estremamente eccitante”.

Il Solana Saga sarà disponibile all’inizio del prossimo anno.
Foto di Chris Welch / The Verge

La frase “oltre gli ecosistemi legacy” è forse in riferimento agli altri annunci di Solana di oggi: l’azienda ha introdotto il Solana Mobile Stack, un negozio aperto di dApp (acronimo di applicazioni decentralizzate) che funzionerà sul Saga basato su Android. L’azienda prevede una vasta proliferazione di applicazioni cripto-native, servizi digitali e beni digitali che saranno resi possibili dal suo nuovo stack, che sarà disponibile anche per altri produttori di dispositivi Android.

“Non abbiamo visto un solo annuncio di criptovalute alla conferenza degli sviluppatori di Apple, 13 anni dopo la nascita di Bitcoin”, ha detto Yakovenko durante una sessione di domande e risposte. “Penso che dipenderà da noi”.

Solana sostiene che gli sviluppatori avranno accesso anticipato alla Saga. “Ci rivolgiamo a quelle persone che capiscono cosa significhi l’autocustodia”, ha detto Yakovenko quando gli è stato chiesto in che modo lo stack mobile di Solana e i nuovi strumenti offriranno un’esperienza migliore rispetto ai portafogli digitali di criptovalute e NFT di Samsung e di altre grandi aziende tecnologiche.

Si tratta di un cambio di rotta notevole se si sperava che Osom producesse un telefono Android relativamente normale e incentrato sulla privacy – un Essential Phone 2, in altre parole. E va anche contro quello che Osom ha detto Polizia Android Già a marzo l’azienda aveva stimato che l’OV1 avrebbe avuto un prezzo “ben al di sotto dei 1.000 dollari”. Il vero banco di prova sarà se il Saga verrà effettivamente consegnato all’inizio del 2023, come sostengono sia Solana che Osom. E se ci sarà un pubblico valido per un prodotto come questo al di fuori dell’auditorium di entusiasti del Web3 che hanno applaudito la sua presentazione. Anche produttori di telefoni esperti come HTC hanno intrapreso questa strada e non sono riusciti ad avere un vero impatto.

Source link